Visita alla goriziana Ermetris, tra territorio e Made in Italy

A Gorizia si può!

claudio borrello andrea tomasella pamela campoblanco ermetris gorizia

Ermetris è una giovane impresa goriziana, nata nel 2011 come startup, che si occupa della produzione di sistemi di annuncio audio e video per i treni, di sistemi di conteggio passeggeri e di monitor video per gli autobus, oltre che di servizi di installazione, manutenzione e riparazione degli stessi.

Recentemente questa piccola media impresa si è aggiudicata una commessa da mezzo milione di euro per la fornitura di 500 altoparlanti da installare su 216 nuovi treni olandesi; questi apparecchi saranno utilizzati per la comunicazione tra gli operatori a bordo del treno e la centrale operativa, anche al fine di garantire la sicurezza dei passeggeri e del personale.

Conoscere Ermetris, un’eccellenza goriziana

Ermetris valorizzazione del territorio e del Made in Italy

Dopo aver appreso del risultato conseguito da Ermetris, desideravo conoscere di persona questa realtà locale e nei giorni scorsi ho visitato la sede a Gorizia.

Ciò che mi ha particolarmente colpito è stata la grande attenzione per il territorio: Ermetris è un’azienda che vive in simbiosi con il territorio goriziano e vuole farlo crescere, perché da esso ha ricevuto tanto.

Questo trova esemplificazione, ad esempio, nella scelta dei fornitori strategici, che sono realtà locali e nel coinvolgimento dell’impresa in progetti di alternanza scuola-lavoro, alcuni dei quali hanno portato all’assunzione di giovani del territorio in azienda.

Anche il nuovo capannone, che verrà ultimato a breve e adiacente alla struttura già funzionante, può essere considerato un simbolo di tale visione: recuperare l’area abbandonata consentirà all’azienda di avere più spazio per la parte produttiva e al tempo di stesso di valorizzare il territorio.

Sostegno allo sport locale: la Ermetris Dinamo Gorizia

dinamo gorizia ermetris

La sponsorizzazione della squadra di basket Ermetris Dinamo Gorizia rientra certamente nel progetto di far crescere la realtà locale; da grande appassionato e praticante di questo sport, ho chiesto a Claudio Borrello come mai abbia scelto proprio la pallacanestro.

Secondo il fondatore di Ermetris, la mentalità di questa squadra sportiva è affine a quella della sua azienda, in quanto entrambe puntano sui giovani; inoltre il basket è uno sport molto sentito a Gorizia e sponsorizzare la squadra goriziana è un modo diretto per collegarsi ed integrarsi con la comunità.

Un ulteriore punto di forza di questa impresa si può individuare nei suoi prodotti, che vengono creati prestando particolare attenzione alle esigenze di singolo cliente, alla qualità e all’innovazione degli stessi, aspetti che sicuramente caratterizzano il nostro Made in Italy. Grazie anche all’ultima commessa che si è aggiudicata, quest’azienda riuscirà ad esportare il know how, il saper fare italiano nel mondo e ciò non può che renderci orgogliosi.

Se vi va,  fatemi sapere cosa ne pensate di questo articolo con un commento, a cui sarò felice di rispondere. Vi invito anche a mettere Mi Piace alla mia pagina Facebook e a seguirmi sul mio profilo Twitter.

Gioco d’azzardo, il Tar FVG conferma limiti orari

“La tutela della salute è prioritaria rispetto alla libertà d’impresa dei privati”.

Lo afferma il Tar del Friuli Venezia Giulia che in questi giorni ha respinto il ricorso della titolare di una sala di videolottery di Fiume Veneto (Pn) poiché “la tutela della salute è ritenuta prevalente rispetto alla libertà d’impresa dei privati”.

Il ricorso della società di videolottery contro il Comune di Fiume Veneto, inerente l’ordinanza sindacale che limita gli orari delle attività legate al gioco (13 ore al giorno per le sale dedicate e 8 ore per gli altri esercizi), è stato respinto poiché i sacrifici imposti agli esercenti “appaiono ragionevoli e proporzionati alle prevalenti esigenze di tutela della salute”.

tar friuli venezia giulia
Tribunale Amministrativo Regionale FVG

La sentenza dà ragione al Comune

Dunque, anche in Friuli Venezia Giulia, si conferma il trend che si registra in tutto il Paese. Infatti, non ci sono casi in cui il Tar non abbia respinto le diverse istanze, confermando che la regolamentazione degli orari per le sale slot e per gli apparecchi per il gioco lecito è la strada giusta per combattere la piaga dell’azzardopatia.

A Gorizia a che punto siamo?

Grazie alle mozioni che ho presentato in Consiglio comunale, sostenute trasversalmente fra maggioranza e minoranza, presto verranno ottemperate le norme stabilite dalla legge regionale sul gioco del 2014 anche nel Capoluogo Isontino.

Infatti, nel nuovo regolamento della Polizia Locale, che prossimamente sarà portato in Aula, verranno recepiti gli orari di utilizzo per le macchinette per il gioco lecito  sul territorio del Comune di Gorizia: 13 ore al giorno per le sale dedicate e 8 ore le attività complementari.

Se vi va,  fatemi sapere cosa ne pesante con un commento, a cui sarò felice di rispondere.

Vi invito anche a mettere Mi Piace alla mia pagina Facebook e a seguirmi sul mio profilo Twitter.

Fototrappole, battaglia di buonsenso contro abbandono abusivo rifiuti

Un breve video per raccontarvi l’iniziativa di raccolta dei rifiuti abbandonati abusivamente sul Monte Calvario che ho portato avanti lo scorso sabato insieme ad alcuni giovani della Lega di Gorizia.

Se vi va, date un’occhiata e fatemi sapere cosa ne pesante con un commento, a cui sarò felice di rispondere.

Vi invito anche a mettere Mi Piace alla mia pagina Facebook e a seguirmi sul mio profilo Twitter.

 

Tesseramento Lega 2020: tutti i gazebo in Provincia di Gorizia

Giovedì 13, venerdì 14, sabato 15 e domenica 16 febbraio diamo il via alla Campagna di Tesseramento Lega 2020!

Di seguito trovate tutti i gazebo per la Provincia di Gorizia.

 

Giovedì 13 febbraio:

-Fogliano, dalle ore 10:00 alle ore 12:30 presso il Piazzale Roma;

 

Venerdì 14 febbraio:

Grado, dalle ore 10:00 alle ore 12:30 e dalle ore 14:30 alle 17:00 in Piazza Duca d’Aosta;

 

Sabato 15 febbraio:

Gorizia, dalle ore 10:00 alle ore 13:00 in Corso Verdi (altezza Cassa di Risparmio);

Turriaco, dalle ore 9:00 alle ore 12:00 e dalle ore 14:00 alle ore 17:00 in Piazza Libertà;

Staranzano, dalle ore 09:30 alle ore 13:00 in Piazza Dante Alighieri;

Monfalcone, dalle ore 09:30 alle ore 12:30 e dalle ore 15:00 alle ore 17:00 in Piazza della Repubblica;

Grado, dalle ore 10:00 alle ore 12:30 in Viale Italia e dalle ore 14:30 alle ore 17:30 in Piazza Duca d’Aosta;
-Gradisca d’Isonzo, dalle 09:30 alle 13:00 in Piazza Unità;
-Villesse, dalle 09:00 alle 13:00 in Piazza San Rocco; 

 

Domenica 16 febbraio:

Grado, dalle ore 10:00 alle ore 12:30 e dalle ore 14:30 alle ore 17:00 in Piazza Duca d’Aosta.

 

Per tesserarsi sono sufficienti un documento di identità ed il codice fiscale e ogni tessera ha un costo di 10,00 Euro.

Passate a trovarci, vi aspettiamo!

Nel frattempo vi invito a mettere Mi Piace alla mia pagina Facebook e a seguirmi sul mio profilo Twitter.

 

Abbandono abusivo rifiuti a Gorizia, fototrappole battaglia di buonsenso

L’abbandono abusivo di rifiuti è un atto vergognoso e come tale, oltre ad essere condannato, va contrastato; anche il Monte Calvario a Gorizia è recentemente stato oggetto di questo fenomeno, ad opera di alcune persone che non rispettano il grande patrimonio paesaggistico e storico che tale luogo custodisce.

FOTOTRAPPOLE MONTE CALVARIO GORIZIA 2
Sacchi abbandonati abusivamente

Dopo aver presentato, su questa tematica, un’interpellanza in Consiglio comunale lo scorso 3 febbraio, ho voluto prendere parte attivamente al contrasto a tale fenomeno.

Ieri mattina, insieme ad alcuni giovani della Lega di Gorizia, abbiamo raccolto un’ingente quantità di rifiuti abbandonati abusivamente sul Monte Calvario. Bottiglie di vetro, contenitori e bottigliette di plastica, cartoni e scatoloni, sacchi delle immondizie e persino una cuccia e i resti di un lavandino: questo lo scempio che abbiamo trovato ai lati della strada, nel sito monumentale delle Tre Croci e nell’area dell’obelisco.

FOTOTRAPPOLE MONTE CALVARIO GORIZIA 3

La pratica dell’abbandono abusivo di rifiuti non è tollerabile, ancor più se si considera il fatto che Gorizia è dotata di un servizio di raccolta molto efficiente. L’installazione delle fototrappole, per individuare i responsabili di questi comportamenti, è una battaglia di buonsenso, che consentirebbe di porre un freno a tale fenomeno.

FOTOTRAPPOLE MONTE CALVARIO GORIZIA 1
Vecchia cuccia abbandonata nella boscaglia

Un ulteriore strumento di contrasto può essere rappresentato dalle giornate ecologiche e di volontariato, messe in atto da svariate associazioni del territorio, utili per educare adulti e bambini al rispetto per la nostra terra, perseguibile soltanto attraverso azioni concrete.

L’iniziativa di ieri mattina è soltanto una piccola parte di quello che si può fare per contrastare l’abbandono abusivo di rifiuti, ma unendo le forze questo fenomeno può essere arginato. A tal proposito ringrazio l’Assessore Francesco Del Sordi e ISONTINA Ambiente per il supporto che hanno sempre dimostrato.

tutti i rifiuti raccolti monte calvario gorizia
Giornata ecologica Monte Calvario 08 02 2020

Voi come la pensate? Se vi va, scrivetemi la vostra opinione in un commento, sarò felice di rispondervi.

Vi invito a mettere Mi Piace alla mia pagina Facebook e a seguirmi sul mio profilo Twitter.

Grazie a Ermetris, Gorizia arriva nei Paesi Bassi

Parlano goriziano le ferrovie dei Paesi Bassi: grazie a una commessa da mezzo milione di euro, saranno di Ermetris, una giovane azienda con sede a Gorizia e specializzata e nel settore del passenger information system, gli altoparlanti a elevata tecnologia che verranno montati sui convogli della Nederlandse Spoorwegen (NS).

Dando continuità a una fornitura di 120 strumentazioni per il costruttore ferroviario Stadler, l’azienda goriziana ha ottenuto anche una doppia commessa per la fornitura di altri 500 apparecchi: tutti saranno montati su 216 nuovi treni in servizio sui quasi 3 mila km di rete gestita dalla NS nei Paesi Bassi.

treno olandese ermetris gorizia
Treno olandese sui cui Ermetris monterà altoparlanti “Made in Gorizia”

“Abbiamo partecipato a una selezione del gestore olandese e il nostro prodotto è stato voluto sulla nuova fornitura di treni che NS aveva chiesto a CAF”, spiega Claudio Borrello, amministratore e fondatore di Ermetris.

“Sono sistemi audio che servono sia a garantire la comunicazione tra gli operatori ferroviari e la centrale operativa – continua il giovane imprenditore – sia per le comunicazioni di comunicazione rivolte ai passeggeri del treno attraverso lo standard SIP. Sono apparecchi che, anche se tecnicamente definiti ‘standard’, sono studiati per assicurare un flusso comunicativo costante, quindi una maggiore sicurezza per i macchinisti e per i passeggeri stessi”.

claudio borrello ermetris gorizia
Claudio Borrello

Principalmente sono due i vantaggi dell’apparecchiatura prodotta da Ermetris: “Innanzitutto, la sicurezza in caso di rottura. Gli amplificatori, montati sulle carrozze e messi in rete tra loro, sono autonomi e, anche qualora uno dovesse non funzionare più, la comunicazione resta attiva con un alto livello di ridondanza. Il controllo centrale permette, poi, di intercettare il malfunzionamento e di intervenire da remoto», continua Borrello.

In secondo luogo, «Sono sistemi sviluppati su protocolli standard. Ovvero, possono essere sostituiti con altre apparecchiature, anche non nostre. Il fatto che comunque siano state scelte quelle di Ermetris ci rende orgogliosi e consapevoli della qualità del nostro prodotto”.

Che dire: un’ulteriore eccellenza ‘Made in Gorizia’ di cui essere orgogliosi, una bellissima testimonianza delle grandissime potenzialità del capoluogo Isontino e delle capacità delle persone che vi vivono.

Mi raccomando, se vi va, fatemi sapere cosa ne pensate con un commento, sarà un vero piacere leggere le vostre opinioni e poi rispondervi.
Prima di salutarci, via invito a mettere Mi Piace alla mia pagina Facebook e a seguirmi sul mio profilo Twitter.

Abbandono abusivo di rifiuti: una problematica da condannare e contrastare

Di seguito trovate un breve video in cui affronto una tematica che ritengo molto importante, quella dell’abbandono abusivo di rifiuti.

Se vi va, date un’occhiata e fatemi sapere cosa ne pensate, sarò felice di leggere i vostri commenti e di rispondervi!

Vi invito a mettere Mi Piace alla mia pagina Facebook e a seguirmi sul mio profilo Twitter.