Gorizia. Cultura, storia e arte al centro di Contea

La prossima settimana la manifestazione affiancherà Gusti Off!

Presentato il programma di Contea, la manifestazione culturale che affiancherà Gusti Off!, in programma da giovedì 23 a domenica 26 settembre.

Contea prenderà il via già lunedì 20. Gli spettacoli si terranno quasi interamente presso il Teatro Verdi di Gorizia.

Di seguito il calendario degli appuntamenti.

Lunedì 20

Alle 20:30, presso il ridotto “Macedonio”, la campagnia Theama Teatro Vicenza rappresenterà “La Commedia più Divina”, nella quale gli spettatori incontreranno alcuni dei personaggi più famosi del poema dantesco. A fare da sfondo le videoproiezioni delle illustrazioni di Gustave Doré.

Martedì 21

Rivalsieri – La Verità è nella musica”, una sorta di rivalsa del compositore Salieri, conosciuto come rivale di Mozart, andrà in scena al ridotto “Macedonio” alle 20:30.

Mercoledì 22

Alle 18:00, sempre al Verdi, lo spettacolo “Tre ritratti irriverenti del ‘300” offrirà una divertente rappresentazione di tre personaggi simbolo del 1300, Petrarca, Dante e Boccaccio.

Giovedì 23

Alle 17:30, presso i Giardini Pubblici (o in Via Garibaldi), l’associazione Invicti Lupi presenterà una rievocazione storica incentrata sul re longobardo Alboino, mentre alle 18:30, al ridotto “Macedonio”, si terrà il reading “Messerschmidt: la smorfia della follia”, dedicato alle opere più famose dello scultore austriaco, le “teste di carattere”.

Alle 20:30, nuovamente al Verdi, si terrà la conferenza “Il senso della vita”, con lo scrittore e teologo Vito Mancuso.

Venerdì 24

Tre gli incontri previsti per la giornata. Alle 16:30, al Verdi, “Il Friûl Oriental vie pai secui”, alle 17:00, presso la Sala Dora Bassi di Via Garibaldi, “Scenari ed evoluzione nel mondo del cibo sulla strada dello sviluppo sostenibile” e alle 18:00, sempre al Verdi, “Fortezze sui confini mobili e invisibili – I casi di Gorizia, Palmanova e Gradisca”.

Sabato 25

Il Verdi ospiterà alle 16:30 la conversazione “Dal coronavirus all’Afghanistan” con l’inviato di guerra Fausto Biloslavo e la giornalista Serenella Bettin e alle 20:30 lo spettacolo “I protagonisti della nostra storia”, nel quale saranno presentati alcuni tra i più grandi personaggi goriziani.

Domenica 26

Al Verdi una domenica interamente dedicata al sommo poeta.

La “Maratonadante” coinvolgerà attori provenienti da tutta la Regione che, a partire dalle 11:00 e per oltre 6 ore, leggeranno le 34 cantiche dell’inferno. A chiudere la manifestazione sarà il concentro “Dante D’Arpe”, a partire dalle 20:30.

A questi appuntamenti si aggiungeranno, tra gli altri, le mostre “Gli animali della nobiltà”, presso Palazzo Coronini Cronberg, e “Essere V_mano: in mostra 52 artigiani del Friuli Venezia Giulia”, oltre all’incontro “Gurize: une storie, tantis lenghis”, al Museo di Santa Chiara.

Queste e molte altre informazioni sono disponibili alla pagina dedicata sul sito del Comune di Gorizia.

Una manifestazione ricca di appuntamenti, che consentirà di far conoscere anche diversi aspetti della storia e della cultura goriziana.

Io non mancherò, e voi?

Vi invito anche a mettere Mi Piace alla mia pagina Facebook, a seguirmi sul mio profilo Twitter e a iscrivervi al mio canale Telegram.

Fvg. Contributi promozione sport aria aperta

Domande presentabili fino al 30 settembre

La Regione Friuli Venezia Giulia prevede contributi per la realizzazione, l’ampliamento e il ripristino di allestimenti, strutture e percorsi destinati, o da destinare, allo svolgimento di pratiche sportive ed escursionistiche all’aperto.

BENEFICIARI

A poter beneficiare dei contributi sono enti di promozione turistica (pubblici o privati), operatori economici e associazioni sportive che svolgono la propria attività sul territorio regionale.

I contributi sono concessi a soggetti e attivitàdiversi da quelli previsti a favore del Club Alpino Italiano (CAI) del Friuli Venezia Giulia.

SPESE AMMISSIBILI E INTENSITÀ DEL CONTRIBUTO

Sono ammesse a contributo le:

-spese per acquisto e installazione di attrezzature tecnologiche finalizzate all’avvio e allo svolgimento dell’attività all’aria aperta;

-spese per acquisto e posa in opera di arredi esterni e attrezzature per attività all’aria aperta e per la messa in sicurezza dei percorsi dedicati all’escursionismo;

-spese doganali e costi per trasporto, imballo e montaggio del bene acquistato;

-spese connesse all’attività di certificazione, di cui all’art. 41 bis L.R. 7/2000, per al massimo 1.000 euro.

Nel caso in cui si prevista la realizzazione di opere, sono ammesse a contributo anche le spese di progettazione, generali e di collaudo, i contributi previdenziali dovuti per legge e l’IVA indetraibile.

La spese ammissibile deve essere compresa tra 5.000,00 e 100.000,00 euro. L’intensità del contributo è pari al 70% della spesa ammissibile.

La domanda di contributo, redatta compilando l’apposito modulo e sottoscritta dal legale rappresentante del soggetto richiedente, deve essere inviata, pena l’archiviazione, entro e non oltre le 12:00 del 30 settembre 2021 esclusivamente tramite PEC all’indirizzo economia@certregione.fvg.it.

Al modulo di domanda devono essere allegati:

-la relazione analitica dell’iniziativa, contenente la destinazione degli allestimenti, delle strutture e dei percorsi allo svolgimento di pratiche sportive ed escursionistiche all’aria aperta;

-il prospetto analitico delle spese che si intendono sostenere e la copia dei preventivi;

-la dichiarazione relativa al titolo di proprietà o ad altro titolo di disponibilità dell’immobile oggetto dell’intervento;

-la dichiarazione sostitutiva dell’atto di notorietà relativa agli aiuti de minimis;

-una dichiarazione indicante eventuali altri contributi richiesti o ottenuti dallo Stato o da altri soggetti per la stessa opera o per il medesimo intervento;

-fotocopia del documento di identità in corso di validità del richiedente.

Queste e molte altre informazioni utili sono disponibili alla pagina dedicata sul sito della Regione.

Si tratta di una misura molto significativa che, insieme all’attività sportiva all’aria aperta, promuove anche l’importante patrimonio paesaggistico della nostra Regione.

Cosa ne pensate? Fatemi sapere la vostra opinione con un commento, vi risponderò molto volentieri.

Vi invito anche a mettere Mi Piace alla mia pagina Facebook, a seguirmi sul mio profilo Twitter e a iscrivervi al mio canale Telegram.

11 settembre 2001. Attacco al cuore dell’Occidente

Foto internet

11 settembre 2001, attacco agli Stati Uniti, attacco all’Occidente. I drammatici avvenimenti di quel martedì newyorkese di vent’anni fa paralizzano il mondo intero e cambiano per sempre il corso della storia.

Tutto ha inizio alle 8:46 in America, quasi le 3 del pomeriggio in Italia. Il terrorista egiziano Muhammad ‘Attā, preso il controllo dell’aereo di linea American Airlines 11, si schianta contro la Torre Nord del World Trade Center. Alle 9:03 un secondo aereo colpisce la Torre Sud.

La furia dei terroristi islamici non si ferma e, con le stesse modalità dei primi due attacchi, mezz’ora più tardi il volo American Airlines 77 si schianta contro la facciata ovest del Pentagono. Alle 10:03 un quarto aereo precipita in aperta campagna in Pennsylvania: secondo le ricostruzioni, gli obiettivi dovevano essere la Casa Bianca o il Campidoglio, evitati grazie al coraggio dei passeggi a bordo dell’aereo.

L’orrore degli attentati fa presto il giro del mondo, trasmesso in diretta da tutte le televisioni. Le immagini della strage, rivendicata 3 anni più tardi da Osama Bin Laden, ucciso in un blitz americano a Islamabad nel 2011, sono davvero straziati. Le Twin Towers avvolte dal fuoco, un’immensa nube di fumo, polvere e detriti che ricopre la città e migliaia di persone che cercano di allontanarsi il più possibile dal luogo dello schianto.

A testimoniare quei tragici momenti anche Oriana Fallaci. “Ero a casa, la mia casa è nel centro di Manhattan, e verso le 9 ho avuto la sensazione d’un pericolo che forse non mi avrebbe toccato ma che certo mi riguardava. Sai, la sensazione che si prova alla guerra, anzi in combattimento, quando con ogni poro della pelle senti la pallottola o il razzo che arriva, e tendi le orecchie e gridi a chi ti sta accanto: «Down! Get down! Giù! Buttati giù». L’ho respinta. Non ero mica in Vietnam, mi son detta. Non ero mica in una delle tante e fottutissime guerre che sin dalla Seconda Guerra Mondiale hanno seviziato la mia vita! Ero a New York, perbacco, in un meraviglioso mattino di settembre. L’11 settembre 2001. Ma la sensazione ha continuato a possedermi, inspiegabile, e allora ho fatto ciò che al mattino non faccio mai. Ho acceso la Tv. Bè, l’audio non funzionava. Lo schermo, sì. E su ogni canale, qui di canali ve ne sono quasi cento, vedevi una torre del World Trade Center che bruciava come un gigantesco fiammifero. La prima è crollata perché è implosa, ha inghiottito sé stessa. La seconda perché s’è fusa, s’è sciolta proprio come se fosse stata un panetto di burro”.

Nella strage dell’11 settembre, la prima vera dichiarazione di guerra che il terrorismo islamico ha fatto all’Occidente, alla democrazia, alla libertà e al rispetto della vita, morirono circa 3.000 persone, di cui 2.600 nel crollo delle Torri.

Gli attenti di New York e Washington sono purtroppo soltanto l’inizio della violenza dei terroristi, che colpisce anche l’Europa, facendola diventare un vero e proprio campo di battaglia. Gli attacchi degli ultimi 15 anni nel Regno Unito, in Francia, Belgio, Spagna, Germania, Olanda, Danimarca, Finlandia e Svezia, realizzati con bombe, sparatorie o camion lanciati a tutta velocità sulla folla, sono rivendicati dalle reti legate ad Al Qaeda, incitate dallo stesso Bin Laden alla jihad contro israeliani, occidentali e musulmani ‘corrotti’ e dall’Isis.

Di fronte a tutto ciò, l’Europa deve farsi trovare pronta, attrezzarsi per portare avanti politiche comuni che sappiano prevenire queste follie e monitorare la situazione per scongiurare qualsiasi altra tragedia. Non è possibile abbassare la guardia perché la minaccia del terrorismo islamico è una minaccia reale, un’ideologia che vuole attaccare e distruggere principi, valori, usi e costumi che hanno reso la nostra società libera, democratica e avanzata e che ci hanno permesso di arrivare a raggiungere obiettivi di sviluppo e prosperità che altrimenti non avremmo mai potuto traguardare.

Cosa ne pensate? Fatemi sapere la vostra opinione con un commento, vi risponderò molto volentieri.

Vi invito anche a mettere Mi Piace alla mia pagina Facebook, a seguirmi sul mio profilo Twitter e a iscrivervi al mio canale Telegram.

Gorizia. Gusti Off, i dettagli della kermesse

Accessi limitati, obbligatorio il Green Pass

Presentata ufficialmente Gusti Off!, la nuova edizione – più contenuta rispetto alle precedenti a causa delle limitazioni anti Covid – della kermesse Gusti di Frontiera, che si svolgerà a Gorizia dal 23 al 26 settembre.

LA MAPPA DELL’EVENTO

Proprio al fine di evitare gli assembramenti e garantire la sicurezza dei partecipanti, la manifestazione avrà luogo entro due aree ben delimitate della città, che potranno ospitare un massimo di 2.700 persone per volta. La prima comprenderà piazza Cesare Battisti e i Giardini pubblici e ospiterà gli stand austriaci e francesi, la seconda si svilupperà in via Roma, una parte di via Crisipi e piazza Vittoria, con gli stand regionali, sloveni e istituzionali.

ACCESSO ALLE AREE

Per accedere a Gusti Off! sarà obbligatorio esibire il Green Pass. Il certificato verde potrà essere richiesto anche all’interno delle due maxi-aree, nelle quali sarà consentito mangiare e bere soltanto da seduti.

IL MENÙ

La kermesse enogastronomica ospiterà circa 60 stand, che offriranno specialità tipiche della Mitteleuropa e del nostro territorio.

Gusti Off! mette insieme l’esigenza di garantire la sicurezza con la voglia di ripartire e di ritrovarsi dopo un anno e mezzo di pesanti limitazioni dovute alla pandemia. La kermesse enogastronomica, affiancata dalla manifestazione culturale Contea, sarà di certo un’importante occasione per promuovere le tante peculiarità della nostra splendida Città.

Io non mancherò, e voi?

Vi invito anche a mettere Mi Piace alla mia pagina Facebook, a seguirmi sul mio profilo Twitter e a iscrivervi al mio canale Telegram.

Fvg. Contributi acquisto veicoli a basse emissioni

La Regione Friuli Venezia Giulia concede contributi per la rottamazione di veicoli Euro 0, 1, 2, 3, 4 alimentati a benzina e a gasolio e il contestuale acquisto di veicoli ecologici.

SOGGETTI BENEFICIARI

Possono beneficiare del contributo le persone fisiche che, alla data di presentazione della domanda, siano residenti sul territorio regionale.

OGGETTO DEL CONTRIBUTO

Il veicolo da rottamare deve appartenere alla categoria M1 (destinato al trasporto di persone, con al massimo otto posti a sedere oltre al sedile del conducente) e deve essere intestato al richiedente o a un familiare convivente in qualità di proprietario o comproprietario.

La medesima categoria è richiesta anche per il veicolo acquistato, adibito ad uso privato, che sia:

-nuovo di fabbrica e di prima immatricolazione;

-a km 0 o usato, immatricolato da meno di due anni.

Il veicolo può avere alimentazione:

– bifuel (benzina e metano) o ibrida, con cilindrata non superiore a 4.000 cc e deve rientrare nella categoria Euro 6;

– elettrica.

ENTITÀ DEL CONTRIBUTO

Per quanto riguarda i veicoli nuovi e a km 0, il contributo massimo è pari a 3.000,00 euro per l’acquisto di veicoli bifuel (alimentati a benzina e metano), 4.000,00 euro per l’acquisto di veicoli ibridi, 5.000,00 euro per l’acquisto di veicoli elettrici. Nel caso di veicoli usati il contributo è rispettivamente pari a 1.500,00, 2.000,00 e 2.500,00 euro.

PRESENTAZIONE DELLA DOMANDA

La domanda di contributo deve essere presentata alla Camera di Commercio nella cui circoscrizione territoriale è ricompreso il Comune di residenza del richiedente.

Secondo quanto previsto dalla L.R. di assestamento 2021, l’ordine o l’acquisto del veicolo devono essere stati effettuati entro il 31 dicembre 2020 e la domanda di contributo va presentata entro il 31 dicembre 2021.

Il vecchio veicolo deve essere rottamato nel periodo compreso tra i 30 giorni precedenti e i 30 giorni successivi all’immatricolazione di quello nuovo.

CUMULABILITÀ

Il contributo è cumulabile con altri incentivi ottenuti a copertura della spesa sostenuta per l’acquisto del veicolo, nel limite del 100% della spesa stessa.

Queste e molte altre informazioni utili sono disponibili alla pagina dedicata sul sito della Regione

Ridurre l’inquinamento e migliorare la qualità dell’aria sono obiettivi davvero importanti da perseguire. A tal proposito, i contributi per l’acquisto di veicoli ecologici, a basse emissioni di Co2, rappresentano di certo una misura significativa.

Cosa ne pensate? Fatemi sapere la vostra opinione con un commento, vi risponderò molto volentieri.

Vi invito anche a mettere Mi Piace alla mia pagina Facebook, a seguirmi sul mio profilo Twitter e a iscrivervi al mio canale Telegram.

Gorizia. A fine mese nuova edizione di Gusti di Frontiera

Dopo un anno di stop dovuto alla pandemia, a fine settembre – da giovedì 23 a domenica 26Gorizia ospiterà nuovamente Gusti di frontiera, la kermesse enogastronomica che porta in Città sapori e piatti tipici d’Europa.

L’edizione di quest’anno, Gusti Off, sarà tuttavia più contenuta rispetto alle precedenti. Gli stand saranno collocati in piazza Cesare Battisti, ai Giardini pubblici, in via Roma e piazza Vittoria, una parte di via Oberdan e via Crispi.

In ottemperanza con le disposizioni anti contagio, per accedere a queste aree del centro sarà obbligatorio esibire il Green Pass. La certificazione verde non sarà invece richiesta per mangiare all’aperto presso bar e ristoranti. Accanto all’offerta locale, sarà possibile degustare specialità della cucina italiana, francese, austriaca, slovena e ungherese.

L’appuntamento con Gusti Off sarà accompagnato dalle iniziative letterarie di Contea, interessante manifestazione culturale inaugurata già lo scorso anno.

Insieme alla tradizionale sagra di San Rocco, questa nuova edizione della kermesse rappresenta un importante segnale di ripresa per la nostra Città, un momento per ritrovarsi e ripartire insieme.

Io ci sarò, e voi?

Vi invito anche a mettere Mi Piace alla mia pagina Facebook, a seguirmi sul mio profilo Twitter e a iscrivervi al mio canale Telegram.

3 settembre. Ucciso dalla mafia il generale Dalla Chiesa

Trentanove anni fa, in quella che divenne tristemente nota come strage di Via Carini, veniva ucciso per mano della mafia il prefetto di Palermo e generale dei Carabinieri Carlo Alberto Dalla Chiesa.

Alle 21:00 del 3 settembre 1982 il generale Dalla Chiesa e la moglie Emanuela Setti Carraro percorrevano, a bordo di una Autobianchi A112 scortata dall’agente Domenico Russo, via Isidoro Carini a Palermo. A seguirli, una motocicletta Honda e una BMW che aprirono il fuoco rispettivamente contro l’agente Russo e l’A112, colpendo a morte il prefetto e sua moglie. Domenico Russo morirà il 15 settembre.

Onore ad uomo che ha dedicato la propria vita alla lotta contro la criminalità organizzata e il terrorismo delle Brigate Rosse, nel nome della giustizia e della libertà.

Certe cose non si fanno per coraggio, si fanno solo per guardare più serenamente negli occhi i nostri figli e i figli dei nostri figli. La mafia è cauta, lenta, ti misura, ti ascolta, ti verifica alla lontana. Un altro non se ne accorgerebbe, ma io questo mondo lo conosco”.

Vi invito a mettere Mi Piace alla mia pagina Facebook, a seguirmi sul mio profilo Twitter e a iscrivervi al mio canale Telegram.

Gorizia. Accesso servizio scuolabus 2021-2022

Domande entro il 5 settembre

In concomitanza con l’inizio dell’anno scolastico 2021/2022, giovedì 16 settembre partirà il servizio di trasporto scolastico del comune di Gorizia.

CARATTERISTICHE DEL SERVIZIO

Gli alunni iscritti al servizio di trasporto dovranno, pena l’esclusione dallo stesso, essere accompagnati al punto di raccolta prestabilito dal genitore/esercente la responsabilità genitoriale o da un altro soggetto maggiorenne, come preventivamente comunicato al momento dell’iscrizione.

Le famiglie saranno tenute a rispettare gli orari di partenza e di arrivo del servizio di trasporto nei punti di raccolta specificati all’allegato C disponibile sul sito del Comune. Le stesse saranno inoltre responsabili per il comportamento tenuto dai propri figli sia al di fuori dal mezzo che durante il tragitto. All’interno dello scuolabus i bambini dovranno infatti anche rispettare le disposizioni previste per il contenimento della diffusione del contagio da Covid-19.

Compete alla famiglia informare la scuola e il doposcuola relativamente all’utilizzo del servizio da parte del proprio figlio.

TARIFFE

Il costo dell’abbonamento mensile andata/ritorno è di € 27,40, quello per la corsa singola è di € 13,70. Il costo dell’abbonamento annuale è invece di € 151,60, con la corsa singola che ammonta a € 75,80.

Tali tariffe devono essere aumentate del 40% per gli alunni non residente nel Comune di Gorizia.

AGEVOLAZIONI

Per le famiglie con più figli che fruiscono del servizio di trasporto andata e ritorno, la tariffa individuale è ridotta del 10% per ciascun figlio.

PRESENTAZIONE DELLA DOMANDA

La domanda di accesso al servizio deve essere presentata entro e non oltre le ore 24:00 di domenica 5 settembre, esclusivamente tramite e-mail all’indirizzo educativi@comune.gorizia.it.

Al modulo di domanda devono essere allegati un documento di identità del richiedente, il patto di corresponsabilità e l’informatica privacy, debitamente firmati.

A partire dal giorno 6 settembre e per il resto dell’anno scolastico in corso, le iscrizioni proseguiranno per gli eventuali posti ancora disponibili, seguendo il criterio della data e dell’ora di presentazione della domanda. L’iscrizione dovrà essere effettuata con almeno 3 giorni di anticipo rispetto all’utilizzo dei mezzi, sempre via email.

PAGAMENTO

Il pagamento di quanto dovuto dovrà essere effettuato dopo aver ricevuto la conferma del posto, entro 5 giorni dalla comunicazione. Il mancato pagamento entro la scadenza comporterà la perdita del posto, che sarà considerato disponibile a favore dei richiedenti in lista d’attesa.

Nel caso di abbonamento mensile, il pagamento dovrà essere effettuato prima dell’inizio del mese di utilizzo.

Queste e molte altre informazioni utili sono disponibili alla pagina dedicata sul sito del Comune di Gorizia.

Vi invito a mettere Mi Piace alla mia pagina Facebook, a seguirmi sul mio profilo Twitter e a iscrivervi al mio canale Telegram.

Cammino di Santiago. Da Nájera a Grañón

8️⃣ Inizia la seconda settimana di cammino verso #Santiago! A Santo Domingo Della Calzada gli ostelli sono già tutti al completo, quindi avanti fino a Grañón💪🏻

Una tappa di circa 27 km, in cui non sono ovviamente mancate salite sotto il sole e ampie distese di campi coltivati ☀️🌾

Qui trovate il video completo della giornata.

Fatemi sapere la vostra opinione con un commento, sarò felice di rispondervi!

Vi invito anche a mettere Mi Piace alla mia pagina Facebook, a seguirmi sul mio profilo Twitter e a iscrivervi al mio canale Telegram.

Fvg. Offerte di lavoro vendemmia 2021

Diverse le opportunità sul territorio regionale

Settembre, tempo di vendemmia!

In Friuli Venezia Giulia, Regione che da sempre vanta un’importante vocazione vitivinicola, vi sono diverse offerte di lavoro per candidati vendemmiatori. Di seguito i dettagli.

-A San Floriano del Collio sono disponibili 3 posti con assunzione a tempo determinato part time, dalle 06:00 alle 14:00, dal lunedì al sabato nel mese di settembre. L’offerta è riservata a candidati maggiorenni e automuniti, esclusi gli studenti delle scuole superiori per garantire la disponibilità lungo tutta la durata della vendemmia. Si richiedono esperienza pregressa nella mansione, manualità e abitudine a camminare in salita e su terreni sconnessi.

-A Corno di Rosazzo sono disponibili 30 posti a tempo determinato per il periodo settembre-ottobre. I candidati devono essere in possesso della patente B e di un mezzo proprio. Non è richiesta esperienza pregressa.

-A Gradisca d’Isonzo sono disponibili 15 posti a tempo determinato full time per un periodo di 20/25 giorni effettivi tra settembre e ottobre, con orario variabile a seconda delle condizioni atmosferiche. L’offerta è riservata a persone maggiorenni e automunite, esclusi gli studenti delle scuole superiori. Si richiede inoltre esperienza pregressa nella mansione.

-A San Giovanni al Natisone sono disponibili 16 posti a tempo determinato full time, per un periodo di 15/20 giorni. Non è richiesta esperienza pregressa nella mansione ma è necessario che i candidati siano automuniti.

-A Dolegna del Collio sono disponibili 3 posti a tempo determinato part time per il mese di settembre, circa 5 giornate effettive di lavoro, anche frammentate, dalle 7:00 alle 12:30. L’offerta è riservata a persone maggiorenni e automunite, esclusi gli studenti delle scuole superiori. Se a candidarsi sono cittadini stranieri, è richiesta una buona conoscenza della lingua italiana.

-A Cormons sono disponibili 50 posti a tempo determinato per mese di settembre con orario di lavoro flessibile, anche festivi. Il lavoro si svolgerà nei comuni di Cormons, Brazzano, Manzano, San Giovanni al Natisone. L’offerta è riservata a persone maggiorenni e automunite, esclusi gli studenti delle scuole superiori.

-A Mariano del Friuli sono disponibili 10 posti a tempo determinato full time, da metà settembre a metà ottobre, per circa 15 giorni effettivi di lavoro. L’offerta è riservata a persone maggiorenni e automunite (preferibilmente residenti nella provincia di Gorizia), esclusi gli studenti delle scuole superiori. È preferibile che i candidati abbiano già maturato esperienza nella mansione. Il codice dell’offerta è E952-39841.

-A Buttrio sono disponibili 16 posti a tempo determinato full time per il mese di settembre. Non è richiesta esperienza pregressa nella mansione.

Queste e molte altre informazioni utili sono disponibili alla pagina dedicata (sezione Agricoltura) sul sito della Regione.

Si tratta di un’esperienza lavorativa che offre la possibilità di scoprire il nostro territorio e le sue eccellenze, di cui non possiamo che essere orgogliosi.

Cosa ne pensate? Fatemelo sapere con un commento, vi risponderò molto volentieri.

Vi invito anche a mettere Mi Piace alla mia pagina Facebook, a seguirmi sul mio profilo Twitter e a iscrivervi al mio canale Telegram.