Gorizia. Gazebo Lega con candidato sindaco Ziberna

Gazebo #Lega insieme al candidato sindaco Rodolfo Ziberna! 💪🏻😊
Il 12 giugno a #Gorizia per Rodolfo Ziberna sindaco, vota #Lega e scrivi #TOMASELLA

Cosa ne pensate? Fatemi sapere la vostra opinione con un commento, vi risponderò molto volentieri!

Vi invito anche a mettere Mi Piace alla mia pagina Facebook, a seguirmi sul profilo Twitter e a iscrivervi al canale Telegram.

Comunali. Il mio impegno per Gorizia su welfare e salute

 

🔵 Il mio impegno per Gorizia in materia di welfare e salute 👆🏻
Il 12 giugno a #Gorizia per Rodolfo Ziberna sindaco, vota #Lega e scrivi #TOMASELLA

Cosa ne pensate? Fatemi sapere la vostra opinione con un commento, sarò felice di rispondervi!

Vi invito anche a mettere Mi Piace alla mia pagina Facebook, a seguirmi sul profilo Twitter e a iscrivervi al canale Telegram.

TEMPO DI BILANCIO. CRONACHE DI CONSIGLIO

La maggioranza tiene. Approvato l’ultimo Bilancio di previsione di questa consiliatura.

Il bilancio di previsione da poco approvato in Aula è molto importante sia perché prevede tra gli altri, oltre 74 milioni di euro di investimenti in opere per migliorare i servizi sul territorio del Comune di Gorizia; ma anche perché è stato approvato dopo ben cinque mesi in cui abbiamo dovuto portare avanti il Comune in esercizio provvisorio con tutte le difficoltà che ne conseguono, data l’esiguità delle risorse a disposizione.

A tal proposito è importante sottolineare che questo documento è stato approvato senza alterare le tasse, mantenendo Gorizia tra i Comuni con le imposte più basse d’Italia. Cosa non da poco se teniamo in considerazione i due anni di pandemia e l’economia di guerra che sta comportando un incremento generale del costo della vita.

Questo Bilancio di previsione pone le basi per la Gorizia del futuro, con tante opere importanti. Fra tutte l’Arena Bigot, ovvero il Palazzetto di Via delle Grappate, progettato per diventare un centro polifunzionale adatto ad ospitare eventi e manifestazioni culturali e sportive. Non possiamo dimenticare poi la riqualificazione del mercato scoperto di Via Boccaccio e la valorizzazione in chiave storica, culturale, paesaggistica e sportiva del Monte Calvario. Quest’ultimo un primo passo che potrebbe essere replicato in futuro, con i dovuti aggiustamenti, anche sul Sabotino.

A ciò si aggiungono diversi interventi di manutenzione ordinaria e straordinaria a opere viarie strategiche del Comune e a plessi scolastici.

Un documento, come dicevo, che getta le fondamenta per la Gorizia del futuro. In quest’ottica è opportuno considerare temi determinanti per lo sviluppo di Gorizia, su cui la politica dovrà farsi trovare pronta viste le grandi sfide che attendono la nostra Città da qui al 2025 e oltre. Ciò ricomprende sicuramente la necessità di intensificare i già ottimi rapporti internazionali con la vicina Repubblica di Slovenia e gli enti locali di Nova Gorica e Sempeter, ma anche con tutte le altre realtà di confine come la nostra.

L’approvazione di questo Bilancio mi ha poi dato l’opportunità di fare alcune considerazioni di carattere generale. Tra queste la necessità che la politica goriziana trovi un’unità di intenti e metta al centro dell’azione politica opere strutturali quali la Lunetta di Gorizia e l’interporto, perché in futuro la logistica avrà uno sviluppo sempre più determinante e, attraverso queste due infrastrutture, Gorizia sarà ancora più protagonista in Friuli Venezia Giulia.

In conclusione, si tratta certamente di un Bilancio importante e positivo, che fotografa la realtà di un’Amministrazione di centrodestra che ha un’idea chiara di Città, protesa verso lo sviluppo e che vuole crescere e mettere da parte questi anni difficili per continuare a garantire una migliore vivibilità e migliori servizi ai cittadini.

Cosa ne pensate? Fatemi sapere la vostra opinione con un commento, sarò felice di rispondervi!

Vi invito anche a mettere Mi Piace alla mia pagina Facebook, a seguirmi sul profilo Twitter e a iscrivervi al canale Telegram.

Gorizia. Consiglio comunale 12 maggio, ordine del giorno

Oggi pomeriggio alle ore 15:00, in seconda convocazione, il Consiglio comunale di #Gorizia si riunisce in presenza per la trattazione dei seguenti argomenti:

– l’approvazione del Documento Unico di Programmazione 2022-2024 e dei relativi allegati, del Bilancio di Previsione 2022-2024 e dei relativi allegati;

– la conferma per l’anno 2022 dell’aliquota zero per l’addizionale comunale IRPEF.

I lavori dell’Aula saranno disponibili in diretta streaming all’indirizzo gorizia.consiglicloud.it.

Vi invito anche a mettere Mi Piace alla mia pagina Facebook, a seguirmi sul profilo Twitter e a iscrivervi al canale Telegram.

èStoria. Fascismi il tema dell’edizione 2022

Il Festival a Gorizia dal 27 al 29 maggio

Manca poco alla diciottesima edizione del Festival di èStoria, che si terrà a Gorizia da venerdì 27 a domenica 29 maggio. Il tema scelto per quest’anno è quello dei Fascismi.

Ad analizzare in profondità la tematica, in chiave italiana ed europea, saranno illustri ospiti riuniti nelle location del Teatro Verdi e del Polo Universitario di Santa Chiara, nella Sala Storica e del Caminetto dell’UGG e presso la Sala Dora Bassi, oltreché nella Mediateca Ugo Casiraghi e al Trgovski Dom.

Inaugurato lo scorso anno, l’èStoria Film Festival racconterà i Fascismi attraverso una serie di proiezioni e si terrà da lunedì 23 a domenica 29 maggio presso il Kinemax e il Kulturni Dom.

Il programma completo del Festival è disponibile sul sito di èStoria.

èStoria rappresenta, da sempre, un appuntamento molto importante per la nostra Città. Grazie alla divulgazione storica, letteraria, filosofica e artistica che lo caratterizzano, il Festival assume grande rilevanza anche nell’ambito della Capitale europea della Cultura che Nova Gorica e Gorizia ospiteranno nel 2025.

In alcune delle passate edizioni ho avuto il piacere di far parte dello staff del festival come fotografo e addetto alla comunicazione, un’esperienza davvero unica! Rivolgo i miei complimenti a tutti coloro che si impegnano per la riuscita di questo festival internazionale, inclusivo e sempre interessante e che annualmente conferma il ruolo di Gorizia quale capoluogo regionale della Cultura in Friuli Venezia Giulia.

Cosa ne pensate? Fatemi sapere la vostra opinione con un commento, vi risponderò molto volentieri!

Vi invito anche a mettere Mi Piace alla mia pagina Facebook, a seguirmi sul profilo Twitter e a iscrivervi al canale Telegram.

Foto: èStoria

IMU. Gorizia, bene tagli a botteghe artigiane e agricoltura

✅ IMU, importante approvazione in Consiglio comunale. In Aula ho proposto che, insieme al sostegno alle attività economiche, siano previste aliquote agevolate per le giovani coppie che intendono costruire il proprio futuro a #Gorizia.
#AvantiGorizia con Andrea #Tomasella

Cosa ne pensate? Fatemi sapere la vostra opinione con un commento, vi risponderò molto volentieri.

Vi invito anche a mettere Mi Piace alla mia pagina Facebook, a seguirmi sul profilo Twitter e a iscrivervi al canale Telegram.

SEMPRE PRESENTE! CRONACHE DI CONSIGLIO

Cade il numero legale nella seduta odierna di Consiglio comunale e resta fermo il Bilancio di Previsione, con i suoi investimenti e importanti stanziamenti per welfare e assunzioni. Vediamo assieme con quali conseguenze.

Come detto, la mancata approvazione del bilancio non è affatto un bene! Si pensi che siamo da gennaio in esercizio provvisorio, dunque si possono spendere mese per mese solo i dodicesimi delle poste messe a bilancio lo scorso anno per il 2022. Dunque, fino all’approvazione del nuovo bilancio, dovremo affrontare il blocco delle manutenzioni al verde pubblico (sono finiti gli stanziamenti calcolati in dodicesimi ma le esigenze sono maggiori); il blocco del rimborso della TARI 2021 come sostegno alle attività economiche (lo avevamo votato l’anno scorso in Consiglio, ma i soldi li davamo su questo bilancio qui…); Il blocco delle spese generali di funzionamento dell’Ente dovendo dirottare i dodicesimi sui maggiori costi dell’energia (costi non coperti per la mancata approvazione a novembre dell’assestamento di bilancio, sempre a causa della mancanza del numero legale…) e per dover prevedere le imminenti spese per Elezioni e Referendum; ritardo nelle procedure di appalto per servizi educativi e sociali (e quindi, essendo arrivati a scadenza i contratti, si potrà agire al massimo con lo strumento della proroga del vecchio contratto… senza quindi alcun aggiornamento/miglioramento su costi e servizi); ritardo su tutti i progetti finanziati – son quasi 20 milioni di Euro! – con i fondi PNRR nel 2021 (la cosa è grave perché già i tempi son stretti, ogni giorno buttato accresce il rischio che i finanziamenti non si possano infine rendicontare con le tempistiche precise e stringenti imposte al Comune).

La volontà di far cadere il numero legale su questo documento è incomprensibile. A maggior ragione considerando la rilevanza del Bilancio anche per quanto riguarda il Piano degli investimenti da 74 milioni di euro, volto a rendere Gorizia ancora più fruibile e sicura, e le assunzioni che si sarebbero potute realizzare con la sua approvazione, ad esempio nell’ufficio elettorale del Comune ora sotto organico e interessato da un’importante mole di lavoro viste le prossime elezioni comunali del 12 giugno 2022.

Ritengo corretto sottolineare che, oltre al sottoscritto e a diversi colleghi della maggioranza, l’unico esponente della minoranza ad essere rimasto in Aula al momento dell’appello è stato Federico Portelli. Il mio auspicio è che si possa presto ritornare in Consiglio comunale per approvare tale documento, nell’interesse di Gorizia e dei goriziani.

Cosa ne pensate? Fatemi sapere la vostra opinione con un commento, sarò felice di rispondervi.

Vi invito anche a mettere Mi Piace alla mia pagina Facebook, a seguirmi sul profilo Twitter e a iscrivervi al canale Telegram.

Gorizia. Il Monte Sabotino

⛰️ Il Monte Sabotino, la cui cima raggiunge i 609 metri d’altezza sul livello del mare, è uno dei luoghi simbolo della Grande Guerra combattuta nel goriziano.

⛰ Due delle tre piramidi di pietra costruite sul monte individuano il punto da cui partirono gli attacchi della Seconda Armata Italiana alla linea di difesa dell’esercito austro-ungarico durante la Sesta Battaglia dell’Isonzo, che pose le basi per la Presa di Gorizia dell’8 agosto 1916.

💣🧭Nel rifugio del Monte Sabotino, oggi punto di ristoro e museo, sono raccolti reperti di guerra tra cui proiettili e frammenti di bombe, volumi di storia e cartine geografiche, oltre ad alcuni plastici.

🔎 Utilizzato sia dai soldati italiani che dagli avversari, l’articolato sistema di gallerie scavate sul Sabotino si compone di spazi per ricoveri e depositi di munizioni, cannoniere e trincee. Nei pressi del rifugio si trova la cosiddetta Galleria dell’acqua, utilizzata come deposito.

🪨 Oltre alle gallerie vi sono anche diverse caverne, tra cui quella dell’Ottava Divisione Italiana e quella delle otto cannoniere.

Cosa ne pensate? Fatemi sapere la vostra opinione con un commento, sarò felice di rispondervi.

Vi invito anche a mettere Mi Piace alla mia pagina Facebook, a seguirmi sul profilo Twitter e a iscrivervi al canale Telegram.