Arte. Gorizia, inaugurazione mostra Madre

🎨 Inaugurata la mostra “Madre. Trenta capolavori segreti per la più bella tra le donne” allestita al Museo di Santa Chiara a #Gorizia e firmata da Illegio.

Complimenti all’associazione culturale Comitato di San Floriano e al curatore Don Alessio #Geretti per l’organizzazione di questa interessante esposizione, che accompagnerà la nostra Città verso l’appuntamento di GO 2025 Nova Gorica · Gorizia 👏🏻

Cosa ne pensate? Fatemi sapere la vostra opinione con un commento, sarò felice di rispondervi!

Vi invito anche a mettere Mi Piace alla mia pagina Facebook, a seguirmi sul profilo Twitter e a iscrivervi al canale Telegram.

Cultura. Prima ufficiale di GO 2025

La “Prima” ufficiale di GO 2025 Nova Gorica · Gorizia 🇮🇹🇸🇮
Questa sera il Direttore della Fondazione Matera Basilicata 2019, Giovanni Oliva, ed i suoi più stretti collaboratori, hanno illustrato le esperienze e i percorsi intrapresi con le realtà e le organizzazioni economiche per illustrare i benefici che la Capitale può portare per il territorio e le attività locali.
La prima Capitale transfrontaliera della storia è fra Gorizia e Nova Gorica: un’occasione unica da valorizzare al meglio 😊

Cosa ne pensate? Fatemi sapere la vostra opinione con un commento, sarò felice di rispondervi.

Vi invito anche a mettere Mi Piace alla mia pagina Facebook, a seguirmi sul profilo Twitter e a iscrivervi al canale Telegram.

GO2025. Aperte candidature Communication Manager

Il team di GO!2025 ricerca un Communication Manager, figura che si occuperà di curare l’immagine dell’evento.

Mansioni

La figura si occuperà, tra l’altro:

– di preparare concetti creativi da utilizzare per la pubblicazione sui canali di comunicazione (quali Facebook, Instagram, Tik Tok, Linkedin, Youtube, Web) e per contenuti audiovideo e di coordinarne la produzione;

– di gestire i social media per aumentarne la portata;

– del copywriting per le pubblicazioni mediatiche e del coordinamento con traduttori e giornalisti;

– di registrare e coordinare brevi eventi in lieve-streaming;

– di shooting di base e fotografia di materiali promozionali, contenuti ed eventi;

– di acquisire nuovi ambasciatori e volti del territorio transfrontaliero per una comunicazione creativa;

– di gestire siti web.

Candidatura

Chi fosse interessato a ricoprire tale ruolo può inviare il proprio Curriculum Vitae aggiornato, accompagnato da una breve lettera di presentazione, insieme ad un esempio di post per i social, composto da un breve testo e un’immagine o una grafica.

Tutte le informazioni sono disponibili alla pagina Facebook di GO 2025.

Si tratta di un’interessante opportunità lavorativa e di crescita, che permetterà ai candidati di maturare esperienza in un contesto di assoluta rilevanza come quello della Capitale europea della Cultura.

Cosa ne pensate? Fatemi sapere la vostra opinione con un commento, sarò felice di rispondervi!

Vi invito anche a mettere Mi Piace alla mia pagina Facebook, a seguirmi sul profilo Twitter e a iscrivervi al canale Telegram.

Immagine GO! 2025 Nova Gorica – Gorizia

Sacrario di Oslavia. Campana Chiara torni a suonare

🔔🇮🇹 Nel corso dell’ultimo Consiglio comunale ho presentato un’interpellanza sulla #Campana Chiara del Sacrario Militare di Oslavia, con l’obiettivo che torni presto a suonare.
Sarebbe importante che entro il 2025, anno in cui si terranno il Giubileo e la Capitale europea della cultura, i nostri luoghi della memoria, simbolo di pace universale e monito sulla tragicità e inutilità della guerra, fossero funzionanti e curati, al fine di rendere ai Caduti l’onore che meritano.
In tal senso, auspico un proficuo lavoro di squadra tra Comune di Gorizia, Regione, Onorcaduti e Sovraintendenza.
#AvantiGorizia con Andrea#Tomasella

Cosa ne pensate? Fatemelo sapere con un commento, vi risponderò molto volentieri!

Vi invito anche a mettere Mi Piace alla mia pagina Facebook, a seguirmi sul profilo Twitter e a iscrivervi al canale Telegram.

Gorizia. Piazza Transalpina

🇮🇹 🇸🇮 Oggi simbolo dell’incontro tra Gorizia e Nova Gorica, un tempo confine tra Italia e Slovenia, Piazza Transalpina è certamente uno dei luoghi più famosi della nostra Città.

📍Nel 1947, tracciato il confine tra Italia e Jugoslavia, la piazza fu divisa in due parti dal filo spinato, sostituito nel 1954 con un muro alto mezzo metro e sovrastato da filo di ferro. Il muro venne abbattuto soltanto cinquant’anni più tardi, il 1 maggio 2004: ne rimane soltanto un piccolo pezzo ai bordi della piazza, contrassegnato dai numeri 57/15.

👟👟 Gli stessi sono riportati anche in una targa sul terreno, che identifica il punto esatto in cui passava il confine e dove è possibile, letteralmente, avere un piede in Italia e l’altro in Slovenia.

🚂 Nella parte della piazza situata in territorio sloveno si trova la Stazione di Nova Gorica. Inaugurata nel 1906 per volere del governo di Vienna, la stazione fungeva da “seconda via per Trieste”, collegando direttamente il litorale e l’Austria. Oggi è una linea secondaria non elettrificata, utilizzata anche per uscite turistiche con i treni a vapore.

🔎All’interno della Stazione è possibile visitare la mostra permanente “Il confine di Stato nel goriziano 1945 – 2004”.

🥇 Il 18 dicembre 2020, proprio in Piazza Transalpina, Gorizia e Nova Gorica si sono aggiudicate il titolo di Capitale europea della Cultura 2025.

Cosa ne pensate? Fatemelo sapere con un commento, vi risponderò molto volentieri!

Vi invito anche a mettere Mi Piace alla mia pagina Facebook, a seguirmi sul profilo Twitter e a iscrivervi al canale Telegram.

GO2025. Nuovo bando creazione logo GoBorderless

Domande presentabili entro il 9 febbraio 2022

Il Gruppo Europeo di Cooperazione Territoriale (GECT GO) ha nuovamente pubblicato il bando di concorso per la creazione di un logotipo e dell’immagine grafica coordinata della Capitale europea della cultura Nova Gorica – Gorizia 2025.

Il logo deve rappresentare e sintetizzare lo slogan GO! Borderless, nel quale è racchiuso l’obiettivo di creare, tra le due realtà, una “città senza confini”, caratterizzata da cooperazione e amicizia.

CARATTERISTICHE DEL LOGO

Gli elementi alla base dello sviluppo del logotipo GO! 2025 Nova Gorica · Gorizia sono per l’appunto “Go! Borderless o #GoBorderless” come slogan principale e “Go! Europe”, “Go! Green” e “Go! Share” come slogan secondari. A tali slogan si collegano le parole chiave per la creazione del logo e dell’immagine grafica coordinata: sconfinatezza, collaborazione, comunità, futuro, creatività e passione.

Al centro del logo deve trovare spazio anche il territorio goriziano: si richiede infatti che la componente cromatica includa il colore turchese, come rinvio al fiume Isonzo.

Il logotipo e lo slogan devono essere nuovi, distintivi e originali, riconoscibili e riproducibili a colori e in bianco e nero, in formato grande e piccolo.
Si richiede inoltre che gli stessi siano adattabili alle due lingue ufficiali della candidatura, sloveno e italiano, e anche all’inglese, utilizzabili in almeno due diverse varianti, istituzionale e commerciale.
Il logotipo e lo slogan devono poter essere applicati su vari materiali e formati – quali carta intestata e buste -, format di comunicazione – poster, dépliant, web, tv -, e merchandising.

REQUISITI DEI PARTECIPANTI

Al concorso possono partecipare:

– società e studi di grafica, design, pubblicità e comunicazione;

-grafici, designer e architetti che esercitano l’attività come liberi professionisti;

-laureati e diplomati presso scuole di formazione post-diploma o di livello universitario di Belle Arti, grafica, design o comunicazione di età inferiore a trent’anni.

La partecipazione avviene in forma anonima.

PRESENTAZIONE DELLA DOMANDA

L’istanza di partecipazione al concorso deve essere presentata esclusivamente in forma telematica, attraverso la Piattaforma di negoziazione del GECT GO, entro le ore 12:30 del 9 febbraio 2022.

VALUTAZIONE E PREMIO

Un’apposita Commissione valuterà le proposte, assegnando a ciascuna un punteggio basato su:

-coerenza con i valori della candidatura, massimo 30 punti su 100;

-originalità e leggibilità, massimo 40 punti su 100;

-versatilità e declinabilità in vari formati e materiali di comunicazione, massimo 20 punti su 100;

-riconoscibilità del marchio istituzionale e commerciale, massimo 10 punti su 100.

La graduatoria di merito sarà formata da tutti gli elaborati che avranno raggiunto il punteggio minimo complessivo di 60 su 100. Il premio corrisposto al vincitore è stato incrementato da 7.000,00 a 10.000,00 euro.

Queste e molte altre informazioni utili sono disponibili alla pagina dedicata sul sito del GECT GO.

Si tratta di un’idea davvero interessante, che rappresenta un ulteriore importante passo verso la costruzione condivisa di un’unica conurbazione transfrontaliera tra le due Città, fondata su ascolto, confronto e collaborazione.

Cosa ne pensate? Fatemi sapere la vostra opinione con un commento, sarò felice di rispondervi.

Vi invito anche a mettere Mi Piace alla mia pagina Facebook, a seguirmi sul mio profilo Twitter e a iscrivervi al mio canale Telegram.

Foto: #GoBorderless, GECT GO

Cinema. Contributi manifestazioni e festival internazionali 2022

Termine di presentazione delle domande fissato al 17 gennaio

La Regione Friuli Venezia Giulia concede contributi a sostegno di iniziative progettuali riguardati manifestazioni di valorizzazione della cultura cinematografica e dell’audiovisivo e festival cinematografici di carattere internazionale.

L’Avviso per l’annualità 2022 è stato approvato con la DGR nr. 1801/2021.

SOGGETTI BENEFICIARI

Possono beneficiare dei contributi:

-gli enti locali e gli enti pubblici regionali;

-le articolazioni territoriali degli enti pubblici nazionali presenti in Friuli Venezia Giulia;

-gli enti privati, diversi dalle persone fisiche, senza fine di lucro o con l’obbligo statutario di reinvestire gli utili e gli avanzi di gestione nello svolgimento delle attività previste nell’oggetto sociale;

– le società cooperative.

Enti privati e società cooperative devono:

– svolgere attività prevalentemente o esclusivamente culturali o artistiche;

– essere regolarmente costituiti con atto pubblico o scrittura privata registrata;

– avere sede legale od operativa in Friuli Venezia Giulia al momento dell’erogazione del contributo.

Tutti i soggetti sopra elencati possono prendere parte all’Avviso singolarmente o nell’ambito di un paternariato. Tra i partner ammissibili, al massimo dieci per ogni progetto, vi sono enti locali e pubblici, enti privati –  diversi dalle persone fisiche, senza scopo di lucro -, società cooperative che svolgono attività esclusivamente o prevalentemente culturali o artistiche, i soggetti di cui all’articolo 5 dell’Avviso.

Ciascuno dei partner deve fornire al progetto un apporto in termini di finanziamento, servizi, logistica o personale.

PROGETTI AMMISSIBILI

Sono ammissibili a contributo i progetti consistenti nella produzione, promozione, organizzazione e realizzazione
di manifestazioni cinematografiche e di festival cinematografici di carattere internazionale. Tale carattere è riconducibile alla provenienza internazionale delle opere proiettate e del cast, del pubblico, dei soggetti
accreditati professionali e della pubblicistica derivata.

Con riferimento ai progetti riguardanti le manifestazioni cinematografiche, questi devono svolgersi prevalentemente nel territorio del Friuli Venezia Giulia e prevedere modalità di realizzazione alternative allo svolgimento in presenza del pubblico, nel caso di provvedimenti di contenimento dell’emergenza Covid-19.

I festival cinematografici di carattere internazionale devono, inoltre, essere giunti almeno alla quinta edizione e, da almeno due anni:

-avere una durata compresa tra 5 e 12 giorni;

-prevedere la proiezione di almeno 15 opere, nel formato originale o nel formato professionale migliore possibile, utilizzando uno o più schermi facenti parte di sale cinematografiche;

-includere, ad un numero congruo di proiezioni, la presenza di soggetti facenti
parte del cast artistico, tecnico o produttivo dell’opera;

-impiegare almeno un’unità di personale assunto o contrattualizzato ad hoc per l’organizzazione del festival;

-prevedere iniziative dedicate all’ industrializzazione del prodotto
cinematografico, alla formazione o all’incontro tra distributori, produttori ed autori delle opere;

-prevedere un catalogo completo della manifestazione, anche in formato digitale.

SPESE AMMISSIBILI

Sono ammissibili a contributo le spese definite dall’articolo 7 del Regolamento, ossia le spese di personale, produzione, pubblicità, promozione e di gestione degli spazi relative al progetto finanziato e le spese generali di funzionamento. Queste ultime fino al 10% dell’importo del contributo.

Le spese sopra elencate devono essere sostenute tra il 1 gennaio 2022 e il 31 marzo 2023.

INTENSITÀ DEL CONTRIBUTO

L’intensità del contributo è compresa fra 15.000,00 e 25.000,00 euro per le manifestazioni cinematografiche e tra 25.000,00 e 50.000,00 euro per i festival cinematografici di carattere internazionale.

Qualora il contributo richiesto sia inferiore agli importi minimi o superiore agli importi massimi sopracitati, la domanda è considerata inammissibile e viene archiviata d’ufficio.

CUMULABILITÀ DEI CONTRIBUTI

Uno stesso progetto può essere oggetto di ulteriori sovvenzioni rispetto a quelle previste dall’Avviso.

In fase di rendicontazione, il beneficiario dovrà presentare una dichiarazione attestante l’entità e la provenienza delle eventuali ulteriori sovvenzioni ricevute per lo stesso progetto e si impegnerà a comunicare tempestivamente quelle che dovesse ricevere successivamente.
La somma delle ulteriori sovvenzioni e del contributo di cui all’Avviso non può superare la spesa effettivamente sostenuta dal beneficiario, altrimenti il
contributo sarà rideterminato.

PRESENTAZIONE DELLA DOMANDA

La domanda di contributo può essere presentata soltanto in forma telematica, attraverso il Sistema di Istanze On Line disponibile sul sito della Regione. L’istanza deve essere presentata, completa di allegati, entro e non oltre le ore 16:00 del 17 gennaio 2022.

Gli enti locali della Regione possono presentare una sola domanda a
valere sul presente Avviso, nonché un’ulteriore istanza per una diversa iniziativa progettuale sull’Avviso Divulgazione Umanistica o sull’Avviso Divulgazione Scientifica 2022.

Gli altri soggetti possono presentare una sola domanda di contributo a valere sul presente Avviso. Nel caso in cui tali soggetti presentino più istanze a valere sugli Avvisi annuali 2022, tutte le domande pervenute dopo la prima saranno ritenute inammissibili e verranno archiviate. E’ però ammessa la presentazione di una seconda domanda per una diversa iniziativa progettuale a valere sull’Avviso Creatività.

In caso di invio di più domande riguardanti  lo stesso progetto su uno stesso Avviso, sarà ritenuta valida soltanto l’ultima presentata.

Qualora l’istanza venga presentata e sottoscritta da un soggetto diverso dal legale rappresentante, alla stessa deve essere allegata una copia della procura, redatta secondo l’apposito modello.

Queste e molte altre informazioni utili sono disponibili alle pagine dedicate sul sito della Regione.

Si tratta di due misure molto importanti, anche in riferimento alla Capitale europea della Cultura 2025, progetto al quale l’Amministrazione Fedriga ha sempre dimostrato, e continua a dimostrare, grande sostegno.

Cosa ne pensate? Fatemi sapere la vostra opinione con un commento, vi risponderò molto volentieri.

Vi invito anche a mettere Mi Piace alla mia pagina Facebook, a seguirmi sul mio profilo Twitter e a iscrivervi al mio canale Telegram.

Foto: Ciak!, Internet

Cultura. Contributi attività concertistica orchestre 2022

Domande presentabili a partire da giovedì

Con la Delibera nr. 1801/2021, la Regione Friuli Venezia Giulia ha approvato l’Avviso per la concessione di contributi a sostegno di iniziative progettuali relative all’attività concertistica e alle manifestazioni musicali delle orchestre regionali.

SOGGETTI BENEFICIARI

A poter beneficiare dei contributi sono:

-gli enti locali e gli enti pubblici regionali;

-le articolazioni territoriali degli enti pubblici nazionali presenti in Friuli Venezia Giulia;

-gli enti privati, diversi dalle persone fisiche, senza fine di lucro o con l’obbligo statutario di reinvestire gli utili e gli avanzi di gestione nello svolgimento delle attività previste nell’oggetto sociale;

– le società cooperative.

Enti privati e società cooperative devono:

– svolgere attività prevalentemente o esclusivamente culturali o artistiche;

– essere regolarmente costituiti con atto pubblico o scrittura privata registrata;

– avere sede legale od operativa in Regione al momento dell’erogazione del contributo.

Tutti i soggetti sopra elencati possono prendere parte all’Avviso singolarmente o nell’ambito di un paternariato. Tra i partner ammissibili vi sono enti locali e pubblici, enti privati –  diversi dalle persone fisiche, senza scopo di lucro -, società cooperative che svolgono attività esclusivamente o prevalentemente culturali o artistiche, i soggetti di cui all’articolo 5 dell’Avviso.

Ognuno dei partner, al massimo dieci per ogni progetto, dovrà fornire un apporto in termini di finanziamento, servizi, logistica o personale.

PROGETTI AMMISSIBILI

Sono ammissibili a contributo i progetti consistenti consistenti nella produzione, promozione, organizzazione e realizzazione dell’attività concertistica o delle manifestazioni musicali delle orchestre della Regione.

Tali progetti devono svolgersi prevalentemente nel territorio del Friuli Venezia Giulia e prevedere modalità di realizzazione alternative allo svolgimento in presenza del pubblico, nel caso di provvedimenti di contenimento dell’emergenza Covid-19.

Non sono ammissibili a contributo i progetti aventi ad oggetto principale o esclusivo il canto corale e l’attività bandistica, la valorizzazione delle lingue minoritarie.

SPESE AMMISSIBILI

In base all’articolo 7 del Regolamento, sono ammesse a contributo le spese di personale, produzione, pubblicità, promozione e di gestione degli spazi relative al progetto finanziato e le spese generali di funzionamento. Queste ultime fino al 10% dell’importo del contributo.

Le spese sopra indicate devono essere sostenute tra il 1 gennaio 2022 e il 31 marzo 2023.

INTENSITÀ DEL CONTRIBUTO

L’intensità del contributo è compresa fra 10.000,00 e 30.000,00 euro.

Qualora il contributo richiesto sia inferiore a 10.000,00 o superiore a 30.000,00 euro, la domanda è considerata inammissibile e viene archiviata d’ufficio.

CUMULABILITÀ DEI CONTRIBUTI

Lo stesso progetto può essere oggetto di ulteriori sovvenzioni rispetto a quelle previste nell’Avviso.

In sede di rendicontazione, il beneficiario presenterà una dichiarazione attestante l’entità e la provenienza delle eventuali
ulteriori sovvenzioni ricevute per lo stesso progetto e si impegnerà a comunicare tempestivamente quelle che dovesse ricevere successivamente.
La somma delle ulteriori sovvenzioni e del contributo di cui all’Avviso non può superare la spesa effettivamente sostenuta dal beneficiario, altrimenti il
contributo sarà rideterminato.

PRESENTAZIONE DELLA DOMANDA

È possibile presentare la domanda di contributo esclusivamente in forma telematica, attraverso il Sistema di Istanze On Line a cui si accede dal sito della Regione. L’istanza potrà essere presentata, includendo gli allegati, a partire dalle ore 8:00 di giovedì 9 dicembre, entro e non oltre le ore 16:00 del 17 gennaio 2022.

Gli enti locali della Regione possono presentare una sola domanda a
valere sul presente Avviso, nonché un’ulteriore istanza per una diversa iniziativa progettuale sull’Avviso Divulgazione Umanistica o sull’Avviso Divulgazione Scientifica 2022.

Gli altri soggetti possono presentare una sola domanda di contributo a valere sul presente Avviso. Nel caso in cui tali soggetti presentino più istanze a valere sugli Avvisi annuali 2022, tutte le domande pervenute dopo la prima saranno ritenute inammissibili e verranno archiviate. E’ tuttavia ammessa la presentazione di una seconda domanda per una diversa iniziativa progettuale a valere sull’Avviso Creatività.

In caso di invio di più domande relative allo stesso progetto su uno stesso Avviso, verrà ritenuta valida esclusivamente l’ultima pervenuta.

Qualora l’istanza sia presentata e sottoscritta da un soggetto diverso dal legale rappresentante, alla stessa deve essere allegata una copia della procura, redatta secondo l’apposito modello.

Queste e molte altre informazioni utili sono disponibili alla pagina dedicata sul sito della Regione.

Si tratta di una misura molto importante, per promuovere e valorizzare il patrimonio culturale della nostra Regione e sostenere un settore che assume grande rilevanza anche nell’ambito della Capitale europea della Cultura 2025.

Cosa ne pensate? Fatemi sapere la vostra opinione con un commento, vi risponderò molto volentieri.

Vi invito anche a mettere Mi Piace alla mia pagina Facebook, a seguirmi sul mio profilo Twitter e a iscrivervi al mio canale Telegram.

Foto: Orchestra, Internet

Cultura. Contributi spettacoli dal vivo 2022

Domande presentabili dal 9 dicembre

La Regione Friuli Venezia Giulia concede contributi a sostegno di iniziative progettuali riguardanti eventi, festival, stagioni o rassegne nell’ambito dello spettacolo dal vivo, che include attività di rappresentazione teatrale, musicale e di danza.

L’Avviso annuale 2022 é stato approvato con la Delibera nr. 1801/2021.

SOGGETTI BENEFICIARI

Possono beneficiare dei contributi:

-gli enti locali e gli enti pubblici regionali;

-le articolazioni territoriali degli enti pubblici nazionali presenti in Friuli Venezia Giulia;

-gli enti privati, diversi dalle persone fisiche, senza fine di lucro o con l’obbligo statutario di reinvestire gli utili e gli avanzi di gestione nello svolgimento delle attività previste nell’oggetto sociale;

– le società cooperative.

Enti privati e società cooperative devono:

– svolgere attività prevalentemente o esclusivamente culturali o artistiche;

– essere regolarmente costituiti con atto pubblico o scrittura privata registrata;

– avere sede legale od operativa in Regione al momento dell’erogazione del contributo.

Tutti i soggetti sopra elencati possono prendere parte all’Avviso singolarmente o nell’ambito di un paternariato. Tra i partner ammissibili vi sono enti locali e pubblici, enti privati –  diversi dalle persone fisiche, senza scopo di lucro -, società cooperative che svolgono attività esclusivamente o prevalentemente culturali o artistiche, i soggetti di cui all’articolo 5 dell’Avviso.

Ciascuno dei partner, al massimo dieci per ogni progetto, dovrà fornire un apporto in termini di finanziamento, servizi, logistica o personale.

PROGETTI AMMISSIBILI

Sono ammissibili a contributo i progetti consistenti nella produzione, promozione, organizzazione e realizzazione di eventi, festival, stagioni o rassegne nel settore dello spettacolo dal vivo. Tali progetti possono anche svolgersi in presenza di eventi realizzati in settori diversi da quello dello spettacolo dal vivo, che però devono risultare accessori e non prevalenti e possono comprendere anche attività di produzione di spettacoli teatrali di prosa.

I progetti di cui sopra devono svolgersi prevalentemente nel territorio del Friuli Venezia Giulia e prevedere modalità di realizzazione alternative allo svolgimento in presenza del pubblico, nel caso di provvedimenti di contenimento dell’emergenza Covid-19.

Non sono ammissibili a contributo i progetti aventi ad oggetto principale o esclusivo il canto corale e l’attività bandistica, il folclore, la valorizzazione delle lingue minoritarie, il teatro amatoriale e settori diversi dallo spettacolo dal vivo.

SPESE AMMISSIBILI

Ai sensi dell’articolo 7 del Regolamento, sono ammesse a contributo le spese di personale, produzione, pubblicità, promozione e di gestione degli spazi relative al progetto finanziato e le spese generali di funzionamento. Queste ultime fino al 10% dell’importo del contributo.

Le spese sopra indicate devono essere sostenute tra il 1 gennaio 2022 e il 31 marzo 2023.

INTENSITÀ DEL CONTRIBUTO

Gli importi concedibili sono compresi fra 15.000,00 e 30.000,00 euro.
Qualora il contributo richiesto sia inferiore a 15.000,00 o superiore a 30.000,00 euro, la domanda è considerata inammissibile e viene archiviata d’ufficio.

CUMULABILITÀ DEI CONTRIBUTI

Lo stesso progetto può essere oggetto di ulteriori sovvenzioni rispetto a quelle previste nell’Avviso.

In sede di rendicontazione, il beneficiario presenterà una dichiarazione attestante l’entità e la provenienza delle eventuali
ulteriori sovvenzioni ricevute per lo stesso progetto e si impegnerà a comunicare tempestivamente quelle che dovesse ricevere successivamente.
La somma delle ulteriori sovvenzioni e del contributo di cui all’Avviso non può superare la spesa effettivamente sostenuta dal beneficiario, altrimenti il
contributo sarà rideterminato.

PRESENTAZIONE DELLA DOMANDA

La domanda di contributo può essere presentata esclusivamente in forma telematica attraverso il Sistema di Istanze On Line, cui si accede dal sito della Regione. L’istanza potrà essere presentata, completa di allegati, a partire dalle ore 8:00 del 9 dicembre, entro e non oltre le ore 16:00 del 17 gennaio 2022.

Gli enti locali della Regione possono presentare una sola domanda a
valere sul presente Avviso, nonché un’ulteriore istanza per una diversa iniziativa progettuale sull’Avviso Divulgazione Umanistica o sull’Avviso Divulgazione Scientifica 2022. E’ tuttavia ammessa la presentazione di una seconda domanda per una diversa iniziativa progettuale a valere sull’Avviso Creatività.

Gli altri soggetti possono presentare una sola domanda di contributo a valere sul presente Avviso. Nel caso in cui tali soggetti presentino più istanze a valere sugli Avvisi annuali 2022, tutte le domande pervenute dopo la prima saranno ritenute inammissibili e verranno archiviate.

Nel caso in cui vengano inviate più domande relative allo stesso progetto su uno stesso Avviso, verrà ritenuta valida esclusivamente l’ultima pervenuta.

Qualora l’istanza sia presentata e sottoscritta da un soggetto diverso dal legale rappresentante, alla stessa deve essere allegata una copia dell’atto di procura redatto secondo l’apposito modello.

Queste e molte altre informazioni utili sono disponibili alla pagina dedicata sul sito della Regione.

Una misura certamente molto significativa, volta a promuovere e valorizzare il patrimonio culturale della nostra Regione e sostenere un settore che riveste grande importanza anche nell’ambito della Capitale europea della Cultura 2025.

Cosa ne pensate? Fatemi sapere la vostra opinione con un commento, vi risponderò molto volentieri.

Vi invito anche a mettere Mi Piace alla mia pagina Facebook, a seguirmi sul mio profilo Twitter e a iscrivervi al mio canale Telegram.

Foto: Spettacolo teatrale, Internet

Ciclismo. Gorizia protagonista del Giro d’Italia 2021

Ormai manca poco! Questa primavera, a vent’anni di distanza, il Giro d’Italia farà tappa anche a Gorizia, sul Collio e nella vicina Slovenia.

In particolare, domenica 23 maggio i contendenti per la maglia rosa si sfideranno lungo il tragitto Grado-Gorizia, con arrivo che potrebbe essere in Piazza Vittoria.

Una splendida occasione di visibilità per Gorizia e Nova Gorica nell’ambito della nomina a Capitale europea della cultura 2025. L’evento darà poi notevole lustro all’intero territorio goriziano, che vedrà promosse e valorizzate le proprie bellezze e peculiarità.

Gia nel corso delle fasi di selezione della candidatura GO 2025!, Gorizia e Nova Gorica hanno saputo collaborare in modo proficuo: il Giro d’Italia sarà un’ulteriore importante occasione per le due Città di lavorare insieme e costruire un’unica conurbazione transfrontaliera, in un’ottica di sviluppo sociale, turistico ed economico.

Cosa ne pensate? Se vi va, fatemelo sapere con un commento, vi risponderò volentieri.

Vi invito anche a mettere Mi Piace alla mia pagina Facebook e a seguirmi sul mio profilo Twitter.