USA2024. VINCE TRUMP, FACEBOOK LO RIABILITA

La multinazionale Meta ha ufficializzato lo stop alla censura politica a Trump

Dopo due anni di censura politica, le porte di Facebook e Instagram si riaprono per Donald J. Trump. È stato il presidente dei global affairs di Meta, Nick Clegg, ad annunciare che i profili social del 45° presidente degli Stati Uniti saranno nuovamente attivi nel giro di alcune settimane.

La decisione di Meta segue a stretto giro quella presa dal patron di Twitter, Elon Musk. Era stato proprio l’eccentrico miliardario, dopo un partecipatissimo sondaggio sul suo social, a riabilitare per primo l’account di Trump. L’iniziativa di Musk aveva poi riacceso i riflettori anche su un’annosa questione: è legittimo che delle società private, con un’evidente funzione pubblica, possano arbitrariamente silenziare dei leader politici e dei rappresentanti delle istituzioni democraticamente eletti?

Probabilmente la risposta ufficiale a tale domanda non l’avremo molto presto. Tuttavia va ricordato che dopo il ban permanente di Trump, sia Twitter che Facebook (oggi Meta, dopo un provvidenziale quanto tempestivo rebranding) avevano pagato un fortissimo ridimensionamento in termini di credibilità.

Dal canto suo, appena appreso della pubblica ammenda di Meta, Donald Trump ha dichiarato: “Facebook, che ha perso miliardi di dollari da quando ha censurato il vostro presidente preferito, ha appena annunciato che ripristinerà il mio account. La censura non sarebbe mai dovuta accadere a un presidente in carica”.

Sicuramente il ritorno di Trump sui principali social farà discutere, nel frattempo va dato atto che grazie alla sua volontà di perseverare, nonostante censure politiche e ingiustizie, ha evitato che la scure del politicamente corretto potesse infliggere il colpo di grazia alla libertà d’espressione e al diritto a essere connessi.

Cosa ne pensate? Fatemi sapere la vostra opinione con un commento, sarò felice di rispondervi.

Vi invito anche a mettere Mi Piace alla mia pagina Facebook, a seguirmi sul profilo Twitter e a iscrivervi al canale Telegram.

USA 2024. Trump valuta il ritorno su Facebook

Se non riabilita l’account di Trump, Facebook rischia di perdere ancora credibilità?

Tutti ricorderemo la censura politica perpetrata da Facebook ai danni dell’ex presidente USA, ovvero un rappresentante delle Istituzioni democraticamente eletto a cui è stato arbitrariamente sospeso il proprio account.

Ora Trump dà la possibilità di rimediare alla stortura auspicando, in una lettera inviata a Meta (impresa che controlla Facebook), una veloce riabilitazione all’utilizzo della piattaforma.

Questa importante novità avviene a ridosso del rilascio di un sondaggio sulle primarie repubblicane che vede il 45esimo presidente in vantaggio di 17 punti percentuali sul governatore della Florida, Ron DeSantis. Il sondaggio è molto importante, soprattutto in prospettiva delle votazioni che decideranno chi tra i due sarà il candidato dei Repubblicani per la Casa Bianca.

Nell’ottica della campagna elettorale del 2024 il Tycoon sta quindi preparando il suo ritorno sui social. Alcune indiscrezioni parrebbero confermare che The Donald sta inoltre studiando il suo primo cinguettio dopo la riammissione su Twitter, avvenuta alcuni mesi fa grazie al nuovo patron Elon Musk. Nessuno, in verità, può sapere cosa dirà The Donald e quando lo dirà, ma quel che è certo è che Twitter è stato uno degli strumenti principali della comunicazione del Tycoon e che il suo ritorno è attesissimo.

La riammissione di Trump su Facebook riguarda un valore importantissimo: la libertà di espressione. Tutt’oggi è infatti rimasto irrisolto il vero nodo della questione, ovvero se è legittimo che una società privata – oramai responsabile di uno strumento di confronto politico dalla diffusione globale, ovvero Facebook – condanni alla censura politica il presidente di uno Stato sovrano e democratico.

La piattaforma di Mark Zuckerberg saprà riconquistare un po’ di credibilità riattivando l’account del Tycoon? Con ogni probabilità, la risposta l’avremo nel giro di qualche settimana.

Cosa ne pensate? Fatemi sapere la vostra opinione con un commento, vi risponderò molto volentieri.

Vi invito anche a mettere Mi Piace alla mia pagina Facebook, a seguirmi sul profilo Twitter e a iscrivervi al canale Telegram.

AEROPORTO DUCA D’AOSTA – CRONACHE DI CONSIGLIO

Proficua seduta di Consiglio: disco verde alla Ricognizione periodica delle Società Partecipate

SOCIETÀ PARTECIPATE

Il dibattito della seduta del Consiglio comunale si è incentrato soprattutto sul nostro aeroporto Duca d’Aosta. Gli interventi in Aula sono stati complessivamente di tenore costruttivo e, seppur diversi per punti di vista e questioni politiche, tutti o quasi accomunati dal ritenere il nostro aeroporto un’infrastruttura strategica per la città.

A differenza della narrativa – condivisa all’interno della minoranza – che vorrebbe sminuire i progressi fatti per il Duca d’Aosta, la verità è che ci sono segnali positivi che vanno verso la direzione auspicata all’interno del programma elettorale di centrodestra che ha sostenuto il sindaco Ziberna.

RISOLTO IL CONTENZIOSO SOPRINTENDENZA – ENAC

Una notizia molto importante è certamente la risoluzione del contenzioso tra la Soprintendenza e l’Enac, che aveva inevitabilmente rallentato tutti i processi di riqualificazione dell’aeroporto.

Fondamentale anche il piano di riqualificazione dell’area che, di intesa con la Regione e la Camera di Commercio, vorrebbe favorire un insediamento tecnologico che si sommerebbe a quello già presente. All’interno del piano che la società consortile ha messo a disposizione dei consiglieri comunali si legge, infatti, che la politica di incentivazione dell’hangeraggio e dei pacchetti volo ha portato a un congruo numero di movimenti in più rispetto agli anni precedenti: dai 3.287 del 2020 ai 4.388 del 2021 fino ai 5.295 del 2022 – anno che ancora non si è concluso e quindi è plausibile pensare che il numero possa essere leggermente superiore.

SCUOLA DI VOLO E PARACADUTISMO

Sempre nella relazione della consortile si legge della volontà di ampliare lo spazio aereo per dare alle scuole di paracadutisti la possibilità di insediarsi e quindi portare sul territorio le scuole di volo. Quest’ultima sarebbe un’attività auspicabile, anche considerando il fatto che il nostro aeroporto già nel passato era un’eccellenza in tal senso.

LIBRO BIANCO DELLE INFRASTRUTTURE

Un ulteriore spunto di riflessione deriva dal Libro bianco delle priorità infrastrutturali del Friuli Venezia Giulia, promosso dalle Camere di Commercio, in cui il Duca d’Aosta è inserito tra le dieci priorità strategiche della Regione.

Condivido pienamente la volontà di mettere in campo una strategia di lobby per valorizzare l’aeroporto con l’obiettivo di creare una Zona Economica Speciale Europea e il distretto aerospaziale. Non dimentichiamo che, oltre alla sinergia con la Regione e la CCIA, sul tema potremmo contare sul supporto del Governo nazionale, visto che lo stesso ministro Giorgetti, durante la sua visita a Gorizia lo scorso giugno, aveva proposto l’idea di dar vita ad un distretto aerospaziale presso il Duca d’Aosta.

BEN VENGANO RICCONI ED ELON MUSK

Dalla minoranza c’è chi ha definito la nostra volontà di rilanciare l’aeroporto solo un modo per attrarre “ricconi che arrivano con l’aeroplano“. Ebbene, dal mio punto di vista: ben vengano anche i “ricconi” in aeroplano.

Il nostro impegno dovrebbe essere rivolto a rendere Gorizia una città attrattiva per chiunque, al di là delle appartenenze politiche o della propria ricchezza. Per quanto mi riguarda, se anche fosse Elon Musk a voler investire a Gorizia io ci metterei la firma! In tal senso, ritengo il nostro aeroporto un’infrastruttura fondamentale che merita il massimo impegno, rispetto e considerazione.

GIUNTA CAMERALE

In chiusura abbiamo approvato anche la designazione dei sei rappresentanti del Comune di Gorizia (di cui quattro appartenenti alla maggioranza e due della minoranza) che entreranno a far parte della “Giunta camerale integrata per la gestione della Zona franca e del Fondo Gorizia“.

Per il centrodestra sono stati eletti Alessio Zorzenon (Fratelli d’Italia), Paolo Comolli (lista civica Ziberna sindaco), Stefano Ceretta (Lega) e Dario Obizzi. L’opposizione, invece, ha deciso di appoggiare Laura Fasiolo del Partito democratico e Giulia Roldo della lista Martina sindaco.

Cosa ne pensate? Fatemi sapere la vostra opinione con un commento, vi risponderò molto volentieri.

CONTRIBUTI STRAORDINARI. CRONACHE DI CONSIGLIO

Passato a maggioranza l’assestamento di bilancio con poste da diversi milioni di euro. Ok anche alle due ratifiche di variazioni di Bilancio

RICORDATO ROBERTO MARONI

All’inizio della seduta ho proposto un intervento sull’ordine dei lavori chiedendo che il Consiglio comunale di Gorizia osservasse un minuto di silenzio in ricordo di Roberto Maroni. La presidente del Consiglio Silvia Paoletti e il sindaco Rodolfo Ziberna hanno accolto la mia richiesta motivata dal fatto che Roberto Maroni è stato un grandissimo uomo di partito, tra i fondatori della Lega, presidente di Regione e ministro di Stato.

Del tempo è stato dedicato per ricordare il giornalista goriziano recentemente scomparso, Gianni Bisiach, e per augurare un buon novantesimo compleanno a don Alberto De Nadai che si è sempre contraddistinto per il suo impegno nel sociale.

RATIFICA VARIAZIONI DI BILANCIO

Dopo le interrogazioni e le interpellanze, sono state ratificate due importanti variazioni di bilancio contenenti, fra l’altro, degli stanziamenti necessari a coprire le maggiori spese per lo smaltimento dei rifiuti di Gusti di Frontiera, a compensare le spese conseguenti all’attacco hacker che ha colpito il sito web del Comune e quelle dovute all’incremento dei costi dell’energia e del gas. Un ulteriore stanziamento si è reso necessario per garantire lo svolgimento della prossima fiera di Sant’Andrea.

Importante anche lo stanziamento straordinario utile per il Natale Goriziano che anche quest’anno, seppur in forma ridotta a causa dell’aumento dei costi energetici, permetterà ai cittadini di vivere le festività natalizie beneficiando dell’offerta ricreativa che il Comune, con il supporto della Camera di Commercio, della Regione e dei privati, ha organizzato per goriziani e visitatori.

Per questi motivi sono intervenuto per ribadire che l’impegno profuso dall’Amministrazione per organizzare gli eventi natalizi in Città non va dato per scontato, viste le evidenti difficoltà – di carattere nazionale e internazionale – che ci troviamo a fronteggiare.

ASSESTAMENTO BILANCIO DI PREVISIONE 2022-2024

Un altro punto all’ordine del giorno particolarmente rilevante è stato l’assestamento generale al Bilancio di Previsione 2022-2024 che, fra le altre cose, ha previsto diversi importanti investimenti, alcuni di questi resi possibili grazie a straordinari contributi regionali.

Ho ritenuto pertanto di intervenire per sottolineare quelli che, secondo me, sono alcuni degli interventi più significativi, a partire dai lavori di manutenzione straordinaria del Palazzo degli Stati Provinciali, sopportati da un ulteriore stanziamento regionale di 100 mila euro che si somma ai 200 mila già previsti con la legge di stabilità regionale 2020. Un obiettivo molto importante su cui come Lega abbiamo lavorato moltissimo, sollecitando a più riprese un intervento affinché il palazzo della Questura fosse oggetto di attenzione e di lavori di manutenzione.

Un altro importante contributo regionale, pari a 1.136.000 mila euro, è quello propedeutico alla realizzazione del parcheggio bipiano di Via Manzoni, di grande rilevanza nell’ottica della Capitale europea della cultura 2025. Il centro cittadino beneficerà quindi di un parcheggio all’avanguardia, che consentirà di decongestionare il traffico e di ridurre, quindi, l’inquinamento ambientale.

Ho inoltre ribadito l’importanza del contributo di 1.500.000 euro per i lavori di risanamento conservativo della piscina comunale. L’impianto natatorio è un fiore all’occhiello per la nostra Città e pertanto non possiamo che essere contenti di poterlo valorizzare e ristrutturare al fine di renderlo moderno e al passo con i tempi.

Ho voluto quindi sottolineare il grandissimo ringraziamento che dobbiamo rivolgere al presidente Massimiliano Fedriga e all’Amministrazione regionale per l’altissima considerazione rivolta al nostro territorio, mai prima d’ora oggetto di così ingenti e numerosi stanziamenti. Fin da subito, dovremmo essere bravi a tradurre questi stanziamenti in fatti concreti e su questo il nostro impegno dovrà essere massimo e determinato.

In chiusura, c’è stato tempo per la discussione di una mozione che è stata accolta dal Sindaco.

Il Consiglio comunale si è concluso alle 22:46.

Cosa ne pensate? Fatemi sapere la vostra opinione con un commento, vi risponderò molto volentieri!

Vi invito anche a mettere Mi Piace alla mia pagina Facebook, a seguirmi sul profilo Twitter e a iscrivervi al canale Telegram.

Twitter. Trump riabilitato, con Musk finisce la censura politica

“Il popolo ha parlato: Donald Trump sarà riabilitato. Vox Populi, Vox Dei”. Elon Musk ha annunciato così la riammissione di Donald Trump su Twitter.

Ieri il neo proprietario del social aveva indetto un referendum della durata di 24 ore per riabilitare il tycoon, oggetto di gravi episodi di censura politica. Tra questi, appunto, anche il blocco dell’account Twitter, decisione definita “moralmente sbagliata e assolutamente stupida” dallo stesso Musk.

Ad esprimersi a sostegno dell’ex presidente USA – e nuovamente candidato alla Casa Bianca – sono stati il 51,8 per cento degli utenti, su un totale di circa 15 milioni di voti.

Il profilo di Trump è quindi tornato visibile, ma, almeno per il momento, il tycoon ha dichiarato di voler continuare ad utilizzare la piattaforma da lui stesso creata, Truth.

In ogni caso, The Donald ritorna ad avere un’importante piattaforma pubblica dove esporre le proprie idee, proposte e posizioni politiche. Finalmente, aggiungo io, si è messa la parola fine alla gravissima censura politica operata da privati a danno di un personaggio politico le cui posizioni sono di interesse pubblico.

Permane, tuttavia, ancora una grave carenza di democrazia su altre piattaforme dove Donald Trump è stato arbitrariamente bannato e, in particolar modo, mi riferisco a Facebook. D’altronde le posizioni ultra progressiste e assolutamente divisive di cui tale social è portavoce non potevano far altro che continuare quest’opera di censura di chi non è allineato al pensiero del politicamente corretto.

Rivolgo un plauso al geniale Elon Musk, che ha dato ottimi segnali per quanto riguarda la libertà di pensiero e di espressione. Nell’epoca della comunicazione, il diritto ad essere connessi è fondamentale ed il fatto che si sia ristabilito il principio per cui una società privata non può applicare censure politiche in maniera arbitraria è un segnale importantissimo.

In attesa delle prossime mosse del tycoon, quel che è certo è che questo 20 novembre 2022 sarà ricordato come una giornata storica, che ha messo fine a quella folle ideologia che vorrebbe decidere chi è libero di parlare e chi invece non lo è.

Cosa ne pensate? Fatemi sapere la vostra opinione con un commento, vi risponderò molto volentieri.

Vi invito anche a mettere Mi Piace alla mia pagina Facebook, a seguirmi sul profilo Twitter e a iscrivervi al canale Telegram.

PARTECIPATE. CRONACHE DI CONSIGLIO

Accolta la mozione di solidarietà alle donne iraniane. Dopo polemiche fuori luogo, passano l’approvazione del bilancio consolidato e la seconda variazione di Bilancio

SOLIDARIETÀ PER LE DONNE IRANIANE

La mozione del Gruppo Lega che ho avuto onere e onore di presentare in qualità di primo firmatario è stata accolta dal sindaco che ne ha condiviso le finalità. Oltre a esprimere solidarietà verso le donne che lottano per la libertà, la mozione impegna il primo cittadino a inviarne una copia anche al ministro degli Esteri per sollecitare le più opportune azioni diplomatiche, non ultima l’esclusione dell’Iran dai prossimi mondiali di calcio.

Ho portato il tema all’attenzione del Consiglio comunale poiché ritengo doverosa la condanna verso ogni regime del terrore o contesto che non tutela e riconosce i diritti delle donne. Dalla città di Gorizia il segnale è stato dato e mi auguro che saranno in tante le amministrazioni comunali in Italia che vorranno fare altrettanto.

APPROVAZIONE DEL BILANCIO CONSOLIDATO 2021

La parte più consistente della seduta d’Aula è stata la discussione riguardante il Bilancio Consolidato per l’esercizio 2021. Si tratta di un documento tecnico che serve ad avere un’idea numerica generale, soprattutto per le società partecipate dal Comune. Pur con alcune criticità da risolvere, l’atto ha presentato uno stato di salute dei conti complessivamente buono e, come previsto dalla legge, abbiamo proceduto all’approvazione.

VARIAZIONE DI BILANCIO

Con voto a maggioranza abbiamo ratificato la variazione di bilancio adottata in via d’urgenza con delibera di Giunta. In particolare, si tratta di due importi: il primo è uno stanziamento da 1.954.000€ in entrata e relativo ai lavori di manutenzione dell’edificio Lenassi, beneficiario di fondi Pnrr; il secondo stanziamento, pari a 140.417€, riguarda le risorse necessarie per la realizzazione della risalita diretta a Borgo Castello.

Approvata la variazione di bilancio, il Consiglio comunale si è concluso alle 22:55.

Cosa ne pensate? Fatemi sapere la vostra opinione con un commento, vi risponderò molto volentieri!

Vi invito anche a mettere Mi Piace alla mia pagina Facebook, a seguirmi sul profilo Twitter e a iscrivervi al canale Telegram.

RIPARTENZA. CRONACHE DI CONSIGLIO

Eletto il nuovo vicepresidente del Consiglio comunale. Dopo le interrogazioni, passa la delibera per la Ciclovia FVG-5 dell’Isonzo

GRAZIA BERNOT NUOVO VICEPRESIDENTE

Dopo la sosta estiva, riprendono le riunioni del Consiglio comunale. La seduta di ieri, dopo numerose interrogazioni, ha visto al secondo punto all’ordine del giorno l’elezione del vicepresidente del Consiglio comunale. Con 25 voti abbiamo eletto Grazia Bernot, a cui rivolgo auguri di buon lavoro in affiancamento alla presidente Silvia Paoletti.

AREA POLIFUNZIONALE ALL’EX MERCATO

All’ordine del giorno c’erano due importanti varianti urbanistiche. La prima variante, la numero 50 al Piano regolatore, che era la più ostica e con tutta probabilità avrebbe polarizzato il dibattito in Aula, è stata ritirata dalla Giunta. A quanto pare il progetto è da rielaborare.

La suddetta variante riguardava l’area fra via Boccaccio e Santa Chiara ed è necessaria per consentire la realizzazione di un parcheggio interrato e di uno spazio polifunzionale coperto presso l’ex mercato all’ingrosso.

CICLOVIA FVG-5 DELL’ISONZO

La seconda variante, riguardante l’approvazione del progetto preliminare della Ciclovia FVG-5 dell’Isonzo, è stata invece discussa e approvata alla quasi unanimità da parte del Consiglio comunale.

Personalmente ritengo che sia un’ottima notizia, certamente c’è moltissimo lavoro da fare, però questa approvazione ha finalmente sbloccato un iter burocratico che era fermo oramai da lunghi anni.

La Ciclovia FVG-5, oltre a godere di importanti finanziamenti da parte della Regione Friuli Venezia Giulia, è un’infrastruttura che collegherà il nostro territorio con la Slovenia e renderà possibile pedalare da Plave (Slo) fino a Gorizia e poi Gradisca d’Isonzo.

Fortunatamente, a parte un unico voto contrario, la variante ha trovato l’appoggio da parte di tutte le forze dell’Aula che, evidentemente, condividono la necessità di investire e sviluppare il cicloturismo e la mobilità sostenibile sul nostro territorio.

Il Consiglio comunale si è concluso verso le 22:00 e la prossima seduta è convocata per lunedì 26 settembre 2022.

Cosa ne pensate? Fatemi sapere la vostra opinione con un commento, vi risponderò molto volentieri!

Vi invito anche a mettere Mi Piace alla mia pagina Facebook, a seguirmi sul profilo Twitter e a iscrivervi al canale Telegram.

OSTRUZIONISMO FALLITO. CRONACHE DI CONSIGLIO

Le Opposizioni forzano la mano ma non sfondano: ostruzionismo fallito. La Maggioranza compatta porta a casa delibere e regolamento

RENDICONTO 2021 E SALVAGUARDIA EQUILIBRI DI BILANCIO

Dopo alcuni tentativi andati a vuoto da parte delle Opposizioni di fare del mero ostruzionismo, abbiamo approvato con i voti della Maggioranza il Rendiconto della gestione 2021, ovvero una serie di indicatori relativi allo scorso anno che evidenziano come il Bilancio del Comune di Gorizia sia sano e non presenti criticità. Tanto l’approvazione del rendiconto della gestione 2021 quanto il successivo punto all’ordine del giorno, ovvero la salvaguardia degli equilibri di Bilancio per l’esercizio 2022, erano delle semplici prese d’atto da parte del Consiglio.

REVISORI DEI CONTI

Un’ulteriore importante parte della seduta, che ha richiesto delle votazioni segrete, è stata quella dell’elezione a maggioranza dei Revisori dei Conti, per cui sono risultati eletti: Daniele Vidoni (presidente), Ilaria Rigonat e Pietro Dessenibus.

REGOLAMENTO CONSIGLIO COMUNALE ONLINE

Il punto all’ordine del giorno più ostico, cioè quello che ha portato l’Aula a impegnarsi per quasi 6 ore di dibattito, con ripetuti tentativi falliti delle Opposizioni di far cadere il numero legale e di dilatare inutilmente i tempi del dibattito, è stato quello riguardante l’integrazione al Regolamento comunale per consentire di partecipare alle sedute di Consiglio anche in forma telematica.

Nonostante la disponibilità dimostrata dalla Maggioranza, che ha accolto alcuni suggerimenti ed emendamenti, dopo un dibattito caratterizzato da toni spesso sopra le righe e forzature fuori luogo, al momento di votare l’integrazione al Regolamento le Opposizioni hanno abbandonato l’Aula e non hanno partecipato al voto. Purtroppo non hanno tenuto fede a quel patto di collaborazione, più volte auspicato anche dal sindaco Rodolfo Ziberna, che dovrebbe essere alla base del lavoro del Consiglio comunale nei prossimi anni dato che ci apprestiamo ad affrontare pagine cruciali per la nostra Città.

In ogni caso, circa alle 4:00 di mattina, dopo 12 ore di lavori d’Aula, il Regolamento è stato approvato con i voti della Maggioranza che ha dimostrato grande coesione e determinazione nonostante le condizioni difficili.

Cosa ne pensate? Fatemi sapere la vostra opinione con un commento, vi risponderò molto volentieri!

Vi invito anche a mettere Mi Piace alla mia pagina Facebook, a seguirmi sul profilo Twitter e a iscrivervi al canale Telegram.

++ AGGIORNAMENTO INCENDI CARSO ++

Di seguito copia e incolla dell’aggiornamento diramato dal sindaco Rodolfo Ziberna per la città di Gorizia

ANCORA NUOVI FOCOLAI. ITALIA E SLOVENIA UNITE CONTRO IL FUOCO INFINITO

Sembra un incubo senza fine. Quando pensi di avere la situazione sotto controllo, quasi come una beffa, ecco che si aprono nuovi focolai, di qua o di là dal confine. Italia e Slovenia stanno mettendo in campo tutte le forze possibili per domare questa belva che si sta mangiando tutto il nostro Carso e un pezzo dei nostri cuori, sgomenti di fronte a tanta devastazione. Ma non possiamo cedere allo scoramento. Lo dobbiamo a quegli eroi che da giorni e giorni stanno combattendo in prima linea. Lo dobbiamo al nostro stesso Carso che dovremo impegnarci a far rivivere. Lo dobbiamo a tutti noi perché è in queste occasioni che si deve avere la forza di ricominciare. Di ripartire, lottando perché questo incubo finisca al più presto. Un apprezzamento alla grande collaborazione e aiuto reciproco fra Italia e Slovenia. Ma su questo non c’erano dubbi.

SITUAZIONE INCENDI

Dalla pagina della Protezione civile “mentre migliorano sul fronte italiano in località Jamiano le condizioni con le operazioni di bonifica del territorio e di circoscrizione dei piccoli focolai, non altrettanto si può dire dal lato sloveno. La situazione più preoccupante rimane quella attorno la zona di Rence-Trstelj che ieri sera ha richiesto l’evacuazione di numerosi comuni come riferiscono fonti dei Gasilci : Zigoni, Merljaki, Martinic, Mohorini, Luke zici, Ozren, Rensk subkraj, Arconi Osveliek, Gradisce riuniti tutti nella sala di Bukovica e il centro sportivo di Sempeter. Fiamme sono state ben visibili dietro Merna anche dal lato italiano, cosa che continua a tenere alta l’allerta. In mattinata sono tornati ad operare elicotteri e Canadair su questo fronte #socialmediacommunityFVG

ARIA

I valori delle Pm10 variano, come abbiamo ben capito, a seconda del vento che le trasporta e, ovviamente della vicinanza. Ieri sera, a causa dei venti e la recrudescenza del fuoco tra Merna e Rupa, abbiamo registrato picchi elevati di PM10 però di breve durata che non intaccano di molto la media giornaliera, cui bisogna fare riferimento. Ma questa fase è comunque opportuno mantenere comportamenti prudenziali quindi evitare di sostare a lungo all’esterno, indossare la mascherina all’esterno, tenere chiuse le finestre e lavare bene la verdura dell’orto.

STRAORDINARIA GARA DI SOLIDARIETÀ. GRAZIE AL GRANDE CUORE DELLA GENTE E ALLA NOSTRA PROTEZIONE CIVILE

Ecco cosa scrivono i nostri volontari: “Continua inarrestabile da parte dei cittadini la consegna di generi di conforto per gli operatori sul fronte degli incendi sul carso. Una grande risposta davvero che in soli due pomeriggi ci ha riempito il capannone e i cuori. Da parte nostra i #volontaridivalore tecnico logistici del Gruppo comunale di Protezione civile di Gorizia dopo l’inventario, e la catalogazione dei beni ricevuti hanno cominciato le consegne. Dapprima agli operativi nei punti Ucl e poi a Vigili del fuoco e al Corpo forestale stazione di Gradisca . Operazioni che proseguiranno con consegne anche ai Gasilci sloveni e agli altri operativi oggi e nei prossimi giorni”.

Grazie, grazie, grazie di cuore a tutti

Queste le parole del sindaco Rodolfo Ziberna, estratte da un post Facebook e che ripubblico vista l’utilità in questo momento di emergenza.

Cosa ne pensate? Fatemi sapere la vostra opinione con un commento, vi risponderò molto volentieri.

Vi invito anche a mettere Mi Piace alla mia pagina Facebook, a seguirmi sul profilo Twitter e a iscrivervi al canale Telegram.

EQUILIBRIO RINNOVATO. CRONACHE DI CONSIGLIO

Buona prova della maggioranza: passa l’adeguamento della Tari. Silvia Paoletti eletta presidente del Consiglio comunale

Dopo la seduta di insediamento, ieri pomeriggio sono formalmente iniziati i lavori dell’Aula del nuovo Consiglio comunale di Gorizia.

Al termine delle surroghe dei Consiglieri dimissionari, il sindaco Rodolfo Ziberna ha preso la parola per ricordare il grandissimo lavoro dei Vigili del Fuoco, dei volontari e di tutti coloro sono in prima linea per contrastare la terribile emergenza dovuta agli incendi sul Carso. A seguire è stato osservato un minuto di silenzio in memoria della volontaria della Protezione Civile, Elena Lo Duca, che ha perso la vita nel corso delle operazioni di spegnimento di un incendio tra Cividale e Prepotto.

L’adeguamento della Tari

Conseguentemente all’approvazione mancata nella scorsa consiliatura, è stata discussa e approvata la nuova delibera di presa d’atto relativa agli adeguamenti della Tari per l’anno 2022 che, come risaputo, comporta degli aumenti rispetto alle tariffe del 2021.

Seppur di tipo tecnico, la delibera è stata notevolmente riequilibrata dal punto di vista politico. Infatti, se il documento frettolosamente presentato in Aula a fine maggio prevedeva, per le utenze domestiche, un aumento del 25%, la delibera approvata ieri è stata rivista in modo che la quota di aumento arrivi al 14% per le famiglie e all’11% per le altre utenze. Si tratta senza dubbio di una ripartizione dei costi più opportuna e sostenibile.

Nel concreto, alcuni esempi:

  • per una persona singola con una residenza di 60 mq la tariffa passerà da 100,16 euro a 115,86 euro, con un aumento percentuale del 15,7%;
  • una famiglia composta da tre persone con una residenza di 73 mq pagherà una tariffa di 278,19 euro, con un incremento del 21,3% rispetto al 2021 (229,28 euro);
  • per una famiglia con 4 componenti e una residenza di 100 mq la tariffa passerà da 315,69 euro a 379,76 euro, con un aumento del 20,3%;
  • una famiglia composta da quattro persone con una residenza di 150 mq pagherà una tariffa di 423,91 euro, con un incremento dell’8,2% rispetto al 2021 (391,93 euro).

Esenzioni e riduzioni Tari per fasce fragili

Per le fasce più fragili della popolazione sono previste esenzioni e riduzioni. Ricordo, per esempio, che sarà possibile effettuare il saldo anche attraverso una rateazione fino a tre anni e sono validi gli strumenti di sostegno per chi non supera il limite Isee fissato a 9 mila euro.

Inoltre, per incentivare lo smaltimento responsabile dei rifiuti, l’amministrazione comunale ha previsto degli incentivi per chi conferisce i rifiuti nelle isole ecologiche: la carta passerà quindi a 0,045 euro/kg, il vetro e il metallo a 0,035 euro/kg e la plastica a 0,070 euro/kg. Un passo in avanti non ancora risolutivo ma certamente un segnale di vicinanza alle famiglie che intendono usufruire del servizio per beneficiare di un abbattimento dei costi in bolletta.

Nuovo presidente del Consiglio comunale

I lavori del sono poi proseguiti con l’approvazione della prima variazione al Bilancio di previsione e con il ritiro della delibera che avrebbe modificato il Regolamento per il funzionamento del Consiglio comunale, in particolare della norma che disciplina lo svolgimento delle sedute in modalità telematica. La delibera verrà ripresentata in un secondo momento.

Sicuramente importante è stata anche l’elezione del nuovo presidente del Consiglio comunale che è risultata essere Silvia Paoletti, ovvero esponente della lista civica del sindaco Rodolfo Ziberna.

Sfumata invece l’elezione del vicepresidente del consiglio comunale a causa della non volontà dell’opposizione di esprimere una proposta. Il punto verrà ripresentato alla prima occasione utile.

In definitiva, rispetto ai burrascosi cinque anni passati, direi che la maggioranza di centrodestra ha dato ottima prova di sé. Serve una riprova? Si pensi che nella passata consiliatura il presidente del Consiglio comunale venne eletto appena a ottobre, ovvero dopo una travagliata e conflittuale sequela di tentativi andati a vuoto e di nomi bruciati. E se il buongiorno si vede dal mattino, allora possiamo essere cautamente ottimisti.

Cosa ne pensate? Fatemi sapere la vostra opinione con un commento, sarò felice di rispondervi!

Vi invito anche a mettere Mi Piace alla mia pagina Facebook, a seguirmi sul profilo Twitter e a iscrivervi al canale Telegram.