Sempre in campo!

Grazie di cuore a chi ha speso un istante ad augurarmi buon compleanno! 😊
Festeggio in palestra insieme a mio papà, a praticare lo sport che amo 🏀🧡

Vi invito a mettere Mi Piace alla mia pagina Facebook, a seguirmi sul profilo Twitter e a iscrivervi al canale Telegram.

Immigrazione. Necessario controllo confini e taglio costi

‼️ #Immigrazione: leggete l’intervista all’assessore regionale alla Sicurezza, Pierpaolo Roberti 💪
Occorre controllare i nostri confini e bloccare gli ingressi irregolari per far sì che in Italia entri solo chi ha i documenti in regola.
L’auspicio è che al più presto Matteo Salvini torni ad essere ministro degli Interni per mettere la parola fine alla politica dei porti aperti e dei confini spalancati e, contestualmente, per dare una corposa sforbiciata ai costi dell’immigrazione clandestina fatta a spese degli italiani e dei goriziani.

Cosa ne pensate? Fatemi sapere la vostra opinione con un commento, vi risponderò molto volentieri.

Vi invito anche a mettere Mi Piace alla mia pagina Facebook, a seguirmi sul profilo Twitter e a iscrivervi al canale Telegram.

Amianto. Contributi rimozione da edifici residenziali 2022

Domande presentabili fino al 28 febbraio

All’articolo 4, commi 30 e 31 della Legge regionale di stabilità 2017, la Regione Friuli Venezia Giulia ha previsto la concessione di contributi per la rimozione e lo smaltimento, o per il solo smaltimento, dell’amianto dagli edifici di proprietà privata ad uso residenziale.

SOGGETTI BENEFICIARI

A poter beneficiare dei contributi sono:

-il proprietario o il comproprietario dell’immobile oggetto d’intervento;

-il locatario, il comodatario, l’usufruttuario o il titolare di altro diritto reale di godimento sull’immobile oggetto d’intervento;

condomini costituiti per la maggioranza da unità abitative a uso residenziale. In questo caso la domanda di contributo deve essere presentata dall’amministratore del condominio o da un altro soggetto a ciò delegato.

SPESE AMMISSIBILI

Sono ammesse a contributo le spese:

– necessarie alla rimozione, al trasporto e allo smaltimento dei materiali contenenti amianto;

– relative ad analisi di laboratorio;

– per la redazione del piano di lavoro di cui all’articolo 256 del decreto legislativo n.81/2008;

– inerenti l’approntamento delle condizioni di lavoro in sicurezza, nella misura massima del 10% dell’importo relativo alla sola rimozione del materiale contenente amianto.

È ammessa a contributo anche l’IVA.

Tutte le spese sopracitate devono essere sostenute dopo la presentazione della domanda.

Non sono invece ammesse a contributo le spese relative alla sostituzione del materiale rimosso e a interventi di incapsulamento o confinamento dei materiali contenenti amianto.

INTENSITÀ DEL CONTRIBUTO

Il contributo è pari al 50% della spesa ammissibile, per un importo massimo di 1.500,00 euro.

Per quanto riguarda i condomini, l’importo massimo concedibile è dato dal prodotto di 1.500,00 euro per il numero di unità abitative ad uso residenziale presenti nel condominio, sempre nel limite del 50% della spesa ammissibile.

PRESENTAZIONE DELLA DOMANDA

La domanda di contributo deve essere presentata esclusivamente attraverso l’applicativo informatico FEGC a partire dal 1 febbraio, entro e non oltre il 28 febbraio.

All’istanza devono essere allegati:

-un preventivo dettagliato della spesa da sostenere e l’indicazione della quantità di materiale da rimuovere;

– almeno due fotografie attestanti la presenza dell’amianto;

-documentazione attestante il pagamento del bollo;

– per le domande presentate dal locatario dell’immobile, l’autorizzazione alla realizzazione dell’intervento da parte del proprietario o di eventuali comproprietari;

– per la domande riferite a condomini, il verbale dell’assemblea che autorizza l’intervento.

Queste e molte altre informazioni utili sono disponibili alla pagina dedicata sul sito della Regione.

Data la pericolosità dell’amianto per la salute e l’importanza di rimuovere e smaltire in sicurezza questo materiale, ritengo il contributo in oggetto una misura molto significativa.

Cosa ne pensate? Fatemi sapere la vostra opinione con un commento, vi risponderò molto volentieri.

Vi invito a mettere Mi Piace alla mia pagina Facebook, a seguirmi sul profilo Twitter e a iscrivervi al canale Telegram.

Fvg. Contributi pratica sportiva persone con disabilità 2022

Termine di presentazione delle domande fissato al 31 gennaio

La Regione Friuli Venezia Giulia concede contributi a sostegno della pratica sportiva delle persone con disabilità.

La normativa di riferimento è rappresentata dall’articolo 18 della L.R. 8/2003 e dal relativo Regolamento.

SOGGETTI BENEFICIARI

I contributi sono rivolti a:

-associazioni sportive affiliate a Federazioni sportive paralimpiche, enti di promozione sportiva e discipline sportive associate, riconosciute dal Comitato Paralimpico Italiano (CIP);

-associazioni sportive affiliate all’Associazione Nazionale delle Polisportive per l’Integrazione Sociale (ANPIS);

-altre associazioni e società sportive, senza fini di lucro, nel cui Statuto sia specificatamente prevista l’organizzazione, in modo continuativo, di attività e manifestazioni sportive a favore delle persone con disabilità;

-comitati organizzatori locali, formalmente costituiti per l’organizzazione di manifestazioni sportive a favore delle persone con disabilità.

Tali soggetti devono avere sede operativa in Friuli Venezia Giulia ed essere costituiti da almeno due anni alla data di presentazione della domanda.

SPESE AMMESSE A CONTRIBUTO

Per quanto riguarda l’organizzazione delle manifestazioni sportive da svolgersi tra il 1 gennaio e il 31 dicembre 2022, sono ammesse a contributo le seguenti tipologie di spese:

-trasferimento, vitto e pernottamento presso strutture ricettive non di lusso per atleti, tecnici, arbitri, cronometristi, giudici di gara, dirigenti, relatori, docenti e collaboratori;

-compensi per docenti, relatori, arbitri, tecnici, giudici di gara, cronometristi e collaboratori, comprovati da buste paga, note di pagamento o parcelle;

-affitto di impianti e costi per l’allestimento delle sedi dell’iniziativa;

-noleggio di mezzi di trasporto e attrezzature;

-acquisto di premi quali medaglie, trofei e gadget;

-stampa di inviti e locandine per la pubblicizzazione dell’iniziativa;

-spese per l’assistenza sanitaria e spese mediche a vario titolo, strettamente inerenti all’iniziativa;

-spese per coperture assicurative e tasse alle Federazioni.

Sono inoltre ammesse a contributo le spese per l’acquisto di attrezzature specializzate, equipaggiamenti e mezzi di trasporto per lo svolgimento di attività sportive da parte di persone disabili.

INTENSITÀ DEL CONTRIBUTO

Il contributo viene calcolato sulla base a specifici criteri di valutazione assegnati alla manifestazione sportiva e agli interventi di acquisto. L’entità dello stesso non superare il 100% della spesa ammissibile e l’importo di euro 10.000,00.

PRESENTAZIONE DELLA DOMANDA

La domanda di contributo deve essere presentata in forma telematica, accedendo al sistema informatico “Istanze On Line“, entro il 31 gennaio 2022.

Ogni domanda può riferirsi ad una sola manifestazione sportiva o ad un solo intervento.

All’istanza di contributo devono essere allegati l’atto costitutivo o lo Statuto del soggetto richiedente, una relazione illustrativa della manifestazione sportiva o dell’acquisto, un preventivo dettagliato delle entrate e delle spese riferite all’iniziativa.

Queste e molte altre informazioni utili sono disponibili alla pagina dedicata sul sito della Regione.

Lo sport veicola valori quali lo spirito di squadra e la condivisione ed è un importante strumento di aggregazione e inclusione. In tal senso quindi, ritengo che i contributi in oggetto siano una misura molto significativa.

Voi cosa ne pensate? Fatemi sapere la vostra opinione con un commento, vi risponderò molto volentieri.

Vi invito a mettere Mi Piace alla mia pagina Facebook, a seguirmi sul profilo Twitter e a iscrivervi al canale Telegram.

Foto Internet

Trump. Il ritorno “La vera insurrezione il voto del 2020”

Un fiume in piena, nel suo primo comizio del 2022, a Florence, in Arizona, Donald Trump non si è risparmiato e per quasi due ore ha entusiasmato le migliaia di sostenitori presenti e pronti a sostenerne la campagna elettorale in vista delle elezioni di metà mandato tra otto mesi e le elezioni presidenziali del 2024.

Riprendiamoci l’America“, questo il leitmotiv del comizio del tycoon, il quale ha promesso ai suoi sostenitori che “il Paese ritornerà ad essere migliore, più grande e forte di quanto non lo sia mai stato“.

L’ex presidente ha duramente attaccato i democratici, sempre più spinti da uno “spirito maligno di fascismo di sinistra“. Secondo Trump, “Biden ha umiliato il Paese sul palcoscenico internazionale” – con chiaro riferimento alla situazione in Afghanistan, per cui “non è caduta alcuna testa” – e il suo mandato è stato un “disastro“.

The Donald si è soffermato a lungo anche sui fatti del gennaio 2021, affermando che “la vera insurrezione è stata quella del 3 novembre 2020“, il giorno dell’Election Day, sulla quale però “i democratici non indagano“.

A tal proposito Trump ha aggiunto: “Le persone hanno fame di verità e vogliono riavere il loro Paese. Ho corso due volte e abbiamo vinto due volte. E abbiamo fatto meglio la seconda volta“.

Pur non annunciando ufficialmente la propria candidatura alle prossime presidenziali, Donald Trump ha lanciato un messaggio molto chiaro. “Questo è l’inizio di un’onda rossa“, ha detto. “Ci riprenderemo il Congresso e nel 2024 torneremo alla Casa Bianca“.

La battaglia del Make America Great Again contro un sistema che vorrebbe la dissoluzione delle identità per un più manipolabile conformismo dei consumatori, è tutt’altro che conclusa: Go Donald Go!

Cosa ne pensate? Fatemi sapere la vostra opinione con un commento, vi risponderò molto volentieri.

Vi invito a mettere Mi Piace alla mia pagina Facebook, a seguirmi sul profilo Twitter e a iscrivervi al canale Telegram.

Quirinale. Fvg sceglie delegati per elezione Presidente

Oggi il Consiglio regionale del Friuli Venezia Giulia ha designato i tre delegati per l’elezione del prossimo Presidente della Repubblica.

Un momento importante, immagino anche un onore e un onere di grandissimo livello, che rappresenta uno di quegli obiettivi per nulla scontati nella vita, neppure per chi ha la passione o la vocazione per la politica.
Oltre al presidente del Consiglio, Piero Mauro Zanin, e al rappresentante dell’Opposizione, Sergio Bolzonello, a Roma andrà il nostro presidente Massimiliano Fedriga che, con la sua autorevolezza e grandissima esperienza, nonostante la giovane età, sono certo saprà rappresentarci al meglio.
Complimenti a tutti e tre i delegati, così come all’assemblea regionale che oggi ha avuto la possibilità di essere protagonista a un evento che sarà parte della storia della nostra Repubblica.

Sono grato e riconoscente di aver potuto vivere tale evento da addetto ai lavori 🇮🇹

Cosa ne pensate? Fatemi sapere la vostra opinione con un commento, vi risponderò molto volentieri.

Vi invito a mettere Mi Piace alla mia pagina Facebook, a seguirmi sul profilo Twitter e a iscrivervi al canale Telegram.

Smog. Gorizia, stop parziale circolazione mezzi più inquinanti

Introdotto, fino al 27 febbraio, un stop parziale alla circolazione nel centro di Gorizia per i veicoli più inquinanti.

Veicoli interessati

Lo stop, ma non l’attività di carico e scarico, riguarderà auto e mezzi pesanti fino alla classe Euro 3, oltreché cicli e motocicli fino alle classe Euro 2.

Sarà invece possibile muoversi utilizzando auto e mezzi pesanti Euro 4 e cicli Euro 3, veicoli ad emissione zero, veicoli a metano, GPL, bioetanolo o idrogeno, mezzi del trasporto pubblico di linea o turistico, veicoli per servizi socio-sanitari e per l’accompagnamento di persone con limitata o ridotta autonomia.

Zone interessate

Nella fascia oraria dalle 18:00 alle 20:00, ai mezzi inquinanti sopra citati, non saranno accessibili:

📍 Via Santa Chiara – Via Mameli – Via Roma;

📍 Largo Martiri delle Foibe – Via De Gasperi;

📍Piazza del Municipio – Via Cascino;

📍Corso Italia nel tratto da Via Cascino a Via Garibaldi;

📍Via Diaz, nel tratto da Via Garibaldi a via Rismondo;

📍Via Rismondo – Piazza Battisti;

📍Via Petrarca, nel tratto da Piazza Battisti a via Cadorna;

📍Via Cadorna, nel tratto da Via Petrarca a Via Boccaccio;

📍Via Boccaccio, nel tratto da Via Cadorna a Piazzale Donatori Volontari di Sangue.

Vi invito a mettere Mi Piace alla mia pagina Facebook, a seguirmi sul profilo Twitter e a iscrivervi al canale Telegram.

Banner Misure Anti-Smog Comune di Gorizia

Gorizia. Questura, urgono risposte da Roma

🔵 Un ringraziamento al consiglere regionale Diego Bernardis per aver rivolto particolare attenzione alla situazione della Questura di Gorizia.
Se vi va, leggete il nostro intervento congiunto pubblicato su Il Piccolo 📰

Vi invito anche a mettere Mi Piace alla mia pagina Facebook, a seguirmi sul profilo Twitter e a iscrivervi al canale Telegram.

Agricoltura. Contributi miglioramento utilizzo risorse idriche

Domande presentabili fino al 7 febbraio

Con la Delibera nr. 1495/2021, la Giunta regionale del Friuli Venezia Giulia ha approvato il bando per l’accesso individuale alla tipologia di intervento 4.1.5, “Miglioramento dell’uso e della gestione delle risorse idriche da parte delle aziende agricole“, del Programma di Sviluppo Rurale 2014-2020.

SOGGETTI BENEFICIARI

A poter beneficiari del sostegno di cui al presente bando sono:

-le imprese agricole individuali o societarie;

-le cooperative agricole di produzione che svolgono come attività principale la coltivazione del terreno o l’allevamento di animali.

Tali soggetti devono essere iscritti al Registro Imprese della Camera di Commercio, Industria, Artigianato e Agricoltura (CCIAA) e devono rientrare nella categoria di impresa non in difficoltà.

INTERVENTI AMMISSIBILI

Sono ammessi a sostegno gli interventi:

– di miglioramento, conversione, sostituzione degli impianti di irrigazione esistenti da scorrimento a impianti pluvirrigui, compresi i relativi sistemi informatici ed elettronici di controllo e di misurazione del consumo dell’acqua;

– per la realizzazione di sistemi di recupero e trattamento delle acque reflue aziendali a scopo irriguo;

– per la realizzazione di sistemi di irrigazione a ciclo chiuso;

– per realizzazione di invasi aziendali, anche di utilizzo collettivo, di capacità utile massima di 250.000 mc, per la raccolta delle acque meteoriche e relativi impianti di distribuzione di carattere esclusivamente aziendale;

– per la realizzazione di sistemi per la programmazione, la gestione, la misurazione, il controllo e l’automatizzazione degli impianti, compresi i contatori;

– per la realizzazione di interventi collegati a quelli precedenti (fabbricati, dotazioni, impiantistica).

Tali interventi devono essere realizzati in Regione e migliorare le prestazioni e la sostenibilità globale dell’azienda agricola, sia dal punto di vista economico che ambientale.

SPESE AMMISSIBILI

Sono ammessi a sostegno i costi:

– per la costruzione, la ristrutturazione e l’ampliamento dei beni immobili connessi con l’operazione (come stazioni di controllo, di pompaggio o di monitoraggio), delle vasche o dei bacini di raccolta delle acque meteoriche, degli impianti di fitodepurazione, della rete di adduzione e distribuzione irrigua esclusivamente aziendale;

– per l’acquisto di impianti, macchinari e attrezzature nuove connesse con l’operazione;

– relative a studi di fattibilità, onorari di professionisti e consulenti, spese tecniche e generali connesse ai costi di cui
ai punti precedenti;

– per l’acquisto di software.

I costi sopra citati devono essere fatturati e quietanzati dopo la data di presentazione della domanda e nel corso della durata dell’operazione, ad eccezione dei costi per la progettazione di opere edili, la stesura del Piano Aziendale e gli studi di fattibilità, che possono essere fatturati e pagati entro i
dodici mesi precedenti la domanda.

INTENSITÀ DEL CONTRIBUTO

Il costo ammissibile a sostegno è compreso tra un minimo di 25.000,00 euro e un massimo di 350.000,00 euro.

Il sostegno è erogato in forma di aiuto in conto capitale, secondo aliquote distinte in base alla tipologia di beneficiario ed è pari al:

75% del costo ritenuto ammissibile per i giovani agricoltori di cui all’articolo 2, lettera n) del Regolamento UE nr. 1305/2013, in possesso di tutti i requisiti indicati alla data di presentazione della domanda, già insediati durante i cinque anni precedenti alla stessa;

60% del costo ritenuto ammissibile per le altre imprese.

PRESENTAZIONE DELLA DOMANDA

La domanda di sostegno deve essere compilata, sottoscritta con firma digitale e rilasciata in formato elettronico sul portale del Sistema Informativo Agricolo Nazionale (SIAN) entro il 7 febbraio.

Queste e molte altre informazioni utili sono disponibili alla pagina dedicata sul sito della Regione.

Si tratta di una misura molto importante, sia in un’ottica di sostegno alle imprese e di miglioramento della loro competitività, che per quanto riguarda la sostenibilità ambientale.

Cosa ne pensate? Fatemelo sapere con un commento, vi risponderò molto volentieri.

Vi invito anche a mettere Mi Piace alla mia pagina Facebook, a seguirmi sul profilo Twitter e a iscrivervi al canale Telegram.

Foto Internet

Informatica. Corsi gratuiti per donne residenti a Gorizia

Il Comune di Gorizia promuove una serie di corsi di formazione gratuiti rivolti alle donne residenti in Città che desiderano migliorare le proprie competenze informatiche.

Tali corsi sono finanzati dalla Regione Friuli Venezia Giulia, con contributi annuali a valere sulla L.R. n. 24/2019 –  Attività sulle pari opportunità e realizzati in collaborazione con gli Enti di formazione presenti sul territorio (ENFAP FVG, ENAIP FVG, IAL FVG, AD FORMANDUM, EDILMASTER).

DESTINATARI DEI CORSI

I corsi sono rivoltI alle donne il cui nucleo familiare abbia residenza anagrafica nel Comune di Gorizia alla data di presentazione della domanda.

In caso di sovrannumero rispetto al massimo di 10 partecipanti per ciascun corso, la precedenza sarà attributa alle donne con figli in età scolare compresa tra 6 e 16 anni.

OFFERTA FORMATIVA

I corsi offerti sono diversi:

Alfabetizzazione digitale, pensato per migliorare le competenze informatiche di base e acquisire consapevolezza nella gestione delle
informazioni digitali, con particolare attenzione per la posta elettronica e i motori di ricerca;

Identificazione e accesso ai servizi online e sicurezza in rete, per facilitare l’accesso ai servizi pubblici online e incentivare l’utilizzo delle risorse digitali in sicurezza nella vita quotidiana;

Quello che il web sa di noi, pensato per rafforzare la capacità di utilizzare in maniera consapevole e sicura gli strumenti di comunicazione online e i social network e di  proteggere la propria identità digitale;

Dad facile in famiglia, per sviluppare e potenziare la capacità di utilizzo delle tecnologie digitali a fini didattici e comunicativi, in modo da poter supportare i figli nella didattica a distanza;

Personal branding, pensato per rafforzare le conoscenze e l’uso dei social media per la promozione di sé nel contesto lavorativo;

Benessere economico con il digitale, per sviluppare autonomia nell’utilizzo degli strumenti digitali per la gestione delle finanze familiari, con particolare attenzione al rapporto di conto corrente, il risparmio e gli investimenti e i pagamenti online;

Cellulare amico – base e avanzato, per imparare ad utilizzare il proprio smartphone e le sue funzioni utili a semplificare la vita quotidiana e lavorativa, fino ad arrivare ad un uso professionale del dispositivo.

ORGANIZZAZIONE DEI CORSI

Ciascun corso ha una durata di 12 ore, suddivisa in 4 incontri da 3 ore la mattina o il pomeriggio. Le lezioni si terranno in lingua italiana.

PRESENTAZIONE DELLA DOMANDA

La domanda di partecipazione ai corsi, redatta secondo l’apposito modulo disponibile sul sito del Comune di Gorizia, deve essere inviata tramite e-mail a uno degli Enti di formazione sopraindicati oppure presentata presso la segretaria degli stessi.

Queste e molte altre informazioni utili sono disponibili alla pagina dedicata sul sito del Comune.

Una misura significativa, volta a supportare le donne nell’utilizzo dei dispositivi informatici, sempre più utilizzati tanto nella vita quotidiana, nel mondo del lavoro e nei rapporti con le Pubbliche Amministrazioni quanto, a seguito della pandemia, anche come strumenti di didattica a distanza di bambini e ragazzi.

Cosa ne pensate? Fatemi sapere la vostra opinione con un commento, vi risponderò molto volentieri.

Vi invito anche a mettere Mi Piace alla mia pagina Facebook, a seguirmi sul profilo Twitter e a iscrivervi al canale Telegram.

Banner Donne e competenze digitali, Comune di Gorizia