Cultura. Incentivi manutenzione teatri e cinema 2022

Domande presentabili fino al 23 novembre

La Regione Friuli Venezia Giulia prevede incentivi per la realizzazione di interventi di manutenzione e miglioramento funzionale delle sale teatrali e cinematografiche.

Criteri e modalità di concessione dei contributi in oggetto sono definiti attraverso lo specifico Regolamento.

SOGGETTI BENEFICIARI

A poter beneficiare di tali contributi sono:

enti pubblici;

soggetti privati, diverse dalle persone fisiche, senza finalità di lucro o con obbligo statutario di reinvestire gli utili e gli avanzi di gestione nello svolgimento delle attività;

parrocchie e diocesi;

società cooperative che, come da Statuto, svolgono attività esclusivamente o prevalentemente culturali o artistiche.

È richiesto che, al momento dell’erogazione dell’incentivo, tali oggetti abbiano la propria sede legale o una sede operativa in Friuli Venezia Giulia.

INTERVENTI FINANZIABILI

Gli incentivi riguardano:

interventi di manutenzione ordinaria, miglioramento funzionale, messa in sicurezza e adeguamento tecnologico della dotazione strutturale e delle attrezzature tecniche di sale teatrali e cinematografiche ubicate nel territorio della Regione Friuli Venezia Giulia. Tali interventi devono essere effettuati sul patrimonio edilizio esistente e devono avere rilevanza edilizia;

– l’acquisto di attrezzature tecniche, strumenti ed altri beni mobili, strettamente legati alla realizzazione dell’intervento di miglioramento funzionale o di adeguamento tecnologico della sala teatrale o cinematografica.

Per quanto riguarda le sale cinematografiche, non sono finanziabili gli interventi realizzati in sale multiplex.

ENTITÀ DELL’INCENTIVO

L’incentivo è pari al 100 per cento della spesa ammissibile.

Per quanto riguarda le sale teatrali, l’entità varia in relazione alla capienza della sala stessa ed è compreso tra:

15.000,00 e 30.000,00 euro per una capienza fino a 300 posti;

15.000,00 e 60.000,00 euro per una capienza da 300 a 800 posti;

15.000 e 300.000,00 euro per una capienza superiore agli 800 posti.

Per quanto riguarda le sale cinematografiche, l’incentivo è compreso tra 15.000,00 e 60.000,00 euro.

PRESENTAZIONE DELLA DOMANDA

La domanda di incentivo deve essere presentata via PEC all’indirizzo cultura@certregione.fvg.it entro mercoledì 23 novembre 2022.

La stessa può essere sottoscritta e inoltrata dal legale rappresentante del richiedente ovvero da un soggetto terzo munito di procura.

Queste e molte altre informazioni utili sono disponibili alla pagina dedicata sul sito della Regione.

Si tratta di una misura significativa, volta a sostenere le realtà teatrali e cinematografiche, importanti luoghi di promozione e diffusione della cultura.

Cosa ne pensate? Fatemi sapere la vostra opinione con un commento, vi risponderò molto volentieri.

Vi invito anche a mettere Mi Piace alla mia pagina Facebook, a seguirmi sul profilo Twitter e a iscrivervi al canale Telegram.

Foto Internet

Cinema. Contributi manifestazioni e festival internazionali 2022

Termine di presentazione delle domande fissato al 17 gennaio

La Regione Friuli Venezia Giulia concede contributi a sostegno di iniziative progettuali riguardati manifestazioni di valorizzazione della cultura cinematografica e dell’audiovisivo e festival cinematografici di carattere internazionale.

L’Avviso per l’annualità 2022 è stato approvato con la DGR nr. 1801/2021.

SOGGETTI BENEFICIARI

Possono beneficiare dei contributi:

-gli enti locali e gli enti pubblici regionali;

-le articolazioni territoriali degli enti pubblici nazionali presenti in Friuli Venezia Giulia;

-gli enti privati, diversi dalle persone fisiche, senza fine di lucro o con l’obbligo statutario di reinvestire gli utili e gli avanzi di gestione nello svolgimento delle attività previste nell’oggetto sociale;

– le società cooperative.

Enti privati e società cooperative devono:

– svolgere attività prevalentemente o esclusivamente culturali o artistiche;

– essere regolarmente costituiti con atto pubblico o scrittura privata registrata;

– avere sede legale od operativa in Friuli Venezia Giulia al momento dell’erogazione del contributo.

Tutti i soggetti sopra elencati possono prendere parte all’Avviso singolarmente o nell’ambito di un paternariato. Tra i partner ammissibili, al massimo dieci per ogni progetto, vi sono enti locali e pubblici, enti privati –  diversi dalle persone fisiche, senza scopo di lucro -, società cooperative che svolgono attività esclusivamente o prevalentemente culturali o artistiche, i soggetti di cui all’articolo 5 dell’Avviso.

Ciascuno dei partner deve fornire al progetto un apporto in termini di finanziamento, servizi, logistica o personale.

PROGETTI AMMISSIBILI

Sono ammissibili a contributo i progetti consistenti nella produzione, promozione, organizzazione e realizzazione
di manifestazioni cinematografiche e di festival cinematografici di carattere internazionale. Tale carattere è riconducibile alla provenienza internazionale delle opere proiettate e del cast, del pubblico, dei soggetti
accreditati professionali e della pubblicistica derivata.

Con riferimento ai progetti riguardanti le manifestazioni cinematografiche, questi devono svolgersi prevalentemente nel territorio del Friuli Venezia Giulia e prevedere modalità di realizzazione alternative allo svolgimento in presenza del pubblico, nel caso di provvedimenti di contenimento dell’emergenza Covid-19.

I festival cinematografici di carattere internazionale devono, inoltre, essere giunti almeno alla quinta edizione e, da almeno due anni:

-avere una durata compresa tra 5 e 12 giorni;

-prevedere la proiezione di almeno 15 opere, nel formato originale o nel formato professionale migliore possibile, utilizzando uno o più schermi facenti parte di sale cinematografiche;

-includere, ad un numero congruo di proiezioni, la presenza di soggetti facenti
parte del cast artistico, tecnico o produttivo dell’opera;

-impiegare almeno un’unità di personale assunto o contrattualizzato ad hoc per l’organizzazione del festival;

-prevedere iniziative dedicate all’ industrializzazione del prodotto
cinematografico, alla formazione o all’incontro tra distributori, produttori ed autori delle opere;

-prevedere un catalogo completo della manifestazione, anche in formato digitale.

SPESE AMMISSIBILI

Sono ammissibili a contributo le spese definite dall’articolo 7 del Regolamento, ossia le spese di personale, produzione, pubblicità, promozione e di gestione degli spazi relative al progetto finanziato e le spese generali di funzionamento. Queste ultime fino al 10% dell’importo del contributo.

Le spese sopra elencate devono essere sostenute tra il 1 gennaio 2022 e il 31 marzo 2023.

INTENSITÀ DEL CONTRIBUTO

L’intensità del contributo è compresa fra 15.000,00 e 25.000,00 euro per le manifestazioni cinematografiche e tra 25.000,00 e 50.000,00 euro per i festival cinematografici di carattere internazionale.

Qualora il contributo richiesto sia inferiore agli importi minimi o superiore agli importi massimi sopracitati, la domanda è considerata inammissibile e viene archiviata d’ufficio.

CUMULABILITÀ DEI CONTRIBUTI

Uno stesso progetto può essere oggetto di ulteriori sovvenzioni rispetto a quelle previste dall’Avviso.

In fase di rendicontazione, il beneficiario dovrà presentare una dichiarazione attestante l’entità e la provenienza delle eventuali ulteriori sovvenzioni ricevute per lo stesso progetto e si impegnerà a comunicare tempestivamente quelle che dovesse ricevere successivamente.
La somma delle ulteriori sovvenzioni e del contributo di cui all’Avviso non può superare la spesa effettivamente sostenuta dal beneficiario, altrimenti il
contributo sarà rideterminato.

PRESENTAZIONE DELLA DOMANDA

La domanda di contributo può essere presentata soltanto in forma telematica, attraverso il Sistema di Istanze On Line disponibile sul sito della Regione. L’istanza deve essere presentata, completa di allegati, entro e non oltre le ore 16:00 del 17 gennaio 2022.

Gli enti locali della Regione possono presentare una sola domanda a
valere sul presente Avviso, nonché un’ulteriore istanza per una diversa iniziativa progettuale sull’Avviso Divulgazione Umanistica o sull’Avviso Divulgazione Scientifica 2022.

Gli altri soggetti possono presentare una sola domanda di contributo a valere sul presente Avviso. Nel caso in cui tali soggetti presentino più istanze a valere sugli Avvisi annuali 2022, tutte le domande pervenute dopo la prima saranno ritenute inammissibili e verranno archiviate. E’ però ammessa la presentazione di una seconda domanda per una diversa iniziativa progettuale a valere sull’Avviso Creatività.

In caso di invio di più domande riguardanti  lo stesso progetto su uno stesso Avviso, sarà ritenuta valida soltanto l’ultima presentata.

Qualora l’istanza venga presentata e sottoscritta da un soggetto diverso dal legale rappresentante, alla stessa deve essere allegata una copia della procura, redatta secondo l’apposito modello.

Queste e molte altre informazioni utili sono disponibili alle pagine dedicate sul sito della Regione.

Si tratta di due misure molto importanti, anche in riferimento alla Capitale europea della Cultura 2025, progetto al quale l’Amministrazione Fedriga ha sempre dimostrato, e continua a dimostrare, grande sostegno.

Cosa ne pensate? Fatemi sapere la vostra opinione con un commento, vi risponderò molto volentieri.

Vi invito anche a mettere Mi Piace alla mia pagina Facebook, a seguirmi sul mio profilo Twitter e a iscrivervi al mio canale Telegram.

Foto: Ciak!, Internet

COVID-19 FVG: nuova ordinanza su visite Rsa e accessi teatri e cinema

Il governatore del Friuli Venezia Giulia, Massimiliano Fedriga, ha firmato oggi una nuova ordinanza contingibile e urgente di Protezione civile nell’ambito delle misure urgenti in materia di contenimento e gestione dell’emergenza epidemiologica da Covid-19.

Nel dettaglio, l’atto prescrive che l’accesso di parenti e visitatori a strutture di ospitalità e lungo degenza, residenze sanitarie assistite (Rsa), hospice, strutture riabilitative e strutture residenziali per anziani, autosufficienti e non, sia limitato ai soli casi indicati dalla direzione sanitaria della struttura, “che è tenuta ad adottare le misure necessarie al fine di prevenire possibili trasmissioni di infezione e che, valutata la situazione epidemiologica, ne può vietare l’entrata”.

Inoltre, per quel che riguarda i teatri e i cinema o altri luoghi all’aperto adibiti allo spettacolo, viene previsto che il numero massimo di spettatori sia determinato assicurando uno spazio libero tra posti fissi e identificati e, in caso di posti non identificati (quali spalti e gradinate), con distanziamento interpersonale di almeno un metro, salvo i gruppi conviventi. In ogni caso il limite massimo è di 1.000 spettatori per gli spettacoli all’aperto e di 700 spettatori per le strutture al chiuso e comunque sia in entrambi i casi non si può superare la capienza di 1/3 di quella consentita.

Fonte: Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia

Vi invito a mettere Mi Piace alla mia pagina Facebook e a seguirmi sul mio profilo Twitter.

Il discorso di Ennio Morricone agli Oscar

Per me è stata un’enorme emozione ascoltare il discorso di Ennio Morricone, che davanti a tutto il mondo, con la voce rotta dall’emozione, ha dedicato l’Oscar a sua moglie Maria.
È stato un grande esempio di italianità, di cultura e di amore.
Insomma, quanto di più necessario di questi tempi.
Voi l’avete ascoltato? Cosa ne pensate?

Vi invito a mettere “Mi piace” alla mia pagina Facebook.