Trasporti. Riattivata la linea urbana Gorizia – Nova Gorica

Dieci le corse giornaliere in entrambi i sensi di marcia

È stato ripristinato, dopo lo stop dovuto all’emergenza sanitaria, il collegamento autobus della linea urbana internazionale Gorizia – Nova Gorica, inaugurata il 30 novembre 2002.

La linea, che collega la stazione ferroviaria di Gorizia con l’autostazione di Nova Gorica passando per il centro delle due Città, è attiva nei giorni feriali, con 10 corse giornaliere in partenza dall’Italia e altrettante dalla Slovenia.

Tratta Gorizia-Nova Gorica

In particolare, il collegamento da Gorizia prevede una partenza ogni ora, la mattina alle 8:35, 9:35, 10:35, 11:35 e 12:35 e il pomeriggio alle 14:35, 15:35, 16:35, 18:35 e 19:35.

Tratta Nova Gorica-Gorizia

Nel collegamento da Nova Gorica, invece, le partenze sono stabilite alle 8:05, 9:05, 10:05, 11:05 e 12:05 nel corso della mattina, alle 15:05, 16:05, 17:05, 18:55 e 19:55 nel pomeriggio.

Percorso

Il percorso conta venti fermate in entrambi i sensi di marcia e il servizio viene svolto in collaborazione tra APT Gorizia e NOMAGO.

Queste e altre informazioni utili sono disponibili alla pagina dedicata sul sito di APT Gorizia.

Il servizio offerto con la linea urbana internazionale rappresenta, da quasi vent’anni, un ottimo esempio di cooperazione e integrazione tra Gorizia e Nova Gorica ed assume un significato simbolico nell’unire le due Città, anche in vista della Capitale europea della Cultura 2025.

Cosa ne pensate? Fatemi sapere la vostra opinione con un commento, vi risponderò molto volentieri.

Vi invito anche a mettere Mi Piace alla mia pagina Facebook, a seguirmi sul profilo Twitter e a iscrivervi al canale Telegram.

Foto: Linea urbana internazionale Gorizia – Nova Gorica, APT Gorizia

Carburanti. Pieno a Gorizia più conveniente

⛽ Prima di ferragosto, il pieno fatelo a #Gorizia!
Grazie all’impegno della #Lega al Governo e del presidente Massimiliano Fedriga in Regione, con il taglio delle tasse sui carburanti e i supersconti regionali, il rifornimento in Italia è più conveniente rispetto alla Slovenia.
Per il diesel, con la tessera regionale il prezzo è pari a 1,554 €/litro contro 1,676 €/litro d’oltreconfine. Per la benzina, con la tessera regionale il prezzo è di 1,454 €/litro contro 1,534 €/litro della Slovenia.
È quindi importante continuare a fare rifornimento in Italia, per far sì che le risorse delle accise e delle tasse vengono utilizzate per finanziare servizi essenziali per i cittadini, ad esempio la sanità.

Cosa ne pensate? Fatemi sapere la vostra opinione con un commento, vi risponderò molto volentieri!

Vi invito anche a mettere Mi Piace alla mia pagina Facebook, a seguirmi sul profilo Twitter e a iscrivervi al canale Telegram.

Gorizia. Piazza Transalpina

🇮🇹 🇸🇮 Oggi simbolo dell’incontro tra Gorizia e Nova Gorica, un tempo confine tra Italia e Slovenia, Piazza Transalpina è certamente uno dei luoghi più famosi della nostra Città.

📍Nel 1947, tracciato il confine tra Italia e Jugoslavia, la piazza fu divisa in due parti dal filo spinato, sostituito nel 1954 con un muro alto mezzo metro e sovrastato da filo di ferro. Il muro venne abbattuto soltanto cinquant’anni più tardi, il 1 maggio 2004: ne rimane soltanto un piccolo pezzo ai bordi della piazza, contrassegnato dai numeri 57/15.

👟👟 Gli stessi sono riportati anche in una targa sul terreno, che identifica il punto esatto in cui passava il confine e dove è possibile, letteralmente, avere un piede in Italia e l’altro in Slovenia.

🚂 Nella parte della piazza situata in territorio sloveno si trova la Stazione di Nova Gorica. Inaugurata nel 1906 per volere del governo di Vienna, la stazione fungeva da “seconda via per Trieste”, collegando direttamente il litorale e l’Austria. Oggi è una linea secondaria non elettrificata, utilizzata anche per uscite turistiche con i treni a vapore.

🔎All’interno della Stazione è possibile visitare la mostra permanente “Il confine di Stato nel goriziano 1945 – 2004”.

🥇 Il 18 dicembre 2020, proprio in Piazza Transalpina, Gorizia e Nova Gorica si sono aggiudicate il titolo di Capitale europea della Cultura 2025.

Cosa ne pensate? Fatemelo sapere con un commento, vi risponderò molto volentieri!

Vi invito anche a mettere Mi Piace alla mia pagina Facebook, a seguirmi sul profilo Twitter e a iscrivervi al canale Telegram.

Confine. Pendolarismo e bollette, proposta Lega al Governo

🔵 #Economia di confine: una grande sfida per il rilancio e lo sviluppo di #Gorizia.
La proposta della #Lega al Governo nazionale 📰

Cosa ne pensate? Fatemelo sapere con un commento, vi risponderò molto volentieri.

Vi invito a mettere Mi Piace alla mia pagina Facebook, a seguirmi sul profilo Twitter e a iscrivervi al canale Telegram.

Lavoro. Avviso selezione istruttore amministrativo GECT GO

Termine di presentazione delle domande fissato al 15 dicembre

Il Gruppo Europeo di Cooperazione Territoriale GECT GO ha pubblicato l’Avviso per una selezione finalizzata alla formazione di una graduatoria per eventuali assunzioni a tempo determinato per il profilo di un istruttore amministrativo, inquadrato nella categoria C.

Il profilo si occuperà, tra l’altro, di attività amministrativa e documentale, segretariato, protocollo e archiviazione, istruttoria legata alla stesura e alla gestione di gare d’appalto per la fornitura di beni e servizi, istruttoria delle attività progettuali e loro rendicontazione e inerente la gestione del personale.

REQUISITI DEI CANDIDATI

Possono candidarsi alla selezione pubblica:

– cittadini italiani;

– cittadini degli Stati membri dell’Unione europea e loro familiari, anche se non aventi la cittadinanza di uno Stato membro ma titolari di diritto di soggiorno;

– cittadini di uno Stato non appartenente all’Unione europea, titolari del permesso di soggiorno CE di lungo periodo;

– titolari dello status di rifugiato o di protezione sussidiaria.

I candidati devono:

-conoscere adeguatamente la lingua italiana e saper utilizzare apparecchiature e applicazioni informatiche più diffuse (internet, posta elettronica, principali applicazioni Office o simili);

– aver compiuto 18 anni (e non aver superato l’età del pensionamento) ed essere idonei allo svolgimento della mansione sotto il profilo psico-fisico;

– essere in possesso della patente di guida di tipo B;

– essere immediatamente disponibili ad assumere il ruolo posto a bando.

Gli stessi, inoltre, non devono:

– aver riportato condanne penali per reati che impediscono la costituzione del rapporto di impiego con una Pubblica Amministrazione;

– essere stati esclusi dall’elettorato politico attivo;

– essere stati destituiti o dispensati dall’impiego presso una Pubblica Amministrazione per persistente insufficiente rendimento o dichiarati decaduti da un impiego statale.

Tra i requisiti specifici dei candidati rientrano:

-il possesso di approfondite conoscenze mono-specialistiche e un grado di esperienza pluriennale;

– l’aver svolto un’attività lavorativa documentata con contratti di lavoro autonomo, in collaborazione o subordinato per la durata minima di 24 mesi, anche non consecutivi;

-una buona conoscenza della lingua inglese (livello minimo europeo B1 per comprensione, scritto e parlato).

A parità di punteggio, costituiscono titolo preferenziale una comprovata esperienza nella gestione e nella rendicontazione di progetti finanziati dall’UE e la conoscenza della lingua slovena a livello B1.

PRESENTAZIONE DELLA DOMANDA

La domanda di partecipazione deve essere redatta e firmata – pena l’esclusione dalla procedura – in forma di autocertificazione, utilizzando il modulo di cui all’Allegato A e inviata al GECT GO tramite posta elettronica agli indirizzi pec@pec.euro-go.eu oppure info@euro-go.eu entro e non oltre le ore 12:00 del 15 dicembre 2021.

Alla domanda, non soggetta a imposta di bollo, devono essere allegati:

– il curriculum professionale, redatto secondo il formato europeo, da cui si evinca il possesso dei requisiti richiesti;

– una copia fotostatica di un valido documento di identità del sottoscrittore, richiesta a pena di esclusione dalla
procedura – ad eccezione della domanda sottoscritta con firma digitale rilasciata da un certificatore accreditato.

Nel caso di invio di più domande, sarà ritenuta valida solo l’ultima in ordine cronologico.

CANDIDATI AMMESSI

Dopo la scadenza del termine di presentazione delle domande, le stesse saranno istruite ai fini della loro ammissibilità. I candidati che abbiano presentato domanda entro i termini e siano in possesso dei requisiti richiesti saranno ammessi con riserva.

La graduatoria definitiva verrà formata secondo l’ordine decrescente della votazione complessiva riferita a ciascun candidato, costituita dalla somma dei punteggi attribuiti a seguito della valutazione dei curricula, delle competenze dichiarate e del colloquio.

Queste e molte altre informazioni utili sono disponibili alla pagina dedicata sul sito del GECT GO.

Si tratta sicuramente di un’importante occasione lavorativa, di formazione e di crescita, inserita nel contesto territoriale e culturale del goriziano.

Cosa ne pensate? Fatemi sapere la vostra opinione con un commento, vi risponderò molto volentieri.

Vi invito anche a mettere Mi Piace alla mia pagina Facebook, a seguirmi sul mio profilo Twitter e a iscrivervi al mio canale Telegram.

Foto: Annuncio GECT GO

Ciclismo. Bellissima tappa da Grado a Gorizia!

Super Giro d’Italia 🚴‍♂️🇮🇹🇸🇮

Oggi ho seguito la Grado-Gorizia in compagnia di amici, appassionati e di tanti colleghi consiglieri comunali.

Bellissima occasione, ne conserverò un ricordo stupendo 😊

E voi? Avete seguito la Corsa rosa? Fatemelo sapere con un commento, sarò felice di rispondervi!

Vi invito anche a mettere Mi Piace alla mia pagina Facebook, a seguirmi sul mio profilo Twitter e a iscrivervi al mio canale Telegram.

Gorizia. Zona Economia Europea passo fondamentale

Un sentito ringraziamento al segretario regionale della Lega FVG per Salvini Premier ed europarlamentare Marco Dreosto per la sua attenzione rivolta alla necessità di armonizzare l’economia di confine.
La Zona Economica Europea fra #Gorizia 🇮🇹 e #NovaGorica 🇸🇮 è un punto di partenza fondamentale per superare le tantissime difficoltà dovute al confine fra Stati. Gorizia ha condizioni economiche e sociali del tutto peculiari rispetto a qualsiasi altro territorio e pertanto necessita di risposte altrettanto peculiari.
Avanti tutta!!

Cosa ne pensate? Fatemelo sapere con un commento, vi risponderò molto volentieri.

Vi invito anche a mettere Mi Piace alla mia pagina Facebook, a seguirmi sul mio profilo Twitter e a iscrivervi al mio canale Telegram.

Armonizzare l’economia di confine, l’appoggio dei Comuni del goriziano

Armonizzare l’economia di confine, anche Capriva del Friuli dà forza a questa fondamentale iniziativa.
Sono oramai diverse le amministrazioni comunali del goriziano che in questi mesi hanno approvato mozioni specifiche sulla tematica, ovvero un obiettivo fondamentale che per essere raggiunto richiede l’impegno trasversale di tutte le forze politiche.
Molto importante sarà la collaborazione con gli amici della vicina Slovenia, così come avvenuto per la nomina a Capitale europea della cultura 2025, poiché soltanto insieme si potrà rispondere a una necessità oramai divenuta preponderante per il nostro territorio.
Armonizzare l’economia di confine, oltre a consentire la crescita e la prosperità reciproca, al di qua e al di là del confine, sarà un ulteriore importante tassello nella collaborazione transfrontaliera tra Italia e Slovenia.

Voi cosa ne pensate? Fatemelo sapere con un commento, vi risponderò molto volentieri.

Vi invito anche a mettere Mi Piace alla mia pagina Facebook e a seguirmi sul mio profilo Twitter.

GO! 2025, Fedriga: “Valore aggiunto enorme per tutto il Friuli Venezia Giulia”

“Gorizia-Nova Gorica Capitale europea della cultura 2025, non è semplicemente un valore aggiunto enorme per la città di Gorizia, ma è un valore aggiunto enorme per il Friuli Venezia Giulia”.

Questo è il nostro presidente, super Massimiliano Fedriga!! 🤍💙

Cosa ne pensate? Fatemelo sapere con un commento, sarò molto felice di rispondervi!

Vi invito anche a mettere Mi Piace alla mia pagina Facebook e a seguirmi sul mio profilo Twitter.

GO! 2025, ce l’abbiamo fatta!

Nova Gorica e Gorizia proclamate Capitale Europea della Cultura 2025!

Il verdetto tanto atteso è finalmente arrivato e ci riempie d’orgoglio: Nova Gorica e Gorizia si sono aggiudicate il titolo di Capitale Europea della Cultura 2025!

Questo riconoscimento rappresenta un ulteriore importante tassello nel percorso di proficua collaborazione portato avanti tra le due Città.

Nel corso della seconda fase di selezione, a cui Nova Gorica e Gorizia hanno avuto accesso lo scorso febbraio, sono state realizzate numerose iniziative, raccolte in un nuovo BidBook GO!BORDERLESS.

Tra le principali anche il progetto di riqualificazione della Piazza Transalpina, da sempre luogo d’incontro tra le due città, le loro culture, storie e identità, che si prepara ad evolversi e a diventare una piazza transfrontaliera unica nel suo genere. Al concorso hanno partecipato ben 56 realtà, provenienti da 18 Paesi: a convincere la giuria internazionale è stata la proposta dello Studio Baglivo Negroni di Roma, che prevede la realizzazione di una serie di piattaforme mobili, sulle quali possono essere installati tavoli e posti a sedere o utilizzabili come palchi. Il progetto include inoltre la realizzazione di soluzioni architettoniche e aree verdi lungo la fascia da Salcano a Casa Rossa.

A collegare direttamente Gorizia e Nova Gorica sarà anche una passerella costruita sul fiume Isonzo, con vista spettacolare su una delle aree verdi più belle e caratteristiche del territorio. Il nuovo sistema di bikesharing condiviso consentirà inoltre di spostarsi all’interno delle città e tra le stesse utilizzando le biciclette borderless GO2GO.

Diverse le iniziative che hanno animato Gorizia nella delicata fase di ripresa dopo il primo lockdown. Tra le altre, GO-MUSEI, molto significativa per quanto riguarda la valorizzazione del patrimonio storico-culturale e artistico della città: un unico biglietto a prezzo ridotto ha infatti dato accesso al Castello e ai Musei provinciali del suo Borgo, al Museo di Palazzo Attems e a Palazzo Coronini Cronberg.

Visite guidate, presentazioni di libri e spettacoli sono stati realizzati anche nel corso della prima edizione della kermesse “Contea, profumi di cultura europea”, incentrata sulla valorizzazione delle tipicità enogastronomiche, della cultura e della storia di Gorizia e del goriziano.

A causa del COVID-19, il Festival èStoria, importante appuntamento che da sedici anni pone Gorizia ai vertici del panorama culturale nazionale ed internazionale, si è svolto prevalentemente online. Nel corso di quest’edizione, per la quale è stato appositamente scelto il titolo “Controvirus”, non sono però mancati autorevoli ospiti e interessanti conferenze, nelle quali si è affrontato, tra gli altri, anche il tema della pandemia.

Nonostante le evidenti difficoltà legate all’emergenza sanitaria, il team di GO! 2025 ha continuato a lavorare senza sosta, con passione ed entusiasmo, insieme al Gect GO Etzs GO e ai sindaci Rodolfo Ziberna e Klemen Miklavič, per valorizzare al meglio le peculiarità delle due città.

Anche l’amministrazione regionale, per tramite del presidente Massimiliano Fedriga e dell’assessore regionale alla Cultura, Tiziana Gibelli, e del presidente della Commissione cultura Diego Bernardis, ha sempre espresso pieno supporto alla candidatura congiunta e dimostrato grande attenzione verso questo territorio e le sue potenzialità.

Non è mancato poi il sostegno del team goriziano di Barraonda, imbarcazione scelta come ambasciatrice di GO! 2025 alla 51esima edizione della Barcolana.

Personalmente ritengo che il percorso portato avanti da Nova Gorica e Gorizia in questi mesi sia un bellissimo esempio, concreto, di integrazione europea, basata su principi fondamentali quali collaborazione, rispetto reciproco e valorizzazione delle diversità che sono certo continuerà ancora più forte in futuro.

Voi cosa ne pensate? Fatemelo sapere con un commento, sarò felice di rispondervi!

Vi invito anche a mettere Mi Piace alla mia pagina Facebook e a seguirmi sul mio profilo Twitter.