Ambiente. Si ripete successo ripuliAMOci challenge a Gorizia

Iniziativa domenicale per un gruppo di volontari per raccogliere rifiuti abbandonati lungo le vie del quartiere di Straccis

“Per la seconda volta a Gorizia si registra un’ottima adesione di diversi volontari a un’iniziativa volta al rispetto per l’ambiente e del territorio”.

È Maria Macuz, organizzatrice della giornata ecologica svoltasi domenica nel quartiere di Straccis a fare un bilancio dell’evento: “Abbiamo concentrato la raccolta sui rifiuti urbani, in particolare mozziconi di sigarette, lattine, bottiglie di plastica e mascherine. Non sono mancati anche rifiuti eccezionali come una friggitrice, una batteria di automobile e diversi sacchi di indumenti. Inoltre, sono state segnalate due discariche di materiali edili”.

Presente all’iniziativa anche il consigliere comunale Andrea Tomasella, che afferma “Nonostante il caldo c’è stata una bellissima adesione e si è ripetuto il successo di Ripuliamoci Challenge. Complimenti ai tanti volontari hanno deciso di partecipare per dare il proprio importante contributo. L’auspicio è che anche in altri quartieri si possa seguire presto l’esempio, sempre contando sul supporto del Comune di Gorizia”.

“Un sentito ringraziamento -conclude Andrea Tomasella – a Maria Macuz per il coordinamento dell’iniziativa e a tutti i presenti che hanno investito un po’ del loro tempo per tenere pulito e ordinato il quartiere di Straccis”.

Cosa ne pensate? Fatemelo sapere con un commento, sarò felice di rispondervi!

Vi invito anche a mettere Mi Piace alla mia pagina Facebook, a seguirmi sul mio profilo Twitter e a iscrivervi al mio canale Telegram.

Ambiente. Nuova giornata ecologica a Gorizia

Oggi #ripuliamocichallenge a Straccis.

Complimenti ai volontari per aver dedicato un po’ del loro tempo a favore del quartiere e della città ♻️💚

Cosa ne pensate? Fatemelo sapere con un commento, sarò felice di rispondervi.

Vi invito anche a mettere Mi Piace alla mia pagina Facebook, a seguirmi sul mio profilo Twitter e a iscrivervi al mio canale Telegram.

Gorizia. Riprende ad agosto la sagra San Rocco

Appuntamento da domenica 8 a lunedì 16

Dopo lo stop dello scorso anno dovuto alla pandemia, ad agosto Gorizia ospiterà nuovamente la tradizionale sagra di San Rocco, che si svolgerà da domenica 8 a lunedì 16, giorno dedicato al Patrono del quartiere cittadino.

In ottemperanza alle recenti disposizioni anti contagio, non sarà prevista l’orchestra dal vivo e non sarà possibile ballare o giocare a tombola. Non mancheranno però i momenti conviviali, insieme ad una mostra fotografica e conferenze a tema enogastronomico e storico che si terranno all’inizio del mese.

La festa sarà certamente un’importante occasione di ripartenza per l’intera Città, un momento, per la comunità, di ritrovarsi e celebrare insieme usanze e identità del nostro territorio.

Un plauso, infine, agli organizzatori e a tutti i volontari che si adopereranno per rendere possibili i festeggiamenti nel pieno rispetto delle disposizioni di sicurezza.

Viva le nostre tradizioni! Io non mancherò, e voi?

Vi invito anche a mettere Mi Piace alla mia pagina Facebook, a seguirmi sul mio profilo Twitter e a iscrivervi al mio canale Telegram.

Ambiente. Insieme per dire NO ad abbandono abusivo rifiuti

♻ L’abbandono abusivo di rifiuti è un fattore anche culturale.
Insieme, possiamo cambiare in meglio! 💚

Cosa ne pensate? Fatemi sapere la vostra opinione con un commento, vi risponderò molto volentieri.

Vi invito anche a mettere Mi Piace alla mia pagina Facebook, a seguirmi sul mio profilo Twitter e a iscrivervi al mio canale Telegram.

Ambiente. Ripuliamoci Challenge anche a Gorizia

Stamattina iniziativa ecologica a Lucinico, diversi volontari per la #ripuliamocichallenge.

Più di 60 sacchi di rifiuti raccolti, tantissima plastica e una televisione (o ciò che ne restava), un frigo e un lavandino… E pensare che il conferimento in discarica è gratuito e se necessario anche a domicilio.

Comunque, complimenti a tutti i volontari e grazie per il vostro impegno 🍀

Cosa ne pensate? Fatemi sapere la vostra opinione con un commento, vi risponderò molto volentieri.

Vi invito anche a mettere Mi Piace alla mia pagina Facebook, a seguirmi sul mio profilo Twitter e a iscrivervi al mio canale Telegram.

Ciclismo. Gorizia aspetta il Giro e si tinge di rosa

Gorizia si prepara ad accogliere la 15esima tappa del Giro d’Italia 2021 che, domenica 23 maggio, terminerà proprio in Piazza Vittoria.

Nel corso delle prossime settimane, infatti, saranno diversi gli eventi all’insegna delle due ruote che coloreranno la Città di rosa.

Nel dettaglio, in Via Rastello sarà allestita la mostra di biciclette d’epoca di Fabio Algadeni e vi sarà uno spazio dedicato al paraciclismo. Nelle vetrine delle botteghe delle storica Via saranno esposte le divise di grandi sportivi, che potranno anche essere acquistate: il ricavato verrà devoluto al Burlo Garofalo. L’inaugurazione ufficiale dell’allestimento è prevista per la mattina di sabato 8 maggio.

Lunedì 10 dalle ore 18:00 al Teatro Verdi sarà presentata la tappa Grado-Gorizia. Nel corso della serata saranno inoltre ricordati alcuni tra i più grandi campioni goriziani del passato. Tra gli ospiti anche Bruno Pizzul.

Ricco di eventi anche il prossimo fine settimana. Venerdì 14 e sabato 15 a partire dalle 10:00, la sfilata delle bici d’epoca partirà da Via Rastello e attraverserà la Città fino a San Mauro, dove sarà presentata l’edizione 2021 del Collio Brda Classic. Sempre sabato, alle 12:00, si terrà la manifestazione internazionale di regolarità super classica per le auto storiche, mentre domenica 16 sarà possibile percorrere in bici gli ultimi 35 chilometri del Giro.

Sabato 22 Via Rastello, allestita per la Corsa, accoglierà un concorso di biciclette recuperate e colorate rivolto a fioristi, vivaisti e appassionati. A seguire, verrà presentato il libro “La BC” di Fabio Algadeni, dedicato al ciclismo d’epoca.

Il Giro d’Italia rappresenta un’importante vetrina internazionale per Gorizia e per l’intero territorio transfrontaliero anche nell’ambito della Capitale europea della cultura 2025. Si tratta, inoltre, di una significativa occasione per promuovere e valorizzare le peculiarità e le bellezze della Città e del goriziano.

Rivolgo un sentito ringraziamento all’Associazione Via Rastello e alle tantissime persone che, con grande passione e impegno, si stanno dando da fare per la realizzazione e la promozione del Giro e degli eventi che animeranno Gorizia fino al 23 maggio. L’auspicio è che la situazione dei contagi ci consenta di partecipare tutti insieme a tale attesissimo evento per la città di Gorizia e tutto il territorio del Friuli Venezia Giulia.

Qui trovate le tappe del Giro d’Italia 2021 in provincia di Gorizia.

Cosa ne pensate? Fatemi sapere la vostra opinione con un commento, sarò felice di rispondervi.

Vi invito a mettere Mi Piace alla mia pagina Facebook, a seguirmi sul mio profilo Twitter e a iscrivervi al mio canale Telegram.

Linea Verde. Sabato 3 aprile puntata dedicata a Gorizia

Gorizia sarà protagonista di Linea Verde Life, il programma di Rai1 condotto da Daniela Ferolla e Marcello Masi dedicato a territorio, ecologia e ambiente. Nella puntata di domani, 3 aprile, si tratterà infatti delle eccellenze culturali e imprenditoriali goriziane.

Un interessante tour virtuale della nostra Città, alla scoperta di Piazza Sant’Antonio e Piazza Vittoria, passando per palazzo Lantieri e la Chiesa di Sant’Ignazio, Villa Coronini e Piazza Transalpina. Nel corso della puntata, inoltre, i conduttori visiteranno alcune imprese goriziane che hanno fatto della sostenibilità ambientale e dell’innovazione il proprio punto di forza.

Un’ottima notizia che, ancor di più in un momento di grande difficoltà come quello che stiamo affrontando, risolleva e riempie d’orgoglio.

Si tratta di un’occasione molto importante, motivo di lustro per la nostra Città, che si ripropone al pubblico televisivo italiano. La messa in onda sugli schermi nazionali rappresenta inoltre una significativa testimonianza di come, anche nell’ottica della Capitale europea della Cultura 2025, il nostro territorio ritorni ad essere centrale dal punto di vista culturale, ricettivo, turistico, enogastronomico e ambientale.

Non perdete l’appuntamento di domani, alle 12:25, sui Rai1!

Vi invito anche a mettere Mi Piace alla mia pagina Facebook, a seguirmi sul mio profilo Twitter e a iscrivervi al mio canale Telegram.

FVG, contributi attività di promozione turistica del territorio

Primo bando 2021: domande presentabili fino al 18 dicembre

Lo scorso 20 novembre è stato approvato il primo bando 2021 relativo alla concessione di contributi a sostegno delle attività che favoriscono la promozione turistica del Friuli Venezia Giulia.

SOGGETTI BENEFICIARI

Possono beneficiare del contributo le fondazioni, i consorzi, le organizzazioni non lucrative di utilità sociale (ONLUS) e le imprese (anche costituite in rete) che realizzano progetti, manifestazioni ed iniziative finalizzati alla promozione turistica del territorio e alla divulgazione dell’immagine del Friuli Venezia Giulia.

CRITERI DI INDIVIDUAZIONE

Sono ammessi a valutazione i progetti, le manifestazioni e le iniziative:

– con periodo di svolgimento compreso tra il 1° luglio 2020 e il 28 febbraio 2022. Qualora lo svolgimento vada dal 1° gennaio 2022 al 28 febbraio 2022, l’avvio delle attività deve comunque avvenire entro il 31 dicembre 2021, circostanza da dimostrarsi con idonea documentazione, atta a comprovarla;

– che si svolgano nel territorio del Friuli Venezia Giulia, oppure al di fuori dello stesso purché ne promuovano in modo evidente l’attrattività turistica, le peculiarità e i prodotti caratteristici;

– che non siano riferiti a progetti, manifestazioni ed iniziative già proposti dal medesimo soggetto organizzatore e finanziati con precedente bando (ai sensi della LR 21/2016, art.62, comma 1, lettere a) e b), per la medesima edizione o annualità, anche tenendo conto della possibile proroga degli eventi finanziati.

SPESE AMMISSIBILI

Sono ammesse a contributo le seguenti voci di spesa, sostenute successivamente al 24 gennaio 2020:

– ideazione e produzione di veicoli informativi, gadget e altri materiali promozionali dell’iniziativa;

– promozione sui media;

– compensi per attività artistiche, scientifiche, culturali, di comunicazione e sportive;

– compensi per forniture di beni e servizi;

– rimborsi spese a collaboratori;

– spese di segreteria organizzativa e assistenza;

– ospitalità;

– noleggio strutture e attrezzature;

– trasporti.

Le spese devono essere direttamente riconducibili all’iniziativa oggetto di contributo e giustificate da idonea documentazione di spesa intestata al beneficiario, regolarmente quietanzata.

Non sono ammessi a contributo gli oneri per il personale dipendente, se non assunto esclusivamente per la realizzazione dell’iniziativa finanziata e le spese di investimento.

IMPORTO E CUMULABILITÀ DEL CONTRIBUTO

L’importo del contributo è stabilito sulla base del punteggio ottenuto dall’iniziativa presentata, come descritto nell’Allegato A del Regolamento.

Il finanziamento concesso è cumulabile con altri aiuti, come previsto dai Regolamenti UE 1407/2013 e 651/2014.

PRESENTAZIONE DELLA DOMANDA

La domanda di contributo deve essere inviata alla Direzione centrale attività produttive – Servizio Turismo – esclusivamente attraverso l’apposita procedura informatizzata predisposta sul sito internet della Regione Friuli Venezia Giulia entro il termine perentorio delle ore 12:00 del 18 dicembre 2020.

Per accedere al sistema sono richieste le credenziali SPID (Sistema Pubblico di Identità Digitale) ovvero quelle del “LoginFVG” in modalità “Avanzato”.

Il richiedente deve aver ottemperato al pagamento dell’imposta di bollo prima dell’invio della domanda di contributo, tramite acquisto della marca da bollo o versamento con modello F23, da conservare presso i propri uffici per eventuali controlli.

Il modello della domanda e i relativi allegati sono disponibili nell’apposita sezione del sito della Regione.

La domanda di contributo deve essere presentata per ogni singola iniziativa, manifestazione o progetto unitario proposti.

CONCESSIONE DEL CONTRIBUTO

Il contributo è concesso con procedimento valutativo a bando ed è assegnato fino all’esaurimento delle risorse finanziarie disponibili.

Queste e molte altre informazioni utili sono disponibili sul sito della Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia.

Il Friuli Venezia Giulia possiede diverse aree verdi e zone turistiche di grande bellezza: la loro promozione, insieme alla valorizzazione delle peculiarità e della storia che le caratterizzano, costituisce un aspetto molto importante per lo sviluppo del nostro territorio.

Cosa ne pensate? Se vi fa piacere, lasciate un commento per farmi sapere la vostra opinione, vi risponderò molto volentieri.

Vi invito inoltre a mettere Mi Piace alla mia pagina Facebook e a seguirmi sul mio profilo Twitter.

Entusiasmo e passione per Gorizia: la nuova via Rastello

Complimenti a tutti gli esercenti e imprenditori che si sono messi in gioco con grande passione e voglia di fare per vivacizzare via Rastello!

Un bellissimo esempio di entusiasmo per la nostra città in un momento così particolare come quello che stiamo vivendo, avanti Gorizia! 👏🏻💪🏻

Cosa ne dite? Fatemi sapere la vostra opinione lasciando un commento, sarò felice di rispondervi.

Vi invito anche a mettere Mi Piace alla mia pagina Facebook e a seguirmi sul mio profilo Twitter.

FVG, contributi promozione escursionismo e sport all’aperto

Il termine di presentazione delle domande scade lunedì 23 novembre

La Regione Friuli Venezia Giulia prevede contributi a favore di enti pubblici e privati, operatori economici e associazioni sportive che realizzano, ampliano o ripristinano strutture e percorsi destinati o da destinare allo svolgimento di pratiche escursionistiche e sportive all’aperto.

SOGGETTI BENEFICIARI

Tali contributi sono concessi a soggetti e per attività diversi da quelli previsti a favore del Club Alpino Italiano (CAI) nel Friuli Venezia Giulia, nonché da quelli già previsti dalle leggi regionali di settore per le medesime spese.

SPESE AMMISSIBILI A CONTRIBUTO

Sono ammesse a contributo le spese:

-per l’acquisto e l’installazione di attrezzature tecnologiche finalizzate all’avvio e allo svolgimento dell’attività;

-per l’acquisto e la posa in opera di arredi esterni e attrezzature per attività all’aria aperta, nonché per la messa in sicurezza dei percorsi dedicati all’escursionismo;

-di progettazione, generali e di collaudo;

-connesse all’attività di certificazione (L.R. 7/2000, art. 41bis – Testo unico delle norme in materia di procedimento amministrativo e di diritto di accesso-), per un massimo di € 1.000,00.

Sono inoltre ammessi:

-i contributi previdenziali dovuti per legge;

-l’IVA, qualora l’imposta sia indetraibile e rappresenti quindi un costo per il beneficiario;

-eventuali dazi doganali e costi per trasporto, imballo e montaggio relativi al bene acquistato, con l’esclusione di qualsiasi ricarico per le spese generali.

Le spese sopracitate devono essere sostenute a partire dal giorno successivo a quello di presentazione della domanda.

INTENSITA’ DEL CONTRIBUTO

Il limite minimo di spesa ammissibile per ciascuna domanda è pari a 5.000,00 euro.

L’intensità del contributo concedibile è pari al 70% della spesa ammissibile, comunque determinata nella misura massima pari a 100.000,00 euro.

Il contributo è concesso in osservanza al Regolamento UE 1407/2013 relativo agli aiuti de minimis.

PRESENTAZIONE DELLA DOMANDA

La domanda di contributo, redatta compilando l’apposita modulistica disponibile sul sito della Regione e sottoscritta dal legale rappresentante del soggetto richiedente, deve essere inviata, pena l’archiviazione della stessa, entro le 12:00 del 23 novembre 2020 all’indirizzo economia@certregione.fvg.it .

Alla domanda devono essere allegati:

-la relazione analitica dell’iniziativa contenente la destinazione degli allestimenti, strutture e percorsi allo svolgimento di pratiche sportive ed escursionistiche all’aria aperta, oltreché i termini previsti per l’avvio e la conclusione dell’intervento;

-il prospetto analitico delle spese che si intendono sostenere e la copia dei preventivi;

-la dichiarazione relativa al titolo di proprietà o ad altro titolo di disponibilità dell’immobile oggetto dell’intervento;

-la dichiarazione sostitutiva dell’atto di notorietà relativa agli aiuti de minimis;

-una dichiarazione indicante eventuali altri contributi richiesti o ottenuti dallo Stato o da altri soggetti per la stessa opera o per il medesimo intervento;

-fotocopia del documento di identità in corso di validità del richiedente.

Se il richiedente è un ente pubblico deve essere allegata anche la deliberazione dell’organo competente con cui si autorizza la presentazione della domanda di contributo.

CONCESSIONE DEL CONTRIBUTO

La concessione del contributo si basa su un procedimento valutativo a sportello, con svolgimento dell’istruttoria delle domande in base all’ordine cronologico di presentazione delle stesse.

RENDICONTAZIONE

Entro il termine indicato nel provvedimento di concessione, il beneficiario del contributo deve presentare, tramite PEC, la rendicontazione attestante le spese sostenute.

Il beneficiario deve inoltre effettuare tutti i pagamenti relativi alle spese da rendicontare, compresi gli anticipi, a partire dal giorno successivo a quello di presentazione della domanda di contributo ed entro il termine ultimo di rendicontazione della spesa.

Queste e molte altre informazioni utili sono disponibili sul sito della Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia.

Attraverso questa misura, oltre alla promozione dell’attività sportiva all’aria aperta, si realizza anche un’importante valorizzazione del nostro territorio e delle aree verdi del Friuli Venezia Giulia, patrimonio paesaggistico e turistico di grande bellezza.

Voi cosa ne pensate? Fatemi sapere la vostra opinione con un commento, sarò felice di rispondervi.

Vi invito anche a mettere Mi Piace alla mia pagina Facebook e a seguirmi sul mio profilo Twitter.