Gorizia, Consiglio comunale del 26 e 27 ottobre

Oggi e domani nuova seduta, in forma telematica, del Consiglio comunale di Gorizia.

Potete seguire la diretta streaming su https://gorizia.consigliolive.it.

Vi invito a mettere Mi Piace alla mia pagina Facebook e a seguirmi sul mio profilo Twitter.

Conclusa la due giorni di Consiglio comunale, obiettivo centralità e sviluppo di Gorizia

Approvata la delibera di fusione per incorporazione del Consorzio di Sviluppo Economico Locale di Gorizia nel Consorzio di Sviluppo Economico Locale del Monfalconese. Tale decisione precede la futura creazione del Consorzio di Sviluppo Economico della Venezia Giulia, per perseguire la volontà di avere un’unica voce, con una visione più ampia e capace di tutelare entrambe le realtà locali.

Non è stata approvata la delibera per la liquidazione del Consorzio per lo sviluppo del Polo Universitario di Gorizia. La non approvazione del provvedimento ha impedito il superamento di un Ente non più corrispondente alle reali necessità dell’Università di Gorizia.

Ampio spazio anche per interpellanze e interrogazioni, oltreché fatte proprie dal sindaco due mozioni.

Vi terrò aggiornati!

Vi invito anche a mettere Mi Piace alla mia pagina Facebook e a seguirmi sul mio profilo Twitter.

Gorizia, Consiglio comunale del 12 e 13 ottobre

Oggi e domani, sempre alle 16:30, Consiglio comunale a #Gorizia.

La diretta streaming è disponibile sul sito https://gorizia.consigliolive.it/.

Vi invito anche a mettere Mi Piace alla mia pagina Facebook e a seguirmi sul mio profilo Twitter.

Abbandono rifiuti, Tomasella: monte Calvario terra di nessuno

Il Consigliere sottolinea come “l’inciviltà di alcuni rechi grave danno all’intera comunità”

“C’è chi crede di poter continuare ad utilizzare il monte Calvario di Gorizia come fosse una discarica, personalmente ritengo impossibile tollerare ulteriormente i continui abbandoni di rifiuti che deturpano il luogo. Ho presentato in Consiglio comunale un’interrogazione per affrontare la problematica e inviato agli assessori Stefano Ceretta e Francesco Del Sordi prove fotografiche per circostanziare i fatti e poter procedere con le verifiche e le segnalazioni alle Autorità”.

Nonostante le recenti operazioni di asporto dei rifiuti fatta da numerosi volontari e associazioni del territorio in collaborazione con il Comune, il monte Calvario di Gorizia ritorna agli onori della cronaca per i frequenti episodi di inciviltà che si ripetono senza che all’orizzonte si intraveda una vera e propria soluzione per risolvere efficacemente il problema.

“Questa volta l’entità degli abbandoni ha superato ogni limite, recentemente sono stati abbandonati numerosi sacchi dell’immondizia, resti di ristrutturazioni edili e materiale elettrico proprio nei pressi dei ruscelli che scorrono lungo il monte. È chiaro – aggiunge il consigliere Tomasella – che nel caso di grosse piogge le acque finirebbero con il disseminare i rifiuti dappertutto con danni ingentissimi per la flora e la fauna locale, ma anche per le attività economiche operanti sul Monte e per l’intera collettività”.

“Il monte Calvario è un patrimonio storico e culturale di enorme valore per il territorio goriziano, sono diverse le associazioni che con tanta fatica hanno lavorato per recuperare i bellissimi sentieri e ridare dignità e lustro a un luogo che purtroppo è vittima di pochi incivili che fanno danno a tutta la collettività” conclude la nota del consigliere comunale Andrea Tomasella.

Cosa ne pensate? Se volete, lasciate un commento per farmi sapere la vostra opinione, vi risponderò molto volentieri.

Vi invito inoltre a mettere Mi Piace alla mia pagina Facebook e a seguirmi sul mio profilo Twitter.

Gorizia, Consiglio comunale del 29 settembre

Oggi seduta del Consiglio comunale a #Gorizia, di seguito trovate l’ordine del giorno.
Chi avesse piacere, può seguire la diretta su http://gorizia.consigliolive.it.

Vi invito anche a mettere Mi Piace alla mia pagina Facebook e a seguirmi sul mio profilo Twitter.

Economia di confine, Tomasella: “Lavorare insieme per il bene del territorio”

Armonizzare l’economia di confine: un obiettivo fondamentale e trasversale fra le forze politiche.
Avanti, lavoriamo insieme per il nostro territorio!😊💪🏻🇮🇹

Voi cosa ne pensate? Fatemelo sapere con un commento, a cui risponderò molto volentieri.

Nel frattempo vi invito a mettere Mi Piace alla mia pagina Facebook e a seguirmi sul mio profilo Twitter.

Tomasella, Dai giovani della Lega del Friuli Venezia Giulia grande esempio di solidarietà

lega giovani friuli venezia giulia colletta alimentare

“In questo momento di particolare crisi economica, anche i giovani della Lega del Friuli Venezia Giulia hanno voluto sostenere concretamente la fasce più bisognose della popolazione, organizzando una colletta alimentare al termine del flash mob tenutosi in piazza XX Settembre a Udine in occasione del 2 giugno”.

Lo rende noto il Coordinatore nazionale del movimento giovanile della Lega Andrea Tomasella, che specifica: “Sono stati raccolti 30 chili di pasta, 6 kg di riso, 4 kg di biscotti, oltreché 3 kg di tonno e 9 kg di pomodori pelati, oltre a caffè, zucchero e altri beni di prima necessità. Il tutto sarà devoluto al Gruppo Alpini Lucinico, in particolare alla parrocchia della comunità, che si occuperà di distribuirlo ai cittadini in difficoltà”.

“Si tratta di un gesto di vera solidarietà”, aggiunge il Coordinatore, “con cui i ragazzi e le ragazze della Lega Giovani del Friuli Venezia Giulia hanno dimostrato disponibilità, altruismo ed una consueta, ma per nulla scontata, propensione al volontariato. Insieme ai giovani, che per primi hanno donato un’ingente quantità di generi alimentari, ringrazio tutti coloro che hanno investito tempo e disponibilità economiche in questa importante iniziativa di beneficenza a supporto della popolazione più vulnerabile”.

“Grazie inoltre”, conclude Tomasella, “all’Europarlamentare Elena Lizzi e al Consigliere regionale Simone Polesello per la loro sentita partecipazione, a tutto lo staff della Lega del Friuli Venezia Giulia e al Presidente Massimiliano Fedriga per il grande supporto che sempre dimostrano al gruppo dei giovani”.

Vi invito a mettere Mi Piace alla mia pagina Facebook e a seguirmi sul mio profilo Twitter.

Tomasella, bene azzeramento IMU terreni agricoli Gorizia

“Accolgo con grande soddisfazione l’azzeramento dell’Imu per i terreni agricoli e il dimezzamento per le attività economiche goriziane che l’amministrazione comunale ha fortemente voluto. L’agricoltura, così come artigianato e commercio, sono attività fondamentali per la nostra comunità e, ancor più in momenti di grande difficoltà come quelli che stiamo vivendo a causa del virus, è doveroso adottare tutte le misure necessarie per sostenere le attività del territorio”.

Queste le parole del consigliere comunale della Lega, Andrea Tomasella, che commenta positivamente le misure per la ripartenza approvate dalla maggioranza di centrodestra nella recente seduta del Consiglio comunale di Gorizia.

A tal proposito, Tomasella aggiunge: “Per un’amministrazione comunale fare più di così era davvero impossibile, infatti, l’azzeramento e il dimezzamento dell’Imposta municipale propria sono ulteriori importanti misure che vanno a sommarsi alle precedenti iniziative di taglio di Tosap e Tari per le attività rimaste chiuse per coronavirus, oltreché ai contributi e ai buoni spesa rilasciati dal Comune per famiglie e le fasce più vulnerabili della popolazione”.

“La maggioranza di centrodestra di cui faccio parte ha confermato ancora una volta grande attenzione alle categorie economiche del nostro territorio, certamente c’è ancora molto lavoro da fare ma ritengo che questa è la strada giusta per essere concretamente al fianco di chi ogni giorno lavora e fa impresa a Gorizia. In futuro, visto che le risorse a nostra disposizione sono limitate, ritengo andrebbero introdotti dei criteri di premialità per accedere ai fondi, come per esempio la residenza in città da almeno 3 o 5 anni” conclude la nota del consigliere comunale Tomasella.

ODG: INCENTIVI COMUNALI PER ESERCENTI CHE ESPONGONO LOGO NO-SLOT

ORDINE DEL GIORNO
(Collegato al Documento Unico di Programmazione 2020-2022)

Presentatori: TOMASELLA, ZOTTI

OGGETTO: CORONAVIRUS, INCENTIVI COMUNALI PER ESERCENTI CHE ESPONGONO LOGO NO-SLOT

PREMESSO CHE l’azzardopatia è una dipendenza patologica che porta a disagio e, ancor più in momenti di grande emergenza come quella che stiamo vivendo, rappresenta una vera e propria tassa sulla speranza di chi, troppo spesso, non ha più speranza;

PRESO ATTO CHE, al fine di contrastare l’azzardopatia, il Consiglio comunale di Gorizia ha approvato la mozione “Azioni a contrasto di ludopatia e gioco d’azzardo sul territorio comunale” del 12.06.2018 e la mozione “Gioco d’azzardo sotto controllo sul territorio comunale” del 04.11.2019 è stata fatta propria dal Sindaco;

CONSIDERATO il decreto del Ministero dello Sviluppo Economico n. 181, vigente al 17-04-2020, che contempla l’istituzione del logo <<NO SLOT>> che è concesso agli esercenti che ne fanno richiesta e si impegnano a eliminare, oltreché a non istallare, per tutto il periodo di utilizzo del logo, gli apparecchi di intrattenimento per il gioco lecito.

RICORDATO CHE il 3 agosto 2020 entra in vigore l’obbligo per gli esercenti di adeguarsi alla distanza dai luoghi sensibili (chiese, ospedali, bancomat ecc.) stabiliti con LR 1/2014 e implementati dalla LR 26/2017, inoltre sempre la LR 1/2014 all’Art. 6, Comma 16 (Competenze dei Comuni), stabilisce che i Comuni possono prevedere forme premiali per i soggetti che espongono il marchio <<NO SLOT>>;

Tutto ciò premesso

IMPEGNA IL SINDACO E LA GIUNTA

1. A valutare la possibilità di prevedere ulteriori incentivi e/o premialità con il bilancio comunale del 2021 per gli esercenti di Gorizia che esporranno il logo <<NO SLOT>> e avranno rimosso gli apparecchi per il gioco lecito;

2. A considerare la possibilità di impegnarsi quanto prima a rendere nota la lista dei luoghi sensibili presenti sul territorio comunale come previsto dalla LR 1/2014.

Tomasella: su fondi “Gorizia riparte” prima i goriziani

Proposta concreta per famiglie e imprese goriziane.
Gli oltre 3,6 milioni di euro che il Comune di Gorizia investirà per il dopo emergenza coronavirus vadano prima ai goriziani, magari contemplando il requisito della residenza in città da almeno 5 anni.
Penso sia doveroso nei confronti di chi vive, lavora e paga le tasse sul territorio e ha concretamente contribuito a costruire il nostro tessuto socioeconomico.
Questo il video dell’intervento che ho fatto la scorsa settimana in Consiglio comunale, cosa ne pensate???

Vi invito a mettere Mi Piace alla mia pagina Facebook e a seguirmi sul mio profilo Twitter.