Ciclismo. Percorso del Giro d’Italia Donne nel goriziano

Finale della Corsa Rosa femminile domenica 11 luglio tra Collio e Gorizia

Dopo la tappa dello scorso 23 maggio, partita da Grado e conclusasi in Piazza Vittoria a Gorizia, il Collio sarà nuovamente protagonista della Corsa Rosa nella sua versione femminile, che avrà inizio venerdì 2 luglio.

La 32esima edizione del Giro d’Italia Donne toccherà infatti 4 Regioni, Piemonte, Lombardia, Veneto e Friuli Venezia Giulia, per un percorso totale di circa 1.000 km suddiviso in 10 tappe.

In particolare, l’ottava tappa, con avvio a San Vendemiano, si concluderà a Mortegliano, mentre la nona e la decima si correranno interamente nella nostra Regione: la penultima, il 10 luglio, tra Feletto Umberto e il Monte Matajur, l’ultima, il giorno successivo, partirà invece da Capriva per terminare a Cormòns, toccando anche Gorizia.

Il percorso della decima tappa, Capriva-Cormòns

Entrando nel dettaglio della decima tappa, lunga in totale 113 km, le contendenti per la maglia rosa partiranno da Capriva alle 12:15 e proseguiranno il tragitto passando per Gorizia, Oslavia, San Floriano del Collio, Cormòns e Ruttars. Il percorso verrà poi ripetuto, in versione ridotta, per altre due volte e si concluderà ai piedi del Monte Quarin.

Il Giro d’Italia rappresenta una grande opportunità per far conoscere e promuovere, sia a livello nazionale che internazionale, bellezze e peculiarità del nostro territorio, in chiave turistica e culturale.

Buon Giro a tutti!

Cosa ne pensate? Fatemelo sapere con un commento, sarò felice di rispondervi.

Vi invito anche a mettere Mi Piace alla mia pagina Facebook, a seguirmi sul mio profilo Twitter e a iscrivervi al mio canale Telegram.

Ciclismo. Gorizia protagonista del Giro d’Italia 2021

Ormai manca poco! Questa primavera, a vent’anni di distanza, il Giro d’Italia farà tappa anche a Gorizia, sul Collio e nella vicina Slovenia.

In particolare, domenica 23 maggio i contendenti per la maglia rosa si sfideranno lungo il tragitto Grado-Gorizia, con arrivo che potrebbe essere in Piazza Vittoria.

Una splendida occasione di visibilità per Gorizia e Nova Gorica nell’ambito della nomina a Capitale europea della cultura 2025. L’evento darà poi notevole lustro all’intero territorio goriziano, che vedrà promosse e valorizzate le proprie bellezze e peculiarità.

Gia nel corso delle fasi di selezione della candidatura GO 2025!, Gorizia e Nova Gorica hanno saputo collaborare in modo proficuo: il Giro d’Italia sarà un’ulteriore importante occasione per le due Città di lavorare insieme e costruire un’unica conurbazione transfrontaliera, in un’ottica di sviluppo sociale, turistico ed economico.

Cosa ne pensate? Se vi va, fatemelo sapere con un commento, vi risponderò volentieri.

Vi invito anche a mettere Mi Piace alla mia pagina Facebook e a seguirmi sul mio profilo Twitter.

Candidatura Unesco del CollioBrda, il punto della situazione con Roberto Felcaro ed Elisa Trani

Nuovo video sul mio canale YouTube, date un’occhiata e fatemi sapere cosa ne pensate Candidatura Unesco del CollioBrda, il punto della situazione con Roberto Felcaro ed Elisa Trani

Guarda anche: Villaggio Coldiretti a Torino: agricoltura, enogastronomia ed eccellenze Made in Italy

Enjoy Collio Experience: al castello di Gorizia vitivinicoltura ed enogastronomia protagoniste

Nuova intervista sul mio canale YouTube, date un’occhiata e fatemi sapere cosa ne pensate Enjoy Collio Experience: al castello di Gorizia vitivinicoltura ed enogastronomia protagoniste

Guarda anche: Gli alpini di Lucinico celebrano 35 anni di fondazione del gruppo, intervista a Gabriele Montanar

Il Collio goriziano, intervista al Sindaco Diego Bernardis

collio goriziano intervista diego bernardis unesco
Il Collio goriziano, intervista Diego Bernardis

Il Collio goriziano è conosciuto soprattutto per la qualità dei suoi vini e per la bellezza dei suoi paesaggi, una vera e propria perla dal punto di vista del turismo enogastronomico.

Recentemente diversi stakeholder del territorio hanno anche formato un comitato scientifico per inserire questi splendidi luoghi nella tentative list dell’Unesco, così da sancirne definitivamente la portata internazionale e farne un esempio per un futuro basato su agricoltura, turismo ed enogastronomia.

Ho parlato di questo e molto altro con il sindaco di Dolegna del Collio Diego Bernardis, che oltre a essere un ottimo amministratore locale e anche uno degli stakeholder promotori della candidatura Unesco. Vi auguro quindi buona lettura, ci ritroviamo a metà intervista per delle considerazioni intermedie. Continua a leggere

Incontri con l’autore, museo della Civiltà Contadina: battaglie e bottiglie 1915/1918

Incontri con l'autore, museo della Civiltà Contadina: battaglie e bottiglie 1915/1918

Ho partecipato all’incontro pubblico “Incontri con l’autore” presso il museo della Civiltà Contadina di Farra d’Isonzo, organizzato dal Comune di Farra d’Isonzo, in collaborazione con Coldiretti e ONAV (organizzazione nazionale assaggiatori di vino). L’evento è stato utile per scoprire l’agricoltura e la vitivinicoltura durante la guerra, nel territorio di Farra d’Isonzo e nei territori circostanti. Continua a leggere

Visita al museo della Grande Guerra

Museo della Grande Guerra
Museo della Grande Guerra

Domenica pomeriggio, approfittando della promozione che permetteva l’ingresso gratuito, ho visitato il museo provinciale di Gorizia (per info: www.provincia.gorizia.it). Continua a leggere