Ambiente. Contributi acquisto biciclette elettriche o tradizionali

Termine di presentazione delle domande fissato al 20 aprile

Con la legge n. 15/2020, la Regione Friuli Venezia Giulia ha previsto la concessione di contributi per l’acquisto di biciclette nuove di fabbrica, sia a pedalata assistita che a propulsione esclusivamente muscolare.

Criteri e modalità di concessione di tali contributi sono definiti nell’Allegato 1 alla delibera n. 1704/2022.

SOGGETTI BENEFICIARI

A poter beneficiare del contributo sono le persone fisiche che, al momento della presentazione della domanda, siano anagraficamente residenti nel territorio regionale (ad esclusione dei soggetti che abbiano già beneficiato del contributo di cui all’articolo 229 del decreto legge n. 34/2020).

SPESE AMMISSIBILI

Sono ammissibili a contributo, le spese sostenute:

– per l’acquisto di una bicicletta a propulsione esclusivamente muscolare nuova di fabbrica nella misura del 30 per cento del prezzo di acquisto, comprensivo di IVA, fino a un massimo di 200 euro;

– per l’acquisto di una bicicletta a pedalata assistita nuova di fabbrica nella misura del 30 per cento del prezzo di acquisto, comprensivo di IVA, fino a un massimo di 300 euro.

Tali spese devono essere sostenute a partire dall’11 novembre 2022 e prima della presentazione della domanda di contributo.

L’acquisto si considera effettuato alla data della fattura quietanzata o di altro documento attestante l’avvenuto pagamento del prezzo della bicicletta.

PRESENTAZIONE DELLA DOMANDA

La domanda di contributo deve essere presentata alla Camera di Commercio territorialmente competente, esclusivamente attraverso il portale messo a disposizione dalla Regione, entro le ore 16:30 del 20 aprile.

Qualora lo stesso richiedente presenti più domande di contributo, sarà considerata valida la prima in ordine cronologico ritenuta ammissibile.

Alla domanda devono essere allegati:

– una dichiarazione redatta dal venditore da cui risulti che la bicicletta oggetto dell’acquisto è nuova di fabbrica, l’eventuale numero di telaio, il modello della bicicletta e la marca;

– la scansione del documento di vendita (fattura, o scontrino fiscale);

– una copia del documento di identità del sottoscrittore in caso di apposizione di firme autografe sulla dichiarazione del venditore e sull’eventuale delega utilizzata per la presentazione della domanda da parte di un soggetto terzo.

Queste e altre informazioni utili sono disponibili alla pagina dedicata sul sito della Regione.

Una misura significativa, che dimostra l’impegno dell’Amministrazione regionale nel promuovere la mobilità sostenibile al fine di ridurre l’inquinamento e migliorare la qualità dell’aria.

Cosa ne pensate? Fatemi sapere la vostra opinione con un commento, vi risponderò molto volentieri.

Vi invito anche a mettere Mi Piace alla mia pagina Facebook, a seguirmi sul profilo Twitter e a iscrivervi al canale Telegram.

Foto Internet

Cultura. Contributi divulgazione scientifica 2023

Domande presentabili fino al 24 gennaio

La Regione Friuli Venezia Giulia concede contributi a sostegno di iniziative progettuali riguardanti manifestazioni di divulgazione della cultura scientifica, intesa come cultura delle scienze matematiche, fisiche e naturali.

L’Avviso annuale 2023 è stato approvato con la DGR n. 1947/2022.

SOGGETTI BENEFICIARI

Possono beneficiare dei contributi in oggetto:

– gli enti locali e gli enti pubblici regionali;

– le articolazioni territoriali degli enti pubblici nazionali presenti in Friuli Venezia Giulia;

– gli enti privati, diversi dalle persone fisiche, senza fine di lucro o con l’obbligo statutario di reinvestire gli utili e gli avanzi di gestione nello svolgimento delle attività previste nell’oggetto sociale;

– le società cooperative.

Enti privati e società cooperative devono:

– svolgere attività prevalentemente o esclusivamente culturali o artistiche;

– essere regolarmente costituiti con atto pubblico o scrittura privata registrata;

– avere sede legale od operativa in Regione al momento dell’erogazione del contributo.

Tutti i soggetti sopra elencati possono prendere parte all’Avviso singolarmente o nell’ambito di un paternariato. Tra i partner ammissibili vi sono enti locali e pubblici, enti privati – diversi dalle persone fisiche, senza scopo di lucro -, società cooperative che svolgono attività esclusivamente o prevalentemente culturali o artistiche, i soggetti di cui all’articolo 5 dell’Avviso.

Per ogni progetto sono ammessi al massimo cinque partner, ciascuno dei quali dovrà fornire un apporto in termini di finanziamento, servizi, logistica o personale.

PROGETTI AMMISSIBILI

Il contributo riguarda le iniziative progettuali relative alla promozione, all’organizzazione e alla realizzazione di manifestazioni di divulgazione della cultura scientifica, anche per mezzo di pubblicazioni e prodotti multimediali.

I progetti devono svolgersi prevalentemente nel territorio del Friuli Venezia Giulia e prevedere modalità di realizzazione alternative allo svolgimento in presenza del pubblico. Gli stessi possono anche svolgersi nell’ambito di eventi realizzati in settori diversi dalla divulgazione della cultura scientifica, che però devono risultare accessori e non prevalenti.

Non sono ammessi a contributo i progetti con oggetto principale o esclusivo il canto corale e l’attività bandistica, il folclore, la valorizzazione delle lingue minoritarie, il teatro amatoriale e realizzati in settori diversi dalla divulgazione scientifica.

SPESE AMMISSIBILI

Ai sensi dell’articolo 7 del Regolamento, sono ammesse a contributo le spese di personale, produzione, pubblicità, promozione e di gestione degli spazi relative al progetto finanziato e le spese generali di funzionamento.

Le spese sopra indicate devono essere sostenute tra il 1 gennaio 2023 e il 31 marzo 2024.

INTENSITÀ DEL CONTRIBUTO

L’importo del contributo è compreso fra 10.000,00 e 25.000,00 euro.

Se il contributo richiesto è inferiore al minimo o superiore al massimo sopracitato, la domanda è considerata inammissibile e viene archiviata d’ufficio.

CUMULABILITA’

Lo stesso progetto può essere oggetto di ulteriori sovvenzioni rispetto a quelle previste dal presente Avviso.

In fase di rendicontazione, il beneficiario dovrà presentare una dichiarazione attestante l’entità e la provenienza delle eventuali ulteriori sovvenzioni ricevute per lo stesso progetto e si impegnerà a comunicare tempestivamente quelle che dovesse ricevere successivamente.
La somma delle ulteriori sovvenzioni e del contributo di cui all’Avviso non può superare la spesa effettivamente sostenuta dal beneficiario.

PRESENTAZIONE DELLA DOMANDA

La domanda di contributo deve essere presentata in forma telematica, attraverso il Sistema di Istanze On Line regionale, entro e non oltre le ore 16:00 del 24 gennaio 2023.

Nel caso di invio di più domande relative allo stesso progetto su uno stesso Avviso, sarà considerata valida soltanto l’ultima presentata.

Queste e altre informazioni utili sono disponibili alla pagina dedicata sul sito della Regione.

Si tratta un’ulteriore importante misura volta a promuovere e valorizzare il patrimonio culturale della nostra Regione, in particolare per quanto riguarda l’ambito scientifico.

Cosa ne pensate? Fatemi sapere la vostra opinione con un commento, vi risponderò molto volentieri.

Vi invito anche a mettere Mi Piace alla mia pagina Facebook, a seguirmi sul profilo Twitter e a iscrivervi al canale Telegram.

Cultura. Contributi divulgazione umanistica 2023

Termine di presentazione delle domande fissato al 24 gennaio

Approvato con la Delibera n. 1947/2022 della Giunta regionale l’Avviso per la concessione di contributi a sostegno di iniziative progettuali riguardanti manifestazioni di divulgazione della cultura umanistica.

SOGGETTI BENEFICIARI

A poter beneficiare di questi contributi sono:

– gli enti locali e gli enti pubblici regionali;

– le articolazioni territoriali degli enti pubblici nazionali presenti in Friuli Venezia Giulia;

– gli enti privati, diversi dalle persone fisiche, senza fine di lucro o con l’obbligo statutario di reinvestire gli utili e gli avanzi di gestione nello svolgimento delle attività previste nell’oggetto sociale;

– le società cooperative.

Enti privati e società cooperative devono:

– svolgere attività prevalentemente o esclusivamente culturali o artistiche;

– essere regolarmente costituiti con atto pubblico o scrittura privata registrata;

– avere sede legale od operativa in Regione al momento dell’erogazione del contributo.

I soggetti sopra indicati possono prendere parte all’Avviso singolarmente o nell’ambito di un paternariato. Tra i partner ammissibili vi sono enti locali e pubblici, enti privati – diversi dalle persone fisiche, senza scopo di lucro -, società cooperative che svolgono attività esclusivamente o prevalentemente culturali o artistiche, i soggetti di cui all’articolo 5 dell’Avviso.

Ciascun partner deve fornire un apporto in termini di finanziamento, servizi, logistica o personale e per ciascun progetto sono ammessi al massimo cinque partner.

PROGETTI AMMISSIBILI

Sono ammesse a contributo le iniziative progettuali relative alla promozione, organizzazione e realizzazione di manifestazioni di divulgazione della cultura umanistica.

Tali progetti devono svolgersi prevalentemente nel territorio del Friuli Venezia Giulia, anche in presenza di eventi realizzati in settori diversi dalla divulgazione della cultura umanistica, che però devono risultare accessori e non prevalenti. Le iniziative in oggetto devono prevedere modalità di realizzazione alternative allo svolgimento in presenza del pubblico.

Non sono ammessi a contributo i progetti aventi come oggetto principale o esclusivo il canto corale e l’attività bandistica, il folclore, la valorizzazione delle lingue minoritarie, il teatro amatoriale, realizzati in settori diversi da quello della divulgazione umanistica.

SPESE AMMISSIBILI

Come definito nell’articolo 7 del Regolamento, sono ammesse a contributo le spese di personale, produzione, pubblicità, promozione e di gestione degli spazi relative al progetto finanziato e le spese generali di funzionamento.

Le spese sopra indicate devono essere sostenute tra il 1 gennaio 2023 e il 31 marzo 2024.

INTENSITÀ DEL CONTRIBUTO

L’entità del contributo è compresa fra 10.000,00 e 25.000,00 euro.

Se il contributo richiesto è inferiore all’importo minimo o superiore all’importo massimo sopracitati, la domanda è considerata inammissibile e viene archiviata d’ufficio.

CUMULABILITÀ

Lo stesso progetto può essere oggetto di ulteriori sovvenzioni rispetto a quelle previste dal presente Avviso.

In fase di rendicontazione, il beneficiario dovrà presentare una dichiarazione attestante l’entità e la provenienza delle eventuali ulteriori sovvenzioni ricevute per lo stesso progetto e impegnarsi a comunicare tempestivamente quelle che dovesse ricevere successivamente.
La somma delle ulteriori sovvenzioni e del contributo di cui all’Avviso non può superare la spesa effettivamente sostenuta dal beneficiario.

PRESENTAZIONE DELLA DOMANDA

La domanda di contributo può essere presentata solamente in forma telematica attraverso il Sistema di Istanze On Line regionale entro e non oltre le ore 16:00 del 24 gennaio.

Qualora fossero inoltrate più domande relative allo stesso progetto su uno stesso Avviso, verrà considerata valida soltanto l’ultima presentata.

Queste e altre informazioni utili sono disponibili alla pagina dedicata sul sito della Regione.

Si tratta di un’ulteriore importante misura volta a favorire la promozione e la valorizzazione del patrimonio culturale della nostra Regione, che assume grande rilevanza anche in vista della Capitale europea della Cultura 2025.

Cosa ne pensate? Fatemi sapere la vostra opinione con un commento, vi risponderò molto volentieri.

Vi invito anche a mettere Mi Piace alla mia pagina Facebook, a seguirmi sul profilo Twitter e a iscrivervi al canale Telegram.

Foto Internet

Cultura. Contributi manifestazioni espositive 2023

Domande presentabili fino al 24 gennaio

La Regione Friuli Venezia Giulia concede contributi a sostegno delle iniziative progettuali aventi ad oggetto l’organizzazione di manifestazioni espositive, anche a carattere didattico e formativo, nelle discipline delle arti figurative e visive, della fotografia e della multimedialità.

L’Avviso annuale 2023 è stato approvato con la Delibera nr. 1947/2022.

SOGGETTI BENEFICIARI

A poter beneficiare dei contributi in oggetto sono:

– gli enti locali e gli enti pubblici regionali;

– le articolazioni territoriali degli enti pubblici nazionali presenti in Friuli Venezia Giulia;

– gli enti privati, diversi dalle persone fisiche, senza fine di lucro o con l’obbligo statutario di reinvestire gli utili e gli avanzi di gestione nello svolgimento delle attività previste nell’oggetto sociale;

– le società cooperative.

Enti privati e società cooperative devono:

– svolgere attività prevalentemente o esclusivamente culturali o artistiche;

– essere regolarmente costituiti con atto pubblico o scrittura privata registrata;

– avere sede legale od operativa in Regione al momento dell’erogazione del contributo.

I soggetti sopra elencati possono partecipare all’Avviso singolarmente o nell’ambito di un paternariato. Tra i partner ammissibili vi sono enti locali e pubblici, enti privati – diversi dalle persone fisiche, senza scopo di lucro -, società cooperative che svolgono attività esclusivamente o prevalentemente culturali o artistiche, i soggetti di cui all’articolo 5 dell’Avviso.

Ogni progetto può ammettere al massimo cinque partner e ciascuno di essi dovrà fornire un apporto in termini di finanziamento, servizi, logistica o personale.

PROGETTI AMMISSIBILI

Il contributo riguarda i progetti relativi alla promozione, organizzazione e realizzazione di manifestazioni espositive e di altre attività culturali nelle discipline delle arti figurative e visive, della fotografia e della multimedialità.

I progetti devono svolgersi prevalentemente nel territorio del Friuli Venezia Giulia e prevedere modalità di realizzazione alternative allo svolgimento in presenza del pubblico. Tali progetti possono anche svolgersi in presenza di eventi realizzati in settori diversi da quello delle manifestazioni espositive, che tuttavia devono risultare accessori e non prevalenti.

Non sono ammessi a contributo i progetti aventi ad oggetto principale o esclusivo il canto corale e l’attività bandistica, il folclore, la valorizzazione delle lingue minoritarie, nè quelli realizzati settori diversi dalle manifestazioni espositive.

SPESE AMMISSIBILI

Ai sensi dell’articolo 7 del Regolamento, sono amesse a contributo le spese di personale, produzione, pubblicità, promozione e di gestione degli spazi relative al progetto finanziato e le spese generali di funzionamento.

Tali spese devono essere sostenute tra il 1 gennaio 2023 e il 31 marzo 2024.

INTENSITÀ DEL CONTRIBUTO

L’entità del contributo è compresa fra 10.000,00 e 25.000,00 euro.

Qualora il contributo richiesto sia inferiore all’importo minimo o superiore all’importo massimo sopracitati, la domanda sarà considerata inammissibile e archiviata d’ufficio.

CUMULABILITÀ

Uno stesso progetto può essere oggetto di ulteriori sovvenzioni rispetto a quelle previste dall’Avviso.

In fase di rendicontazione, il beneficiario dovrà presentare una dichiarazione attestante l’entità e la provenienza delle eventuali ulteriori sovvenzioni ricevute per lo stesso progetto e si impegnerà a comunicare tempestivamente quelle che dovesse ricevere successivamente.
La somma delle ulteriori sovvenzioni e del contributo di cui all’Avviso non può superare la spesa effettivamente sostenuta dal beneficiario.

PRESENTAZIONE DELLA DOMANDA

La domanda di contributo può essere presentata esclusivamente in forma telematica, attraverso il Sistema di Istanze On Line regionale. L’istanza deve essere presentata entro e non oltre le ore 16:00 del 24 gennaio.

In caso di invio di più domande relative allo stesso progetto su uno stesso Avviso, sarà considerata valida soltanto l’ultima pervenuta.

Queste e altre informazioni utili sono disponibili alla pagina dedicata sul sito della Regione.

Una misura molto importante per la promozione e la valorizzazione del patrimonio culturale regionale anche a scopo didattico e formativo.

Cosa ne pensate? Fatemi sapere la vostra opinione con un commento, vi risponderò molto volentieri.

Vi invito anche a mettere Mi Piace alla mia pagina Facebook, a seguirmi sul profilo Twitter e a iscrivervi al canale Telegram.

Foto Internet

Turismo. Contributi iniziative promozionali primo bando 2023

Domande presentabili fino al 31 gennaio

La Regione Friuli Venezia Giulia concede contributi a sostegno di progetti mirati, manifestazioni e iniziative che favoriscono la promozione turistica del territorio.

SOGGETTI BENEFICIARI

Possono beneficiare dei contributi in oggetto soggetti pubblici e privati quali associazioni, comitati, fondazioni, consorzi, ONLUS e imprese costituite in rete.

PROGETTI AMMISSIBILI

Sono ammessi a contributo i progetti, le manifestazioni e le iniziative che si svolgano:

– tra il 1° gennaio 2023 e il 28 febbraio 2024 (con avvio dell’attività entro il 31 dicembre 2023);

– nel territorio del Friuli Venezia Giulia, oppure al di fuori dello stesso purché ne promuovano in modo evidente l’attrattività turistica, le sue peculiarità e i suoi prodotti caratteristici.

Progetti, manifestazioni ed iniziative di cui al presente bando non devono essere già stati proposti dal medesimo soggetto organizzatore e finanziati con un bando precedente per la medesima edizione o annualità.

SPESE AMMISSIBILI

Sono ammesse a contributo le spese relative a:

– ideazione e produzione di veicoli informativi, gadget e altri materiali promozionali dell’iniziativa;

– promozione sui media;

– compensi per attività artistiche, scientifiche, culturali, di comunicazione e sportive e compensi per forniture di beni e servizi;

– rimborsi spese a collaboratori;

– segreteria organizzativa e assistenza;

– ospitalità;

– noleggio strutture e attrezzature;

– trasporti.

Tali spese devono essere sostenute dopo il 31 gennaio 2023 e comprovate da idonea documentazione di spesa intestata al beneficiario regolarmente quietanzata.

Le spese devono inoltre essere direttamente ed inequivocabilmente riconducibili all’iniziativa per la quale si richiede il contributo.

PRESENTAZIONE DELLA DOMANDA

La domanda di contributo deve essere presentata esclusivamente in forma telematica attraverso il Sistema di Istanze On Line della Regione entro le ore 12:00 di martedì 31 gennaio.

L’istanza deve essere riferita alla singola iniziativa, manifestazione o progetto unitario proposto.

Queste e altre informazioni utili sono disponibili alla pagina dedicata sul sito della Regione.

Si tratta di una misura importante, volta a sostenere concretamente le realtà che si occupano della valorizzazione e promozione del patrimonio turistico religionale, con significative ricadute economiche per il territorio.

Cosa ne pensate? Fatemi sapere la vostra opinione con un commento, vi risponderò molto volentieri.

Vi invito anche a mettere Mi Piace alla mia pagina Facebook, a seguirmi sul profilo Twitter e a iscrivervi al canale Telegram.

Cultura. Contributi manifestazioni e festival cinematografici 2023

Domande presentabili fino al 24 gennaio

Con la Delibera n. 1947/2022 è stato approvato l’Avviso per la concessione di contributi a sostegno di iniziative progettuali aventi ad oggetto manifestazioni cinematografiche e festival cinematografici di carattere internazionale.

SOGGETTI BENEFICIARI

A poter beneficiare dei contributi in oggetto sono:

– gli enti locali e gli enti pubblici regionali;

– le articolazioni territoriali degli enti pubblici nazionali presenti in Friuli Venezia Giulia;

– gli enti privati, diversi dalle persone fisiche, senza fine di lucro o con l’obbligo statutario di reinvestire gli utili e gli avanzi di gestione nello svolgimento delle attività previste nell’oggetto sociale;

– le società cooperative.

Enti privati e società cooperative devono:

– svolgere attività prevalentemente o esclusivamente culturali o artistiche;

– essere regolarmente costituiti con atto pubblico o scrittura privata registrata;

– avere sede legale od operativa in Friuli Venezia Giulia al momento dell’erogazione del contributo.

Tutti i soggetti possono prendere parte all’Avviso singolarmente o nell’ambito di un paternariato. Tra i partner ammissibili, al massimo cinque per ogni progetto, vi sono enti locali e pubblici, enti privati – diversi dalle persone fisiche, senza scopo di lucro -, società cooperative che svolgono attività esclusivamente o prevalentemente culturali o artistiche, i soggetti di cui all’articolo 5 dell’Avviso.

Ciascuno dei partner deve fornire al progetto un apporto in termini di finanziamento, servizi, logistica o personale.

PROGETTI AMMISSIBILI

Sono ammissibili a contributo i progetti relativi alla produzione, promozione, organizzazione e realizzazione di manifestazioni cinematografiche e di festival cinematografici di carattere internazionale, riconducibile alla provenienza internazionale delle opere proiettate e del cast, del pubblico, dei soggetti accreditati professionali e della pubblicistica derivata.

I festival cinematografici di carattere internazionale devono essere giunti almeno alla quinta edizione e, da almeno due anni:

– avere una durata compresa tra 5 e 12 giorni;

– prevedere la proiezione di almeno 15 opere, nel formato originale o nel formato professionale migliore possibile, utilizzando uno o più schermi facenti parte di sale cinematografiche;

– includere, ad un numero congruo di proiezioni, la presenza di soggetti facenti
parte del cast artistico, tecnico o produttivo dell’opera;

– impiegare almeno un’unità di personale assunto o contrattualizzato ad hoc per l’organizzazione del festival;

– prevedere iniziative dedicate all’ industrializzazione del prodotto
cinematografico, alla formazione o all’incontro tra distributori, produttori ed autori delle opere;

– prevedere un catalogo completo della manifestazione, anche in formato digitale.

I festival devono svolgersi nel territorio regionale, mentre le manifestazioni cinematografiche devono svolgersi prevalentemente nel territorio del Friuli Venezia Giulia.

I progetti devono prevedere forme e modalità di realizzazione alternative allo svolgimento con il pubblico in sala.

SPESE AMMISSIBILI

Sono ammesse a contributo le spese definite dall’articolo 7 del Regolamento, ossia le spese di personale, produzione, pubblicità, promozione e di gestione degli spazi relative al progetto finanziato e le spese generali di funzionamento.

Tali spese devono essere sostenute tra il 1 gennaio 2023 e il 31 marzo 2024.

INTENSITÀ DEL CONTRIBUTO

L’intensità del contributo è compresa fra 15.000,00 e 45.000,00 euro.

Se il contributo richiesto è inferiore all’importo minimo o superiore all’importo massimo sopracitato, la domanda è considerata inammissibile e viene archiviata d’ufficio.

CUMULABILITÀ

Lo stesso progetto può essere oggetto di ulteriori sovvenzioni rispetto a quelle previste dall’Avviso.

In fase di rendicontazione, il beneficiario dovrà presentare una dichiarazione attestante l’entità e la provenienza delle eventuali ulteriori sovvenzioni ricevute per il progetto e si impegnerà a comunicare tempestivamente quelle che dovesse ricevere successivamente.
La somma delle ulteriori sovvenzioni e del contributo di cui all’Avviso non può superare la spesa effettivamente sostenuta dal beneficiario.

PRESENTAZIONE DELLA DOMANDA

La domanda di contributo deve essere presentata attraverso il Sistema di Istanze On Line disponibile sul sito della Regione, entro le ore 16:00 del 24 gennaio.

Non sono ammissibili domande di contributo che prevedano cumulativamente progetti relativi a manifestazioni cinematografiche e a festival cinematografici.

In caso di invio di più domande riguardanti lo stesso progetto sullo stesso Avviso, sarà ritenuta valida soltanto l’ultima presentata.

Queste e altre informazioni utili sono disponibili alla pagina dedicata sul sito della Regione.

Si tratta di una misura molto significativa che conferma il sostegno dell’Amministrazione regionale Fedriga al settore della cultura e che assume grande importanza anche nell’ambito della Capitale europea della Cultura 2025.

Cosa ne pensate? Fatemi sapere la vostra opinione con un commento, vi risponderò molto volentieri.

Vi invito anche a mettere Mi Piace alla mia pagina Facebook, a seguirmi sul profilo Twitter e a iscrivervi al canale Telegram.

Foto Internet

Gorizia. Contributi sistemi di sicurezza 2023

Termine di presentazione delle domande fissato al 20 gennaio

Il Comune di Gorizia ha approvato il bando per la concessione di contributi per l’acquisto e l’installazione di sistemi di sicurezza.

I contributi in oggetto sono erogati dal Comune sulla base delle risorse messe a disposizione dalla Regione, secondo quanto previsto secondo dall’articolo 7 della l.r. 5/2021 e del Regolamento emanato il 30 luglio 2019.

INIZIATIVE FINANZIABILI E SPESE AMMISSIBILI

Il contributo in oggetto finanzia:

– l’acquisto e l’installazione di nuovi impianti di videosorveglianza, il potenziamento o l’ampliamento di telecamere collegate con centri di vigilanza privati, impianti di video-citofonia, apparecchi rilevatori di prevenzione antifurto e relative centraline, sistemi di allarme antintrusione, rilevatori di effrazione sui serramenti;

– l’acquisto e posa in opera di porte e persiane blindate o rinforzate, saracinesche e tapparelle metalliche con bloccaggi, porte e finestre con vetri antisfondamento, grate e inferriate su porte o finestre, serrature antieffrazione e spioncini su porte.

I beni installati devono essere nuovi e le relative spese devono essere state sostenute tra il 1° gennaio e il 31 dicembre 2022.

Gli interventi di messa in sicurezza devono essere realizzati su:

– immobili adibiti ad abitazione di persone fisiche, quali case singole o appartamenti in condominio;

condomini per le parti comuni;

immobili religiosi, di culto e di ministero pastorale;

– immobili adibiti ad attività professionali, produttive, commerciali o industriali;

edifici scolastici e impianti sportivi, che non siano di proprietà degli enti locali.

ENTITÀ DEL CONTRIBUTO

Il contributo concesso varia in base all’edificio oggetto dell’intervento di messa in sicurezza.

Per quanto riguarda gli interventi eseguiti su abitazioni private di persone fisiche, immobili religiosi, adibiti ad attività, scuole o impianti sportivi, il contributo massimo erogabile è pari al 60 per cento della spesa sostenuta comprensiva di IVA, fino all’importo massimo di 2.500,00 euro. Non sono finanziabili interventi per spese inferiori a 1.000,00 euro IVA inclusa.

In relazione agli interventi eseguiti sulle parti comuni dei condomi, il contributo massimo erogabile è pari al 60 per cento della spesa sostenuta comprensiva di IVA e fino ad un massimo di 3.000,00 euro IVA inclusa.

SOGGETTI BENEFICIARI

Possono presentare domanda di contributo i cittadini italiani, i cittadini di uno Stato dell’Unione europea regolarmente soggiornanti in Italia, i cittadini stranieri titolari di permesso di soggiorno di lungo periodo.

Per accedere al beneficio, la persona fisica che realizzi interventi di messa in sicurezza in abitazioni private deve, alla data di presentazione della domanda e di erogazione del contributo, essere:

– residente in Friuli Venezia Giulia da almeno 5 anni continuativi;

– proprietario o comproprietario di un immobile (o di parte di esso), ubicato nel Comune di Gorizia e avere nello stesso la residenza.

I condomini devono essere collocati nel territorio del comune di Gorizia e lo stesso vale per gli edifici di culto e quelli adibiti ad attività, le scuole e gli impianti sportivi, che devono essere di proprietà o in affitto al richiedente con contratto almeno quinquennale.

Il richiedente non deve avere debiti pendenti a qualsiasi titolo nei confronti del comune di Gorizia.

PRESENTAZIONE DELLA DOMANDA

La domanda di contributo deve essere presentata tramite raccomandata A/R, a mano presso l’Ufficio Protocollo del Comune, corriere, posta celere o PEC all’indirizzo comune.gorizia@certgov.fvg.it entro il 20 gennaio 2023.

Nell’istanza il soggetto richiedente deve dichiarare la tipologia di intervento realizzato corredato dalla fattura o da un documento equivalente attestante l’avvenuto pagamento, emesso entro il 31 dicembre 2022.

Per ciascun immobile può essere presentata una sola domanda di contributo.

Queste e molte altre informazioni utili sono disponibili alla pagina dedicata sul sito del Comune di Gorizia.

Si tratta di un’iniziativa importante, volta a prevenire e fronteggiare i fenomeni di microcriminalità e ad incrementare la sicurezza delle abitazioni private, delle attività e degli edifici della nostra Città.

Cosa ne pensate? Fatemi sapere la vostra opinione con un commento, vi risponderò molto volentieri.

Vi invito anche a mettere Mi Piace alla mia pagina Facebook, a seguirmi sul profilo Twitter e a iscrivervi al canale Telegram.

Foto Internet

Cultura. Contributi attività concertistica orchestre 2023

Domande presentabili fino al 24 gennaio

La Regione Friuli Venezia Giulia prevede contributi a sostegno di iniziative progettuali relative all’attività concertistica e alle manifestazioni musicali delle orchestre regionali.

Con la Delibera nr. 1947/2022 è stato approvato l’Avviso annuale 2023 per la concessione di tali contributi.

SOGGETTI BENEFICIARI

Possono beneficiare dei contributi in oggetto sono:

– gli enti locali e gli enti pubblici regionali;

– le articolazioni territoriali degli enti pubblici nazionali presenti in Friuli Venezia Giulia;

– gli enti privati, diversi dalle persone fisiche, senza fine di lucro o con l’obbligo statutario di reinvestire gli utili e gli avanzi di gestione nello svolgimento delle attività previste nell’oggetto sociale;

– le società cooperative.

Enti privati e società cooperative devono:

– svolgere attività prevalentemente o esclusivamente culturali o artistiche;

– essere regolarmente costituiti con atto pubblico o scrittura privata registrata;

– avere sede legale od operativa in Regione al momento dell’erogazione del contributo.

Tutti i soggetti sopra elencati possono prendere parte all’Avviso singolarmente o nell’ambito di un paternariato. Tra i partner ammissibili vi sono enti locali e pubblici, enti privati – diversi dalle persone fisiche, senza scopo di lucro -, società cooperative che svolgono attività esclusivamente o prevalentemente culturali o artistiche, i soggetti di cui all’articolo 5 dell’Avviso.

Ciascuno dei partner, al massimo cinque per ogni progetto, deve fornire un apporto in termini di finanziamento, servizi, logistica o personale.

PROGETTI AMMISSIBILI

Sono ammessi a contributo i progetti relativi alla produzione, promozione, organizzazione e realizzazione dell’attività concertistica o delle manifestazioni musicali delle orchestre della Regione.

Tali progetti devono svolgersi prevalentemente nel territorio del Friuli Venezia Giulia e prevedere modalità di realizzazione alternative allo svolgimento in presenza del pubblico.

Non sono ammessi a contributo i progetti con oggetto principale o esclusivo il canto corale e l’attività bandistica, la valorizzazione delle lingue minoritarie.

SPESE AMMISSIBILI

Come definito dall’articolo 7 del Regolamento, sono ammesse a contributo le spese di personale, produzione, pubblicità, promozione e gestione degli spazi relative al progetto finanziato e le spese generali di funzionamento.

Le spese sopra indicate devono essere sostenute tra il 1 gennaio 2023 e il 31 marzo 2024.

ENTITÀ DEL CONTRIBUTO

Gli importi concedibili sono compresi fra 10.000,00 e 30.000,00 euro.

CUMULABILITÀ

Lo stesso progetto può essere oggetto di ulteriori sovvenzioni rispetto a quelle previste nell’Avviso.

In sede di rendicontazione, il beneficiario deve presentare una dichiarazione attestante l’entità e la provenienza delle ulteriori sovvenzioni ottenute per il medesimo progetto e impegnarsi a comunicare tempestivamente quelle che dovesse ricevere successivamente. La somma delle sovvenzioni e del contributo in oggetto non può superare la spesa effettivamente sostenuta dal beneficiario.

PRESENTAZIONE DELLA DOMANDA

La domanda di contributo può essere presentata esclusivamente in forma telematica attraverso il Sistema di Istanze On Line entro e non oltre le ore 16:00 del 24 gennaio 2023.

Nel caso in cui un medesimo soggetto presenti più domande relative allo stesso progetto su uno stesso Avviso, verrà considerata valida l’ultima pervenuta.

Queste e molte altre informazioni utili sono disponibili alla pagina dedicata sul sito della Regione.

Una misura molto importante per promuovere e valorizzare il patrimonio culturale regionale e sostenere un settore che assume grande rilevanza anche nell’ambito della Capitale europea della Cultura 2025.

Cosa ne pensate? Fatemi sapere la vostra opinione con un commento, vi risponderò molto volentieri.

Vi invito anche a mettere Mi Piace alla mia pagina Facebook, a seguirmi sul profilo Twitter e a iscrivervi al canale Telegram.

Cultura. Contributi spettacoli dal vivo 2023

Domande presentabili fino al 24 gennaio

Con la Delibera nr. 1947/2022 è stato approvato l’Avviso annuale 2023 per la concessione di contributi regionali a sostegno di iniziative progettuali riguardanti eventi e festival, stagioni e rassegne nel settore dello spettacolo dal vivo, che include attività di rappresentazione teatrale, musicale e di danza.

SOGGETTI BENEFICIARI

A poter beneficiare dei contributi in oggetto sono:

– gli enti locali e gli enti pubblici regionali;

– le articolazioni territoriali degli enti pubblici nazionali presenti in Friuli Venezia Giulia;

– gli enti privati, diversi dalle persone fisiche, senza fine di lucro o con l’obbligo statutario di reinvestire gli utili e gli avanzi di gestione nello svolgimento delle attività previste nell’oggetto sociale;

– le società cooperative.

Enti privati e società cooperative devono:

– svolgere attività prevalentemente o esclusivamente culturali o artistiche;

– essere regolarmente costituiti con atto pubblico o scrittura privata registrata;

– avere sede legale od operativa in Regione al momento dell’erogazione del contributo.

Tutti i soggetti sopra elencati possono partecipare singolarmente o nell’ambito di un paternariato. Tra i partner ammissibili vi sono enti locali e pubblici, enti privati –  diversi dalle persone fisiche, senza scopo di lucro -, società cooperative che svolgono attività esclusivamente o prevalentemente culturali o artistiche, i soggetti di cui all’articolo 5 dell’Avviso.

Per ogni progetto sono ammessi al massimo cinque partner e ciascuno di essi deve fornire un apporto in termini di finanziamento, servizi, logistica o personale.

PROGETTI AMMISSIBILI

Sono ammessi a contributo i progetti relativi alla produzione, promozione, organizzazione e realizzazione di eventi e festival, stagioni e rassegne nell’ambito dello spettacolo dal vivo.

Tali progetti possono anche svolgersi in presenza di eventi realizzati in settori diversi da quello dello spettacolo dal vivo, che però devono risultare accessori e non prevalenti e possono comprendere anche attività di produzione di spettacoli teatrali di prosa.

I progetti sopra indicati devono svolgersi prevalentemente nel territorio del Friuli Venezia Giulia e prevedere modalità di realizzazione alternative allo svolgimento in presenza del pubblico.

Non sono ammessi a contributo i progetti con oggetto principale o esclusivo il canto corale e l’attività bandistica, il folclore, la valorizzazione delle lingue minoritarie, il teatro amatoriale e settori diversi dallo spettacolo dal vivo.

SPESE AMMISSIBILI

Sono ammesse a contributo le spese di personale, produzione, pubblicità, promozione e  gestione degli spazi relative al progetto finanziato e le spese generali di funzionamento, come definito dall’articolo 7 del Regolamento.

Le spese sopra indicate devono essere sostenute tra il 1 gennaio 2023 e il 31 marzo 2024.

ENTITÀ DEL CONTRIBUTO

Gli importi concedibili sono compresi fra 15.000,00 e 25.000,00 euro per i progetti relativi a eventi e festival, tra 15.000,00 e 30.000,00 per rassegne e stagioni.

CUMULABILITÀ

Lo stesso progetto può essere oggetto di ulteriori sovvenzioni rispetto a quelle previste nell’Avviso.

In fase di rendicontazione, il beneficiario presenta una dichiarazione attestante l’entità e la provenienza delle ulteriori sovvenzioni ottenute per il medesimo progetto e si impegna a comunicare tempestivamente quelle che dovesse ricevere successivamente. La somma delle sovvenzioni e del contributo in oggetto non può superare la spesa effettivamente sostenuta dal beneficiario.

PRESENTAZIONE DELLA DOMANDA

La domanda di contributo può essere presentata soltanto in forma telematica attraverso il Sistema di Istanze On Line entro e non oltre le ore 16:00 del 24 gennaio 2023.

Nel caso in cui vengano presentate più domande relative allo stesso progetto su uno stesso Avviso, verrà ritenuta valida esclusivamente l’ultima pervenuta.

Queste e molte altre informazioni utili sono disponibili alla pagina dedicata sul sito della Regione.

Si tratta di una misura certamente molto significativa, volta a promuovere e valorizzare il patrimonio culturale della nostra Regione e sostenere un settore che riveste grande importanza anche nell’ambito della Capitale europea della Cultura 2025.

Cosa ne pensate? Fatemi sapere la vostra opinione con un commento, vi risponderò molto volentieri.

Vi invito anche a mettere Mi Piace alla mia pagina Facebook, a seguirmi sul profilo Twitter e a iscrivervi al canale Telegram.

Foto Internet

Turismo. Contributi agenzie viaggio e tour operator 2022

Domande presentabili fino al 31 gennaio

La Regione Friuli Venezia Giulia concede contributi a favore delle agenzie viaggi e tour operator.

SOGGETTI BENEFICIARI

Possono beneficiare dei contributi in oggetto le agenzie di viaggio e i tour operator che abbiano sede legale e operativa in Regione e che siano iscritti, alla data di presentazione della domande, allo specifico Albo regionale.

INIZIATIVE FINANZIABILI E SPESE AMMISSIBILI

Il contributo finanzia:

1. l’organizzazione e la vendita di pacchetti turistici finalizzati ad incrementare l’ingresso e la permanenza di turisti nel territorio regionale.

In questo caso, sono ammesse a contributo le spese relative:

– all’ideazione e alla produzione di veicoli informativi, gadget e altri materiali promozionali del prodotto turistico;

– alla promozione sui media;

– ai compensi per attività di consulenza e per forniture di beni e servizi;

– ai rimborsi spese a collaboratori;

– al noleggio attrezzature;

– ai trasporti turistici all’interno del territorio regionale.

Tali spese devono essere sostenute e quindi quieranzate dal 1° gennaio al 31 dicembre 2022.

2. il 20 per cento dell’importo annuo del canone di locazione, leasing o concessione di immobili ad uso commerciale.

Sono ammessi a contributo i costi, comprovati da fattura o ricevuta fiscale, relativi al periodo compreso tra il 1° gennaio e il 31 dicembre 2022, anche se pagati in un momento successivo (comunque entro i termini di rendicontazione).

3. la vendita di biglietti aerei da e per l’aeroporto di Ronchi dei Legionari nel periodo compreso tra il 1° gennaio e il 31 dicembre 2022.

4. le convenzioni stipulate con PromoTurismoFVG nel periodo compreso tra il 1° gennaio e il 31 dicembre 2022.

ENTITÀ DEL CONTRIBUTO

Il contributo concesso varia in relazione alla tipologia di iniziativa ed è pari:

– ad un massimo di 23.000,00 euro per l’organizzazione e la vendita di pacchetti turistici;

– ad un massimo di 5.500,00 euro per i canoni di locazione, leasing o concessione di immobili;

– a 10,00 euro per ogni biglietto venduto per ogni partenza o arrivo dall’aeroporto di Ronchi dei Legionari, fino ad un massimo di 1.000,00 euro;

– ad un massimo di 500,00 euro per le spese sostenute a fronte di quanto previsto dalla convenzione stipulata con PromoTurismoFVG.

PRESENTAZIONE DELLA DOMANDA

La domanda di contributo deve essere presentata a CATT FVG attraverso il Sistema di Istanze On Line disponibile sul sito della Regione entro e non oltre le ore 16:00 del 31 gennaio 2023.

Ciascun richiedente può presentare una sola domanda per anno solare.

CUMULABILITÀ

I contributi in oggetto sono cumulabili con altri eventuali contributi previsti da norme statali per le medesime finalità e in capo agli stessi beneficiari.

Queste e molte altre informazioni utili sono disponibili alla pagina dedicata sul sito della Regione.

Si tratta di una misura significativa per supportare agenzie viaggi e tour operator, che svolgono un ruolo importante per la promozione e la valorizzazione del turismo regionale.

Cosa ne pensate? Fatemi sapere la vostra opinione con un commento, vi risponderò molto volentieri.

Vi invito anche a mettere Mi Piace alla mia pagina Facebook, a seguirmi sul profilo Twitter e a iscrivervi al canale Telegram.

Foto Internet