Gorizia. Manifestazioni di interesse Gusti di Frontiera 2022

Kermesse nuovamente in programma dal 25 al 29 settembre

Dopo lo stop e le limitazioni a causa della pandemia, dal 25 al 29 settembre Gorizia sarà nuovamente protagonista delle kermesse enogastronomica Gusti di Frontiera, giunta alla sua 17esima edizione.

Diversi i Borghi che caratterizzeranno l’evento, tra cui il Mercato di Gusti, destinato esclusivamente alla vendita di prodotti non alimentari di fattura artigianale, il Borgo Mare, riservato alla somministrazione di patti di pesce, i Borghi Aperitivo di Gusti e 3P, il Borgo Italia e il Borgo Friuli Venezia Giulia, il Borgo Food Truck, con mezzi attrezzati di piccole dimensioni.

Manifestazioni di interesse

Il Comune di Gorizia, con determinazione nr. 480 dello scorso 19 aprile, ha approvato le Linee Guida per la partecipazione e aperto il termine di presentazione delle manifestazioni di interesse.

Chi può partecipare

A Gusti di Frontiera possono partecipare, come soggetti plurimi o singoli,:

– operatori commerciali del comparto agro-alimentare, della somministrazione di alimenti e bevande, imprenditori agricoli;

– titolari delle attività di somministrazione di alimenti e bevande e di vendita del settore alimentare, con sede dell’esercizio nell’area della manifestazione;

– titolari di librerie o negozi di oggettistica, con sede dell’esercizio nell’area della manifestazione, per l’esclusiva vendita di libri ed oggettistica a tema con la manifestazione;

– operatori del comparto artigianale ed artistico, a tema con la manifestazione;
– enti del Terzo settore di cui al decreto legislativo nr.117/2017;

– enti pubblici e soggetti istituzionali;

– consorzi di tutela/promozione;

– operatori dello spettacolo viaggiante;

– hobbisti che esercitino la vendita in modo saltuario, nei limiti di dodici giorni all’anno e della normativa fiscale, senza organizzazione di vendita che faccia configurare un’attività a fine di lucro.

Presentazione dell’istanza

La manifestazione di interesse per la partecipazione alla kermesse deve essere presentata tassativamente entro giovedì 19 maggio, compilando il modulo direttamente sul sito dedicato.

L’invio della domanda richiede il possesso di un’identità digitale tra SPID, CNR, CRS (in alternativa l’accesso sarà consentito allegando un documento di identità valido), del codice fiscale e di un indirizzo di Posta Elettronica Certificata o Ordinaria.

Ammissione e tariffe

Entro metà giugno, chi avrà presentato la propria manifestazione di interesse nei termini sopra indicati riceverà una comunicazione di pre-ammissione, ammissione con riserva o esclusione dall’evento.

La cauzione da corrispondere sarà pari a 110,00 euro, mentre la tariffa di iscrizione andrà da un minimo di 78,00 euro per le attività di vendita del settore non alimentare ad un massimo di 390,00 euro per le attività di somministrazione con cucina (tariffe ridotte a 65,00 euro e 130,00 euro per le attività commerciali avente sede fissa nel Comune di Gorizia).

Entro la fine di agosto, invece, saranno comunicate le ammissioni definitive alla kermesse e la data entro la quale effettuare i pagamenti di cui sopra comprensivi della tariffa di partecipazione, che verrà definita prossimamente.

Queste e molte altre informazioni utili sono disponibili alla pagina dedicata sul sito del Comune di Gorizia.

Gusti di Frontiera rappresenta da sempre un appuntamento molto importante per Gorizia. La kermesse permette infatti di scoprire i piatti tipici di diversi Paesi d’Europa e del mondo, ma anche di promuovere e valorizzare la nostra Città e le sue eccellenze.

Cosa ne pensate? Fatemi sapere la vostra opinione con un commento, sarò felice di rispondervi.

Vi invito anche a mettere Mi Piace alla mia pagina Facebook, a seguirmi sul profilo Twitter e a iscrivervi al canale Telegram.

Gorizia. Inaugurazione Gusti Off

Super foto con i sindaci di #Gorizia Rodolfo Ziberna e di #Udine Pietro Fontanini all’inaugurazione di Gusti di Frontiera 😊💙🍀

Vi invito a mettere Mi Piace alla mia pagina Facebook, a seguirmi sul mio profilo Twitter e a iscrivervi al mio canale Telegram.

Gorizia. Gusti Off, i dettagli della kermesse

Accessi limitati, obbligatorio il Green Pass

Presentata ufficialmente Gusti Off!, la nuova edizione – più contenuta rispetto alle precedenti a causa delle limitazioni anti Covid – della kermesse Gusti di Frontiera, che si svolgerà a Gorizia dal 23 al 26 settembre.

LA MAPPA DELL’EVENTO

Proprio al fine di evitare gli assembramenti e garantire la sicurezza dei partecipanti, la manifestazione avrà luogo entro due aree ben delimitate della città, che potranno ospitare un massimo di 2.700 persone per volta. La prima comprenderà piazza Cesare Battisti e i Giardini pubblici e ospiterà gli stand austriaci e francesi, la seconda si svilupperà in via Roma, una parte di via Crisipi e piazza Vittoria, con gli stand regionali, sloveni e istituzionali.

ACCESSO ALLE AREE

Per accedere a Gusti Off! sarà obbligatorio esibire il Green Pass. Il certificato verde potrà essere richiesto anche all’interno delle due maxi-aree, nelle quali sarà consentito mangiare e bere soltanto da seduti.

IL MENÙ

La kermesse enogastronomica ospiterà circa 60 stand, che offriranno specialità tipiche della Mitteleuropa e del nostro territorio.

Gusti Off! mette insieme l’esigenza di garantire la sicurezza con la voglia di ripartire e di ritrovarsi dopo un anno e mezzo di pesanti limitazioni dovute alla pandemia. La kermesse enogastronomica, affiancata dalla manifestazione culturale Contea, sarà di certo un’importante occasione per promuovere le tante peculiarità della nostra splendida Città.

Io non mancherò, e voi?

Vi invito anche a mettere Mi Piace alla mia pagina Facebook, a seguirmi sul mio profilo Twitter e a iscrivervi al mio canale Telegram.

Gorizia. A fine mese nuova edizione di Gusti di Frontiera

Dopo un anno di stop dovuto alla pandemia, a fine settembre – da giovedì 23 a domenica 26Gorizia ospiterà nuovamente Gusti di frontiera, la kermesse enogastronomica che porta in Città sapori e piatti tipici d’Europa.

L’edizione di quest’anno, Gusti Off, sarà tuttavia più contenuta rispetto alle precedenti. Gli stand saranno collocati in piazza Cesare Battisti, ai Giardini pubblici, in via Roma e piazza Vittoria, una parte di via Oberdan e via Crispi.

In ottemperanza con le disposizioni anti contagio, per accedere a queste aree del centro sarà obbligatorio esibire il Green Pass. La certificazione verde non sarà invece richiesta per mangiare all’aperto presso bar e ristoranti. Accanto all’offerta locale, sarà possibile degustare specialità della cucina italiana, francese, austriaca, slovena e ungherese.

L’appuntamento con Gusti Off sarà accompagnato dalle iniziative letterarie di Contea, interessante manifestazione culturale inaugurata già lo scorso anno.

Insieme alla tradizionale sagra di San Rocco, questa nuova edizione della kermesse rappresenta un importante segnale di ripresa per la nostra Città, un momento per ritrovarsi e ripartire insieme.

Io ci sarò, e voi?

Vi invito anche a mettere Mi Piace alla mia pagina Facebook, a seguirmi sul mio profilo Twitter e a iscrivervi al mio canale Telegram.

Gorizia, quest’anno “Contea” sostituisce “Gusti di frontiera”

Valorizzazione della città e del territorio al centro della manifestazione

Quest’anno, a causa dell’emergenza coronavirus, “Gusti di frontiera”, la manifestazione enogastronomica internazionale tradizionalmente in programma a fine settembre a Gorizia, non ci sarà.

Lo aveva già annunciato durante il lockdown il sindaco Rodolfo Ziberna, il quale aveva spiegato l’impossibilità di organizzare in sicurezza la kermesse, che richiama in città circa 80 mila persone, obbligando i visitatori a mantenere il distanziamento interpersonale.

Anche come simbolo di ripartenza post pandemia, il Comune ha però deciso di organizzare ugualmente, nel rispetto delle normative anticontagio, un evento a fine mese: a prendere il posto di “Gusti di frontiera” sarà, da giovedì 24 a domenica 27 settembre, “Contea, profumi di cultura europea”.

Presso i Giardini Pubblici avranno luogo eventi culturali, artistici e musicali, mentre Piazza Cesare Battisti sarà fulcro dell’offerta enogastronomica: l’obiettivo è quello di valorizzare e far conoscere la storia, le identità e le tradizioni della città e dell’intero territorio goriziano. Anche diverse attività economiche, quali bar, ristoranti e negozi, rimasti chiuse per mesi nel corso dell’emergenza sanitaria, saranno coinvolte nella kermesse e potranno prolungare l’orario di apertura.

Le manifestazioni di interesse per la partecipazione devono essere presentate entro il 10 settembre: tutte le informazioni sono disponibili sul sito del Comune di Gorizia.

“Contea” è certamente un’iniziativa molto importante per Gorizia, un’occasione per promuovere le sue peculiarità gastronomiche e non solo, anche nell’ambito della candidatura congiunta con Nova Gorica a Capitale Europea della Cultura 2025.

Io non mancherò, e voi?

Vi invito anche a mettere Mi Piace alla mia pagina Facebook e a seguirmi sul mio profilo Twitter

Cancellata “Gusti di Frontiera 2020”

Gusti di frontiera“, manifestazione enogastronomica internazionale in programma a fine settembre a Gorizia, quest’anno non ci sarà.

Lo ha annunciato il sindaco Rodolfo Ziberna: “La manifestazione richiama circa 800 mila persone che dovrebbero stare ad almeno un metro di distanza una dall’altra, con mascherina e guanti in lattice, e non potrebbero nemmeno toccare quello che si offre, ossia mangiare e bere”, spiega il primo cittadino.

Rinvio dunque, a meno che non succeda qualcosa di sinceramente eccezionale e non pronosticabile da qui a qualche settimana, conclude Ziberna.

Fonte: RAI FVG

Voi cosa ne pensate? Se volete, lasciate un commento per farmi sapere la vostra opinione a riguardo, sarò felice di rispondervi.

Vi invito anche a mettere Mi Piace alla mia pagina Facebook e a seguirmi sul mio profilo Twitter.