COVID. Parametri e aperture, intervista a Massimiliano Fedriga

Il contrasto alla pandemia richiede pragmatismo, buonsenso e confronto per elaborare i provvedimenti migliori con l’obiettivo di tutelare salute ed economia. Ne parla oggi il governatore Massimiliano Fedriga in un’interessante intervista al Corriere.

Cosa ne pensate? Fatemi sapere la vostra opinione con un commento, vi risponderò volentieri.

Vi invito anche a mettere Mi Piace alla mia pagina Facebook, a seguirmi sul mio profilo Twitter e a iscrivervi al mio canale Telegram.

Gorizia. Gazebo Lega, avanti tutta!

Essere in piazza per parlare, incontrarvi, scambiare pareri e opinioni, talvolta ricevere anche qualche critica costruttiva (ci sta!!!), mancava tantissimo!

Un ringraziamento particolare alla squadra della Lega Giovani Gorizia e al senatore Mario Pittoni, alla senatrice Raffaella Marin, all’europarlamentare Elena Lizzi e al consigliere regionale Diego Bernardis per la sempre massima disponibilità e attenzione anche a #Gorizia e al suo territorio 😁💙🙏

Cosa ne pensate? Fatemi sapere la vostra opinione con un commento, sarò felice di rispondervi.

Vi invito anche a mettere Mi Piace alla mia pagina Facebook, a seguirmi sul mio profilo Twitter e a iscrivervi al mio canale Telegram.

COVID. Zona gialla confermata per il FVG

Quella che si aprirà lunedì 10 maggio sarà, per il Friuli Venezia Giulia, la terza settimana in zona gialla.

Di seguito trovate le disposizioni in vigore.

Spostamenti

Tra le 5 e le 22 è possibile spostarsi liberamente all’interno della propria Regione, tra le 22 e le 5, invece, sono consentiti soltanto gli spostamenti per motivi di salute, lavoro e necessità e gli stessi devono essere autocertificati. Per quanto riguarda le visite a parenti e amici, lo spostamento verso un’abitazione privata è consentito soltanto una volta al giorno, tra le 5 e le 22, ad un massimo di 4 persone oltre ai minori.

È libero lo spostamento tra zone gialle, quello verso zone arancioni e rosse – per motivi diversi da salute, lavoro e necessità – può avvenire soltanto se in possesso del “certificato verde”, che attesti l’avvenuta vaccinazione, guarigione – con validità di 6 mesi – o tampone nelle 48 ore precedenti.

Bar, ristoranti e negozi

È possibile pranzare e cenare al bar o al ristorante dotato di servizio al tavolo all’aperto. La riapertura dei locali al chiuso attualmente è prevista, soltanto a pranzo, per il 1 giugno.

Sono aperti i negozi al dettaglio; nei festivi e prefestivi sono chiusi gli esercizi presenti all’interno dei centri commerciali e dei mercati, tranne punti vendita di generi alimentari, farmacie, parafarmacie, presidi sanitari, lavanderie e tintorie, agrarie, tabacchi, edicole e librerie.

Sono aperti anche parrucchieri e centri estetici.

Attività culturali

Cinema e teatri possono ospitare il 50% degli spettatori rispetto alla capienza totale, con un massimo di mille persone all’aperto e cinquecento al chiuso. In entrambi i casi i posti a sedere devono essere pre assegnati.

Attività sportiva

Oltre allo sport individuale, è consentito lo sport di contatto e di squadra all’aperto. Le piscine scoperte potranno riprendere l’attività dal 15 maggio, le palestre e le piscine al chiuso potranno riaprire dal 1 giugno.

L’avvio della stagione estiva è fissato al 15 maggio.

Scuole

Alle scuole superiori le lezioni si svolgono in presenza per almeno il 70% degli studenti.

Dopo le prime riaperture delle scorse settimane, nelle zone gialle sarebbe auspicabile anticipare la ripresa delle diverse attività finora rimaste chiuse, applicando rigide regole di sicurezza che consentano di tutelare, insieme, salute ed economia. Inoltre, come chiesto più volte dal segretario della Lega Matteo Salvini, visto che i numeri lo consentono, ulteriore misura di buonsenso sarebbe quella di eliminare il coprifuoco, per tornare a lavorare e a vivere.

Cosa ne pensate? Fatemi sapere la vostra opinione con un commento, vi risponderò molto volentieri.

Vi invito anche a mettere Mi Piace alla mia pagina Facebook, a seguirmi sul mio profilo Twitter e a iscrivervi al mio canale Telegram.

Gorizia. Gazebo Lega sabato 8 maggio

Sabato di tesseramenti Lega Salvini Premier a Gorizia! 🇮🇹

Dopo il via della scorsa settimana, domani saranno con noi la senatrice Raffaella Marin e il senatore Mario Pittoni. Il tutto si svolgerà nel rispetto delle disposizioni anti contagio. Non mancate! 😊

Vi invito anche a mettere Mi Piace alla mia pagina Facebook, a seguirmi sul mio profilo Twitter e a iscrivervi al mio canale Telegram.

6 maggio. Terremoto Friuli grande esempio di ripartenza

6 maggio 1976: una data tristemente impressa nel cuore e nella mente dei friulani, di chi ha vissuto in prima persona le vicende di quella notte e delle generazioni successive.

Sono passate da poco le 21:00 quando una forte scossa di terremoto di magnitudo IX della scala Mercalli investe l’alto Friuli, con epicentro nella zona tra Gemona e Artegna. Il sisma avvertito in tutta la Regione e nel Nord Italia, causa circa mille morti e 80 mila sfollati. Sono molto ingenti anche i danni, aggravati dalle scosse del mese di settembre.

La macchina dei soccorsi si muove tempestivamente: il personale medico sanitario, le Forze Armate, gli Alpini e i Vigili del Fuoco si attivano fin da subito per salvare vite e mettere in sicurezza gli edifici pericolanti. Fondamentale è anche il contributo di tantissimi cittadini che, seppur pesantemente coinvolti, si rimboccano le maniche e partecipano alle operazioni.

L’esempio della ricostruzione, guidata dal Commissario Straordinario Zamberletti, è noto come “modello Friuli”. “Prima le fabbriche, poi le case e infine le chiese”: i paesi distrutti dal sisma vengono ricostruiti esattamente com’erano prima di quella tragica notte. Figlia del terremoto anche l’Università di Udine, inaugurata nel 1978.

Nell’anniversario del sisma, rivolgo un pensiero alle vittime e alle loro famiglie. L’impegno, la dedizione e l’amore per la propria terra, la forza e la coesione dimostrata dalla popolazione 45 anni fa rappresentano un grandissimo esempio per ciascuno di noi, un insegnamento prezioso a cui ispirarci per superare anche il momento particolarmente complesso che stiamo affrontando.

Se vi va, raccontatemi la vostra esperienza con un commento, vi leggerò e risponderò molto volentieri.

Vi invito anche a mettere Mi Piace alla mia pagina Facebook, a seguirmi sul mio profilo Twitter e a iscrivervi al mio canale Telegram.

Trump. Facebook censura, lui rilancia e pensa al 2024

Non si ferma la censura social nei confronti di Donald Trump. Dopo l’esclusione a vita da Twitter decisa lo scorso febbraio, l’Oversight Board di Facebook ha infatti confermato, per il momento, la sospensione dell’account del 45esimo Presidente degli Stati Uniti. Il Comitato indipendente ritornerà sulla questione entro sei mesi.

Innocente per il Senato ma condannato dai Big Tech, quindi. Donald Trump però non si arrende e, dopo essere stato assolto anche nel secondo processo per impeachment, lancia una nuova piattaforma sul web, From the Desk of Donald J. Trump (Dalla scrivania di Donald J. Trump) dove avviare un processo di controinformazione.

Significative in tal senso sono le parole usate dallo stesso Presidente per presentarla: “Ciò che Facebook, Twitter e Google hanno fatto è una vergogna totale e mette il nostro Paese in imbarazzo. Il Presidente degli Stati Uniti è stato privato della libertà di espressione perché la lunatica sinistra radicale è spaventata dalla verità, ma la verità emergerà comunque, più grande e più forte che mai. Le Persone del nostro Paese non lo tollereranno! I social media corrotti devono pagare un prezzo politico e non devono più essere autorizzati a distruggere e decimare il Processo Elettorale”.

L’intento di Trump è quindi chiaro: creare uno strumento che consenta agli utenti di scambiarsi opinioni e confrontarsi liberamente e in sicurezza, senza il rischio di censure. Il punto è: questa volta gli sarà concesso?

Dopo i preoccupanti e ripetuti episodi di censura applicati da società private nei confronti di rappresentati democraticamente eletti, gruppi di persone e testate nazionali, finalmente una piattaforma libera, democratica e politicamente non schierata: Go Donald, Go!

Cosa ne pensate? Fatemi sapere la vostra opinione con un commento, vi risponderò molto volentieri.

Vi invito a mettere Mi Piace alla mia pagina Facebook, a seguirmi sul mio profilo Twitter e a iscrivervi al mio canale Telegram.

Ciclismo. Gorizia aspetta il Giro e si tinge di rosa

Gorizia si prepara ad accogliere la 15esima tappa del Giro d’Italia 2021 che, domenica 23 maggio, terminerà proprio in Piazza Vittoria.

Nel corso delle prossime settimane, infatti, saranno diversi gli eventi all’insegna delle due ruote che coloreranno la Città di rosa.

Nel dettaglio, in Via Rastello sarà allestita la mostra di biciclette d’epoca di Fabio Algadeni e vi sarà uno spazio dedicato al paraciclismo. Nelle vetrine delle botteghe delle storica Via saranno esposte le divise di grandi sportivi, che potranno anche essere acquistate: il ricavato verrà devoluto al Burlo Garofalo. L’inaugurazione ufficiale dell’allestimento è prevista per la mattina di sabato 8 maggio.

Lunedì 10 dalle ore 18:00 al Teatro Verdi sarà presentata la tappa Grado-Gorizia. Nel corso della serata saranno inoltre ricordati alcuni tra i più grandi campioni goriziani del passato. Tra gli ospiti anche Bruno Pizzul.

Ricco di eventi anche il prossimo fine settimana. Venerdì 14 e sabato 15 a partire dalle 10:00, la sfilata delle bici d’epoca partirà da Via Rastello e attraverserà la Città fino a San Mauro, dove sarà presentata l’edizione 2021 del Collio Brda Classic. Sempre sabato, alle 12:00, si terrà la manifestazione internazionale di regolarità super classica per le auto storiche, mentre domenica 16 sarà possibile percorrere in bici gli ultimi 35 chilometri del Giro.

Sabato 22 Via Rastello, allestita per la Corsa, accoglierà un concorso di biciclette recuperate e colorate rivolto a fioristi, vivaisti e appassionati. A seguire, verrà presentato il libro “La BC” di Fabio Algadeni, dedicato al ciclismo d’epoca.

Il Giro d’Italia rappresenta un’importante vetrina internazionale per Gorizia e per l’intero territorio transfrontaliero anche nell’ambito della Capitale europea della cultura 2025. Si tratta, inoltre, di una significativa occasione per promuovere e valorizzare le peculiarità e le bellezze della Città e del goriziano.

Rivolgo un sentito ringraziamento all’Associazione Via Rastello e alle tantissime persone che, con grande passione e impegno, si stanno dando da fare per la realizzazione e la promozione del Giro e degli eventi che animeranno Gorizia fino al 23 maggio. L’auspicio è che la situazione dei contagi ci consenta di partecipare tutti insieme a tale attesissimo evento per la città di Gorizia e tutto il territorio del Friuli Venezia Giulia.

Qui trovate le tappe del Giro d’Italia 2021 in provincia di Gorizia.

Cosa ne pensate? Fatemi sapere la vostra opinione con un commento, sarò felice di rispondervi.

Vi invito a mettere Mi Piace alla mia pagina Facebook, a seguirmi sul mio profilo Twitter e a iscrivervi al mio canale Telegram.

FVG. Indennizzi a ristoro danni nevicate gennaio 2021

La Regione Friuli Venezia Giulia prevede indennizzi a favore di privati e imprese che abbiano subito danni a seguito delle copiose nevicate dello scorso gennaio.

ENTITÀ DEL CONTRIBUTO

I privati possono ricevere un massimo di 5.000,00 euro, le imprese fino a 20.000,00 euro. L’indennizzo verrà riconosciuto per la parte del danno eventualmente non rimborsata da un’assicurazione.

PRESENTAZIONE DELL’ISTANZA

Entro il 19 maggio, cittadini residenti e imprese operanti nei territori interessati dal maltempo, devono consegnare al proprio Comune un modulo, scaricabile dal sito della Protezione Civile regionale, compilato indicando l’entità dei danni subiti.

EROGAZIONE DEL CONTRIBUTO

I contributi verrano assegnati in base a specifici criteri di priorità.

Fonte: Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia

Una misura sicuramente importante, un aiuto concreto a sostegno di cittadini e imprese per far fronte ai danni del maltempo di inizio anno.

Vi invito a mettere Mi Piace alla mia pagina Facebook, a seguirmi sul mio profilo Twitter e a iscrivervi al mio canale Telegram.

Giovani. Opportunità in Europa, bandi maggio

Le Istituzioni europee promuovono un’importante serie di concorsi destinati ai giovani. In particolare, sono tre i bandi in scadenza a maggio, focalizzati sull’istruzione.

BORSE DI STUDIO MASTER IN EUROPA

Agli studenti che intendono conseguire, nel semestre autunnale 2021, un Master all’estero presso un’Università o una Scuola di specializzazione europea, Education.eu offre una borsa di studio dal valore massimo di 5.000,00 euro.

Può candidarsi chi:

-studia in un Paese di cui non è cittadino o dove non risiede attualmente;

-ha già presentato o presenterà domanda presso un’Università o una Scuola di specializzazione europea per un master con inizio in autunno;

-possiede un diploma di laurea valido;

-possiede o è idoneo a richiedere un visto per motivi di studio.

I candidati devono presentare un breve saggio sul tema “Perché hai scelto di studiare all’estero e in che modo questo ti aiuterà a crescere come leader globale?”.

Il termine per la presentazione delle domande è fissato al 17 maggio 2021.

Per saperne di più, visitate il sito Educations.com.

PREMI MEDEA

Incoraggiare l’innovazione e le buone pratiche nell’uso dei media nell’educazione: è questo l’obiettivo dei Premi Medea.

Per il 2021 il Premio verrà assegnato al miglior prodotto/servizio di supporto educativo professionale o rivolto a studenti dell’istruzione superiore, continua o della formazione.

I partecipanti possono presentare fino a 8 lavori, creati a partire dal 1 gennaio 2019. La scadenza per la consegna è fissata per il 31 maggio 2021.

Per ulteriori informazioni, visitate il sito medea-awards.com.

PREMIO GLOBAL JUNIOR CHALLENGE

Tema del concorso è quello di utilizzare le tecnologie moderne per fornire un’istruzione innovativa e di qualità durante la pandemia. Lo stesso principio si applica anche in ambito formativo.

All’iniziativa possono partecipare singoli cittadini, scuole, Università, Istituzioni e Organizzazioni pubbliche o private, associazioni, aziende pubbliche o private e centri di ricerca.

I progetti devono rientrare in una di queste categorie: istruzione fino a 10 anni, istruzione fino a 15 anni, istruzione fino a 18 anni, istruzione fino a 29 anni, integrazione dei giovani nel mercato del lavoro.

La scadenza per la presentazione è fissata al 31 maggio.

Per saperne di più, visitate il sito gjc.it.

Fonte: Newsletter Next Opportunity EU Isabella Tovaglieri

Un plauso al gruppo Identità e Democrazia, in particolare all’eurodeputata Isabella Tovaglieri e al deputato Luca Toccalini, per la grande attenzione dimostrata nei confronti delle più giovani generazioni, per le quali queste iniziative rappresentano importanti occasioni di crescita e formazione.

Cosa ne pensate? Fatemelo sapere con un commento, vi risponderò molto volentieri.

Vi invito anche a mettere Mi Piace alla mia pagina Facebook, a seguirmi sul mio profilo Twitter e a iscrivervi al mio canale Telegram.

Primo maggio. Gazebo Lega a Gorizia

Primo maggio tra le persone, con le persone e per le persone!!

Un ringraziamento all’assessore regionale Pierpaolo Roberti, al consigliere regionale Diego Bernardis e all’On. Massimiliano Panizzut per la loro presenza e a tutte le persone che sono intervenute in questo avvio di campagna tesseramenti 2021.

Avanti tutta!! 🇮🇹

Cosa ne pensate? Fatemelo sapere con un commento, sarò molto felice di rispondervi.

Vi invito anche a mettere Mi Piace alla mia pagina Facebook, a seguirmi sul mio profilo Twitter e a iscrivervi al mio canale Telegram.