GO2025. Gorizia protagonista di 90 grandi eventi culturali

È iniziato ad aprile il percorso di Gorizia verso GO! 2025, che prevede un ricco palinsesto di interessanti appuntamenti culturali.

Dei circa 180 eventi totali, finanziati e sostenuti dalla Regione e organizzati da diversi operatori culturali regionali, ben una novantina si svolgeranno in Città fino a febbraio del prossimo anno.

Tra questi, anche la bellissima mostra “Madre. Trenta capolavori segreti per la più bella tra le donne” allestita al Museo di Santa Chiara, che ho avuto il piacere di visitare in occasione della sua inaugurazione, in concomitanza con il compleanno di Gorizia. Senza dimenticare poi il Concerto della FVG Orchestra insieme al pianista Alexander Gadjiev e al soprano Claudia Mavilia.

Tra i prossimi eventi anche il concerto “GO! Borderless Opera” nel Piazzale della Transalpina il 17 luglio, il “Festival Concertistico nel Friuli Venezia Giulia” in programma al Teatro Verdi dal 1° al 31 luglio e il “Festival Internazionale Castello di Gorizia” dall’8 ottobre all’11 febbraio al Kulturni Dom e al Teatro Verdi.

Il calendario delle manifestazioni è disponibile sul sito della Regione, in continuo aggiornamento e consultabile in tempo reale attraverso un QR Code: un progetto a cui hanno contributo anche il Gruppo Europeo di Cooperazione Territoriale GECT GO e i partner sloveni di Zavod GO! 2025.

Si tratta di manifestazioni culturali di grande spessore, grazie alle quali sarà possibile promuovere e valorizzare l’importante patrimonio storico e artistico della nostra Città e del nostro territorio.

Un sentito ringraziamento al presidente Massimiliano Fedriga e all’Amministrazione regionale che, assieme al Comune di Gorizia, ha sempre sostenuto il progetto della Capitale europea della Cultura, di rilevanza strategica non soltanto per Gorizia e la sua economia, ma anche per l’intera Regione, l’Italia e l’Europa poiché GO 2025 sarà prima Capitale europea della Cultura transfrontaliera e quindi un modello per altre città europee.

Cosa ne pensate? Fatemi sapere la vostra opinione con un commento, sarò felice di rispondervi!

Vi invito anche a mettere Mi Piace alla mia pagina Facebook, a seguirmi sul profilo Twitter e a iscrivervi al canale Telegram.

èStoria. Al via la diciottesima edizione

Inaugurata oggi la diciottesima edizione di #èStoria 🌟

Il Festival conferma il ruolo di Gorizia quale capoluogo regionale della cultura e in vista di GO 2025 Nova Gorica · Gorizia avrà sempre più importanza 😊 📚 📽

Cosa ne pensate? Fatemi sapere la vostra opinione con un commento, vi risponderò molto volentieri!

Vi invito anche a mettere Mi Piace alla mia pagina Facebook, a seguirmi sul profilo Twitter e a iscrivervi al canale Telegram.

èStoria. Fascismi il tema dell’edizione 2022

Il Festival a Gorizia dal 27 al 29 maggio

Manca poco alla diciottesima edizione del Festival di èStoria, che si terrà a Gorizia da venerdì 27 a domenica 29 maggio. Il tema scelto per quest’anno è quello dei Fascismi.

Ad analizzare in profondità la tematica, in chiave italiana ed europea, saranno illustri ospiti riuniti nelle location del Teatro Verdi e del Polo Universitario di Santa Chiara, nella Sala Storica e del Caminetto dell’UGG e presso la Sala Dora Bassi, oltreché nella Mediateca Ugo Casiraghi e al Trgovski Dom.

Inaugurato lo scorso anno, l’èStoria Film Festival racconterà i Fascismi attraverso una serie di proiezioni e si terrà da lunedì 23 a domenica 29 maggio presso il Kinemax e il Kulturni Dom.

Il programma completo del Festival è disponibile sul sito di èStoria.

èStoria rappresenta, da sempre, un appuntamento molto importante per la nostra Città. Grazie alla divulgazione storica, letteraria, filosofica e artistica che lo caratterizzano, il Festival assume grande rilevanza anche nell’ambito della Capitale europea della Cultura che Nova Gorica e Gorizia ospiteranno nel 2025.

In alcune delle passate edizioni ho avuto il piacere di far parte dello staff del festival come fotografo e addetto alla comunicazione, un’esperienza davvero unica! Rivolgo i miei complimenti a tutti coloro che si impegnano per la riuscita di questo festival internazionale, inclusivo e sempre interessante e che annualmente conferma il ruolo di Gorizia quale capoluogo regionale della Cultura in Friuli Venezia Giulia.

Cosa ne pensate? Fatemi sapere la vostra opinione con un commento, vi risponderò molto volentieri!

Vi invito anche a mettere Mi Piace alla mia pagina Facebook, a seguirmi sul profilo Twitter e a iscrivervi al canale Telegram.

Foto: èStoria

Cultura. Grande musica a Gorizia, verso GO2025

🌟 Le Stelle di Gorizia 🌟

Splendida serata ieri al Teatro Verdi Gorizia con protagonisti il pianista Alexander Gadjiev Pianist e il soprano Claudia Mavilia, affiancati dalla FVG Orchestra diretta dal maestro Paolo Paroni.

Un omaggio alla grande musica e un evento che si inserisce nel cammino verso GO 2025 Nova Gorica · Gorizia 😊

Complimenti dunque ai due giovani e talentuosi artisti goriziani, così come alla FVG Orchestra, per la magistrale esibizione 👏🇮🇹🇸🇮

Cosa ne pensate? Fatemi sapere la vostra opinione con un commento, vi risponderò molto volentieri.

Vi invito anche a mettere Mi Piace alla mia pagina Facebook, a seguirmi sul profilo Twitter e a iscrivervi al canale Telegram.

Ferrovia. Lunetta di Gorizia: opera strategica per il territorio

Il progetto della lunetta di Gorizia ha l’obiettivo di rilanciare il traffico intermodale, sia a livello regionale che  transfrontaliero.

Dal lato italiano, è prevista la realizzazione di un raccordo ferroviario che colleghi Gorizia, Vrtojba e Nova Gorica, tratto su cui è innestato anche l’interporto della Sdag, con la linea Trieste-Udine. Il costo dell’intervento si aggira intorno ai 12 milioni di euro. Dal lato sloveno, invece, si punta a collegare Gorizia, Vrtojba, Nova Gorica e Ljubliana.

Si tratta di un’opera a lungo attesa perché, al momento, la linea ferroviaria Trieste-Udine costringe i convogli ad effettuare una doppia manovra nella stazione merci di Gorizia, rendendo così l’ingresso nel terminal goriziano lento e troppo oneroso. Grazie alla lunetta l’interporto vedrà aumentate le proprie potenzialità e saranno possibili il ricovero e la movimentazione di treni da 750 metri, come previsto dagli standard europei vigenti.

La lunetta assume quindi grande rilevanza dal punto di vista economico. Consentire il collegamento del polo intermodale della Sdag con le realtà portuali di Trieste e Monfalcone, significa di fatto rendere Gorizia un asse logistico strategico, con ricadute importanti per l’intero territorio, anche in vista degli ingenti investimenti in arrivo con il PNRR.

L’intervento si aggiungerà al piano di potenziamento della stazione ferroviaria di Gorizia, che verrà riconfigurata, adeguata e rimodernata. Si arriverà quindi ad una generale infrastrutturazione della dimensione ferroviaria della nostra Città, in linea con quanto previsto a livello europeo.

Entro quest’anno è prevista l’inaugurazione del collegamento passeggeri tra Gorizia e Nova Gorica, particolarmente significativo anche per quanto riguarda la Capitale europea della Cultura 2025. Tale collegamento rappresenta, infatti, un ulteriore importante passo per condividere servizi nell’area transfrontaliera della Città.

Il progetto della lunetta ha visto un grande lavoro di squadra portato avanti dal Comune di Gorizia con la Camera di Commercio della Venezia Giulia e la Regione, che ha fatto comprendere anche a RFI l’importanza dell’opera.

Ringrazio il presidente Massimiliano Fedriga e la squadra regionale della Lega per la grande attenzione rivolta allo sviluppo del nostro territorio – confermata peraltro dallo stanziamento di un milione di euro per il rilancio dell’interporto e della logistica goriziana – e i vertici della Sdag che sempre hanno creduto in questo progetto e lo stanno seguendo operativamente.

Cosa ne pensate? Fatemi sapere la vostra opinione con un commento, vi risponderò molto volentieri.

Vi invito anche a mettere Mi Piace alla mia pagina Facebook, a seguirmi sul profilo Twitter e a iscrivervi al canale Telegram.

Gorizia. Grande attesa per visita presidenti Mattarella e Pahor

Cresce la curiosità per la visita dei presidenti Sergio Mattarella e Borut Pahor a Gorizia, in occasione della nomina a Capitale europea della Cultura 2025.

Nova Gorica

L’importantissimo evento internazionale e diplomatico si svolgerà domani e inizierà in piazza Bevkov a Nova Gorica, dove i due presidenti riceveranno gli onori militari sloveni, per poi spostarsi al nuovo ponte di Salcano, che unisce le due sponde dell’Isonzo, collegando Italia e Slovenia.

Gorizia

Dopo gli onori militari italiani in Corso Verdi, Mattarella e Pahor visiteranno la mostra per i 140 anni del quotidiano Il Piccolo, allestita al Teatro Verdi.

Piazza Transalpina

La giornata si concluderà in piazza Transalpina, luogo altamente simbolico per la candidatura congiunta, che vede l’incontro tra le due Città – divise dal confine fino al 2004 – e le loro storie, culture e identità. Ed è proprio qui che lo scorso 18 dicembre Nova Gorica e Gorizia hanno festeggiato il riconoscimento di Capitale europea della cultura 2025.

Il concerto del coro “Voci in volo” di Udine e di quello giovanile di Sempeter Vrtojba sarà preceduto dai discorsi ufficiali dei due presidenti.

Quello di domani sarà certamente un momento storico per la nostra Città che, dopo tante difficoltà, si sta rialzando e sta dimostrando il suo potenzionale e grandissimo valore anche in ambito internazionale e diplomatico.

Cosa ne pensate? Fatemi sapere la vostra opinione con un commento, vi risponderò molto volentieri.

Vi invito anche a mettere Mi Piace alla mia pagina Facebook, a seguirmi sul mio profilo Twitter e a iscrivervi al mio canale Telegram

Ciclismo. Bellissima tappa da Grado a Gorizia!

Super Giro d’Italia 🚴‍♂️🇮🇹🇸🇮

Oggi ho seguito la Grado-Gorizia in compagnia di amici, appassionati e di tanti colleghi consiglieri comunali.

Bellissima occasione, ne conserverò un ricordo stupendo 😊

E voi? Avete seguito la Corsa rosa? Fatemelo sapere con un commento, sarò felice di rispondervi!

Vi invito anche a mettere Mi Piace alla mia pagina Facebook, a seguirmi sul mio profilo Twitter e a iscrivervi al mio canale Telegram.

Ciclismo. Gorizia si prepara al Giro, viabilità modificata

Ormai manca davvero poco! Questa domenica, a ben vent’anni di distanza dall’ultima volta, il Giro d’Italia attraverserà anche Gorizia.

La quindicesima tappa della Corsa infatti, partirà da Grado e, passando per Il Collio e la vicina Slovenia, si concluderà in Piazza Vittoria.

Per consentire il transito dei contendenti la maglia rosa, la viabilità cittadina verrà modificata come segue.

Zona di arrivo e Villaggio del Giro

Sono previsti il divieto di sosta dalle 19:00 di sabato e il divieto di transito dalle 5:00 di domenica (e fino al termine della manifestazione) in via Roma, piazza Vittoria, via Oberdan (parziale), largo XVII Marzo, via Mameli (parziale), via Bellinzona, via Seminario (parziale), via Arcivescovado, via Carducci, viale D’Annunzio (parziale).

Nel Villaggio del Giro ai Giardini pubblici, comprendente via Dante e via Petrarca, e nell’ultimo chilometro della Corsa (Casa Rossa, via Alviano, piazza Sant’Antonio, piazza Cavour, via Marconi, via Crispi), il transito sarà vietato già dalle 19:00 di sabato.

Zona del percorso

Sono previsti il divieto di sosta dalle 5:00 e il divieto di transito dalle 13:00 di domenica a Oslavia e Ponte di Piuma e in via Don Bosco, via Orzoni, piazza Medaglie d’Oro, via Montesanto, via Sauro, piazza Municipio, via De Gasperi, via Cascino, via Colobini (parziale), via Rabatta (parziale), via Lantieri (parziale), via Scuola Agraria, via Blaserna, via Rafut, via Giustiniani, via Kugy, via Kravos, corso Verdi (parziale), via Oberdan, via Bellinzona, via Mameli (parziale).

Parcheggi

I parcheggi di via Giustiniani/Bombi, Casa Rossa, via Manzoni, viale Virgilio, piazza Cesare Battisti e via Rismondo saranno riservati ai mezzi del Giro, con divieto di sosta dalle 19:00 di sabato.

Queste e molte altre informazioni utili sono disponibili sul sito del Comune di Gorizia.

Qui trovate il percorso del Giro in provincia di Gorizia.

Il passaggio della Corsa rosa a Gorizia rappresenta un’importante occasione di visibilità internazionale per la Città, oltreché di promozione delle peculiarità e delle bellezze del goriziano. Si tratta sicuramente di un evento molto significativo anche nell’ambito della Capitale europea della cultura 2025.

Cosa ne pensate? Fatemelo sapere con un commento, sarò felice di rispondervi.

Vi invito anche a mettere Mi Piace alla mia pagina Facebook, a seguirmi sul mio profilo Twitter e a iscrivervi al mio canale Telegram.

Ciclismo. Gorizia aspetta il Giro e si tinge di rosa

Gorizia si prepara ad accogliere la 15esima tappa del Giro d’Italia 2021 che, domenica 23 maggio, terminerà proprio in Piazza Vittoria.

Nel corso delle prossime settimane, infatti, saranno diversi gli eventi all’insegna delle due ruote che coloreranno la Città di rosa.

Nel dettaglio, in Via Rastello sarà allestita la mostra di biciclette d’epoca di Fabio Algadeni e vi sarà uno spazio dedicato al paraciclismo. Nelle vetrine delle botteghe delle storica Via saranno esposte le divise di grandi sportivi, che potranno anche essere acquistate: il ricavato verrà devoluto al Burlo Garofalo. L’inaugurazione ufficiale dell’allestimento è prevista per la mattina di sabato 8 maggio.

Lunedì 10 dalle ore 18:00 al Teatro Verdi sarà presentata la tappa Grado-Gorizia. Nel corso della serata saranno inoltre ricordati alcuni tra i più grandi campioni goriziani del passato. Tra gli ospiti anche Bruno Pizzul.

Ricco di eventi anche il prossimo fine settimana. Venerdì 14 e sabato 15 a partire dalle 10:00, la sfilata delle bici d’epoca partirà da Via Rastello e attraverserà la Città fino a San Mauro, dove sarà presentata l’edizione 2021 del Collio Brda Classic. Sempre sabato, alle 12:00, si terrà la manifestazione internazionale di regolarità super classica per le auto storiche, mentre domenica 16 sarà possibile percorrere in bici gli ultimi 35 chilometri del Giro.

Sabato 22 Via Rastello, allestita per la Corsa, accoglierà un concorso di biciclette recuperate e colorate rivolto a fioristi, vivaisti e appassionati. A seguire, verrà presentato il libro “La BC” di Fabio Algadeni, dedicato al ciclismo d’epoca.

Il Giro d’Italia rappresenta un’importante vetrina internazionale per Gorizia e per l’intero territorio transfrontaliero anche nell’ambito della Capitale europea della cultura 2025. Si tratta, inoltre, di una significativa occasione per promuovere e valorizzare le peculiarità e le bellezze della Città e del goriziano.

Rivolgo un sentito ringraziamento all’Associazione Via Rastello e alle tantissime persone che, con grande passione e impegno, si stanno dando da fare per la realizzazione e la promozione del Giro e degli eventi che animeranno Gorizia fino al 23 maggio. L’auspicio è che la situazione dei contagi ci consenta di partecipare tutti insieme a tale attesissimo evento per la città di Gorizia e tutto il territorio del Friuli Venezia Giulia.

Qui trovate le tappe del Giro d’Italia 2021 in provincia di Gorizia.

Cosa ne pensate? Fatemi sapere la vostra opinione con un commento, sarò felice di rispondervi.

Vi invito a mettere Mi Piace alla mia pagina Facebook, a seguirmi sul mio profilo Twitter e a iscrivervi al mio canale Telegram.

Gorizia. Economia e cultura temi incontro con Marco Dreosto

Questa mattina la Lega – Salvini Premier Gorizia con il coordinatore regionale ed europarlamentare Marco Dreosto.
Tanti i temi affrontati, fra cui Capitale Europea della Cultura e Zona Economica Europea.

Cosa ne pensate? Fatemi sapere la vostra opinione con un commento, vi risponderò molto volentieri.

Vi invito anche a mettere Mi Piace alla mia pagina Facebook, a seguirmi sul mio profilo Twitter e a iscrivervi al mio canale Telegram.