Gorizia. Consiglio comunale 30 maggio, ordine del giorno

Il Consiglio comunale di Gorizia è convocato, in presenza, oggi pomeriggio alle ore 16:00.

L’ordine del giorno è il seguente:

1. Interrogazioni e interpellanze;

2. Approvazione Tariffe Tassi Rifiuti (TARI) 2022;

3. Legge Regionale nr. 19/2021 “Disposizioni per il sostegno di Gorizia Capitale europea della cultura 2025 – adesione all’associazione “Palazzo del cinema – Hisa Filma” di Gorizia. Approvazione Statuto associativo e conferimento capitale.

La diretta dei lavori dell’Aula saranno disponibili all’indirizzo gorizia.consiglicloud.it.

Vi invito anche a mettere Mi Piace alla mia pagina Facebook, a seguirmi sul profilo Twitter e a iscrivervi al canale Telegram.

Welfare e salute. Il mio impegno in Consiglio comunale

Welfare e salute sono stati argomenti centrali nel corso della mia consiliatura.

In particolare, mi sono speso in prima persona sul tema dell’azzardopatia, una pericolosa piaga che ha gravi implicazioni in ambito sociale e sanitario, una tassa sulla speranza di chi, molto spesso, speranza non ne ha più.

Sono state diverse le mozioni, le interpellanze e le sollecitazioni che ho portato all’attenzione del Consiglio comunale, tanto per evidenziare le criticità legate all’azzardopatia quanto per proporre soluzioni per farvi fronte.

Ad esempio, ho richiesto e ottenuto l’impegno dell’Amministrazione comunale ad aderire all’applicativo SMART, tecnologia innovativa che permette di monitorare il flusso di gioco lecito sulla rete fisica.

Se fossi rieletto, continuerei ad impegnarmi affinché Gorizia sia un’eccellenza in quanto a divulgazione, informazione e sensibilizzazione delle buone pratiche per affrontare l’azzardopatia e garantire il sostegno alle fasce più fragili della popolazione.

Su questa tema ho anche organizzato alcuni incontri sul territorio: tra questi, a maggio 2019, la conferenza “Gioco d’azzardo patologico: vinci solo quando smetti”, presso la Sala Dora Bassi a Gorizia. Lo scorso ottobre, poi, ho avuto l’opportunità di portare il mio contributo come consigliere comunale ad un incontro con gli studenti dell’Istituto Brignoli di Gradisca d’Isonzo, al fine di accrescere la consapevolezza sul gioco d’azzardo patologico e le sue pericolose implicazioni anche nei più giovani.

In materia di welfare, in Consiglio comunale ho convintamente sostenuto l’investimento da oltre 2 milioni di euro per la creazione di un centro di salute per la donna, ovvero il centro pre e post parto che troverà collocazione all’interno del Parco Basaglia, con l’obiettivo che in futuro si possa finalmente ritornare a nascere a Gorizia e goriziani.

Ritengo che welfare e sostegno alle famiglie siano importanti battaglie civiltà, battaglie che intendo portare avanti a tutela della salute e del benessere delle persone che vivono sul territorio.

Qui trovate un breve video sul mio impegno in materia di welfare e salute.

Il 12 giugno a Gorizia per Rodolfo Ziberna sindaco, vota #Lega e scrivi #TOMASELLA!

Cosa ne pensate? Fatemi sapere la vostra opinione con un commento, sarò felice di rispondervi!

Vi invito anche a mettere Mi Piace alla mia pagina Facebook, a seguirmi sul profilo Twitter e a iscrivervi al canale Telegram.

Gorizia. Consiglio comunale 12 maggio, ordine del giorno

Oggi pomeriggio alle ore 15:00, in seconda convocazione, il Consiglio comunale di #Gorizia si riunisce in presenza per la trattazione dei seguenti argomenti:

– l’approvazione del Documento Unico di Programmazione 2022-2024 e dei relativi allegati, del Bilancio di Previsione 2022-2024 e dei relativi allegati;

– la conferma per l’anno 2022 dell’aliquota zero per l’addizionale comunale IRPEF.

I lavori dell’Aula saranno disponibili in diretta streaming all’indirizzo gorizia.consiglicloud.it.

Vi invito anche a mettere Mi Piace alla mia pagina Facebook, a seguirmi sul profilo Twitter e a iscrivervi al canale Telegram.

SEMPRE PRESENTE! CRONACHE DI CONSIGLIO

Cade il numero legale nella seduta odierna di Consiglio comunale e resta fermo il Bilancio di Previsione, con i suoi investimenti e importanti stanziamenti per welfare e assunzioni. Vediamo assieme con quali conseguenze.

Come detto, la mancata approvazione del bilancio non è affatto un bene! Si pensi che siamo da gennaio in esercizio provvisorio, dunque si possono spendere mese per mese solo i dodicesimi delle poste messe a bilancio lo scorso anno per il 2022. Dunque, fino all’approvazione del nuovo bilancio, dovremo affrontare il blocco delle manutenzioni al verde pubblico (sono finiti gli stanziamenti calcolati in dodicesimi ma le esigenze sono maggiori); il blocco del rimborso della TARI 2021 come sostegno alle attività economiche (lo avevamo votato l’anno scorso in Consiglio, ma i soldi li davamo su questo bilancio qui…); Il blocco delle spese generali di funzionamento dell’Ente dovendo dirottare i dodicesimi sui maggiori costi dell’energia (costi non coperti per la mancata approvazione a novembre dell’assestamento di bilancio, sempre a causa della mancanza del numero legale…) e per dover prevedere le imminenti spese per Elezioni e Referendum; ritardo nelle procedure di appalto per servizi educativi e sociali (e quindi, essendo arrivati a scadenza i contratti, si potrà agire al massimo con lo strumento della proroga del vecchio contratto… senza quindi alcun aggiornamento/miglioramento su costi e servizi); ritardo su tutti i progetti finanziati – son quasi 20 milioni di Euro! – con i fondi PNRR nel 2021 (la cosa è grave perché già i tempi son stretti, ogni giorno buttato accresce il rischio che i finanziamenti non si possano infine rendicontare con le tempistiche precise e stringenti imposte al Comune).

La volontà di far cadere il numero legale su questo documento è incomprensibile. A maggior ragione considerando la rilevanza del Bilancio anche per quanto riguarda il Piano degli investimenti da 74 milioni di euro, volto a rendere Gorizia ancora più fruibile e sicura, e le assunzioni che si sarebbero potute realizzare con la sua approvazione, ad esempio nell’ufficio elettorale del Comune ora sotto organico e interessato da un’importante mole di lavoro viste le prossime elezioni comunali del 12 giugno 2022.

Ritengo corretto sottolineare che, oltre al sottoscritto e a diversi colleghi della maggioranza, l’unico esponente della minoranza ad essere rimasto in Aula al momento dell’appello è stato Federico Portelli. Il mio auspicio è che si possa presto ritornare in Consiglio comunale per approvare tale documento, nell’interesse di Gorizia e dei goriziani.

Cosa ne pensate? Fatemi sapere la vostra opinione con un commento, sarò felice di rispondervi.

Vi invito anche a mettere Mi Piace alla mia pagina Facebook, a seguirmi sul profilo Twitter e a iscrivervi al canale Telegram.

Gorizia. Consiglio comunale 2, 3 e 4 maggio, ordine del giorno

2 maggio

Convocata per oggi pomeriggio alle 16:00, in presenza, la nuova seduta del Consiglio comunale di Gorizia, per la trattazione di:

– approvazione aliquote e detrazioni dell’imposta municipale propria – IMU anno 2022;

– illustrazione del Documento Unico di Programmazione 2022-2024 e relativi allegati, del Bilancio di Previsione 2022-2024 e relativi allegati, relazione dei Revisori dei Conti e illustrazione di eventuali emendamenti.

3 e 4 maggio

Il Consiglio comunale si riunirà anche nelle giornate di domani e dopodomani, martedì 3 e mercoledì 4 maggio, sempre alle 16:00, per:

– l’approvazione del Documento Unico di Programmazione 2022-2024 e dei relativi allegati, del Bilancio di Previsione 2022-2024 e dei relativi allegati;

– la conferma per l’anno 2022 dell’aliquota zero per l’addizionale comunale IRPEF.

Per chi volesse seguire i lavori dell’Aula, la diretta streaming sarà disponibile all’indirizzo gorizia.consiglicloud.it.

Vi invito anche a mettere Mi Piace alla mia pagina Facebook, a seguirmi sul profilo Twitter e a iscrivervi al canale Telegram.

Gorizia. Consiglio comunale 26 aprile, ordine del giorno

Convocata per oggi pomeriggio alle ore 16:00, in presenza, la nuova seduta del Consiglio Comunale di Gorizia.

Sono cinque i punti all’ordine del giorno:

1. Interrogazioni ed Interpellanze;

2. Area Verdi-Boccaccio-Santa Chiara, adozione Variante di livello comunale n.50 al Piano Regolatore Generale ai sensi dell’articolo 63 sexies della legge regionale n. 5/2007 e s.m.i.;

3. Mozione ”Monumento ai goriziani caduti a servizio dell’impero Austro-Ungarico da erigersi a Gorizia”;

4. Ordine del Giorno “Sull’offerta sanitaria nell’area isontina”;

5. Approvazione verbali.

Per chi volesse seguire i lavori dell’Aula, la diretta streaming sarà disponibile all’indirizzo gorizia.consiglicloud.it.

Vi invito anche a mettere Mi Piace alla mia pagina Facebook, a seguirmi sul profilo Twitter e a iscrivervi al canale Telegram.

Gorizia. Consiglio comunale 30 marzo, ordine del giorno

Oggi pomeriggio, alle ore 16:00, una nuova seduta del Consiglio comunale di Gorizia, che si terrà in modalità mista, con presenza dei consiglieri in Aula e possibilità di collegamento in videoconferenza per coloro che ne facciano specifica richiesta.

Di seguito l’ordine del giorno.

1. Interrogazioni e interpellanze;

2. Regolamento per lo svolgimento delle sedute degli organi collegiali istituzionali in modalità telematica.

Per chi volesse seguire i lavori dell’Aula, la diretta streaming sarà disponibile all’indirizzo gorizia.consiglicloud.it.

Vi invito anche a mettere Mi Piace alla mia pagina Facebook, a seguirmi sul profilo Twitter e a iscrivervi al canale Telegram.

TEMPO DI REGOLAMENTI. CRONACHE DI CONSIGLIO

Mercoledì 30 marzo 2022 il Consiglio comunale di Gorizia affronterà un nuovo regolamento, infatti all’ordine del giorno c’è anche il “Regolamento per lo svolgimento delle sedute degli organi collegiali istituzionali in modalità telematica”.

Questo nuovo documento arriva poco dopo le approvazioni dei regolamenti per la videosorveglianza sul territorio comunale, dell’utilizzo dei GPS per i veicoli della Polizia Locale e, soprattutto, il nuovo regolamento della Polizia Urbana di Gorizia.

A proposito del regolamento della Polizia Locale, fra le importanti novità introdotte c’è il Daspo urbano, ovvero uno strumento in più per le forze di Polizia per garantire la sicurezza e l’incolumità dei cittadini e il decoro urbano.

Un ulteriore passo in avanti è stato compiuto anche per quanto concerne la lotta all’azzardopatia, infatti il Regolamento ha introdotto gli orari per il funzionamento degli apparecchi per il gioco lecito sul territorio comunale, prevedendo l’apertura non prima delle ore 9:00 e la chiusura non oltre le 24:00, con l’accortezza di rendere tali orari (operativi con un’ordinanza sindacale) ben visibili all’esterno e all’interno dei locali e individuando il limite di 13 ore giornaliere nelle sale da gioco e di 8 ore negli esercizi commerciali. Il mancato rispetto di queste disposizioni potrebbe comportare una sanzione amministrativa da 100 a 600 euro. Questo importante provvedimento, come più volte ho auspicato e sollecitato, va proprio nella direzione di proteggere le fasce più deboli della popolazione e di affrontare la piaga dell’azzardopatia con soluzioni ponderate, concrete e sostenibili.

In conclusione, fa piacere che in questo ultimo periodo di consiliatura il Consiglio comunale sta brillando in quanto a produttività. Sarebbe stato ancora meglio se tale spirito produttivo fosse arrivato prima, sia per alimentare il processo di partecipazione dei cittadini, che per rendere la politica funzionale allo sviluppo della Città.

Cosa ne pensate? Fatemi sapere la vostra opinione con un commento, vi risponderò molto volentieri.

Vi invito anche a mettere Mi Piace alla mia pagina Facebook, a seguirmi sul profilo Twitter e a iscrivervi al canale Telegram.

Polizia Urbana. Primo intervento in Consiglio

La due giorni di Consiglio comunale di Gorizia convocata per oggi e domani verte sull’approvazione del nuovo Regolamento della Polizia Urbana.

Di seguito trovate il mio primo intervento in Aula.

“Buonasera a tutti, ai colleghi in Aula, a coloro che sono collegati da remoto e ai cittadini che ci seguono da casa.

Fra gli atti fondamentali di competenza del Consiglio comunale ci sono anche i regolamenti, pertanto la proposta di un nuovo regolamento della Polizia Urbana non è un passaggio indifferente ma, per il sottoscritto, rappresenta uno fra i momenti più importanti della consiliatura.

Permettetemi di sottolineare il buon lavoro fatto dall’assessore Stefano Ceretta, dal comandante della Polizia Locale Muzzatti e dal vicecomandante Paesini, dal presidente della Commissione, Cosma, dagli Uffici e da tutti coloro che hanno concorso a realizzare il nuovo Regolamento in cui non si trovano azzardi né improvvisazioni, ma buone pratiche rintracciabili anche in altri regolamenti della Polizia Urbana di altri Comuni del Friuli Venezia Giulia.

Visto il momento, ritengo che sia importante sottolineare che si tratta di uno strumento a vantaggio non soltanto della Polizia Locale ma in generale di tutte le Forze dell’Ordine. Un nuovo regolamento è imprescindibile per poter garantire un servizio efficiente ed efficace della Polizia locale a tutela della città e dei cittadini.

Senza dimenticare anche che le recenti assunzioni hanno rinforzato l’organico a disposizione e con la recente approvazione di importanti Regolamenti, che hanno previsto alcuni aggiornamenti degli strumenti in dotazione agli agenti (droni, fototrappole e GPS), si sta raggiungendo la mission che questa Amministrazione ha sempre avuto nel suo programma di mandato, ovvero modellare il servizio in base alle esigenze del territorio.

I decreti legge in materia di sicurezza poi, hanno introdotto una serie di nuove norme al fine di poter garantire il decoro urbano e la tutela dell’ordine pubblico, il cosiddetto “Daspo urbano” permetterà al sindaco, tramite gli organi competenti, di multare ed emettere un primo ordine di allontanamento da alcune zone della città nei confronti di persone che mettono a rischio la salute dei cittadini o il decoro urbano.

Questo importante concetto è stato ripreso anche in sede del Comitato Provinciale per l’Ordine e la Sicurezza, un organo non partitico o politico, ma collegiale dello Stato italiano, che ha espresso l’auspicio che “il Comune di Gorizia possa quanto prima addivenire all’approvazione di un nuovo regolamento di Polizia Urbana in modo da recepire le nuove disposizioni normative di settore e consentire così alle Forze di Polizia di poter disporre di un valido ed efficace strumento operativo di controllo del territorio”, per assicurare la vivibilità delle nostre strade e piazze e sancire il principio che sarà possibile allontanare chi non rispetta spazi che appartengono a tutti i cittadini.

Visto il grande lavoro fatto da tutte le parti, portato avanti con equilibrio e buonsenso, mi sento di esprimere l’auspicio che questo documento possa essere votato con larga maggioranza a beneficio di tutta la nostra comunità e che possa essere uno strumento in più a supporto della Polizia Locale di Gorizia, per la sicurezza e il benessere dei cittadini”.

Attualmente il dibattito è ancora in corso e si concentra sulla trattazione degli emendamenti.

Cosa ne pensate? Fatemi sapere la vostra opinione con un commento, vi risponderò molto volentieri.

Vi invito anche a mettere Mi Piace alla mia pagina Facebook, a seguirmi sul profilo Twitter e a iscrivervi al canale Telegram.

Gorizia. Consiglio comunale 21 e 22 marzo

Convocata per oggi e domani pomeriggio, alle ore 16:00, una nuova seduta del Consiglio comunale di Gorizia, che si terrà in modalità mista, con presenza dei consiglieri in Aula e possibilità di collegamento in videoconferenza per coloro che ne facciano specifica richiesta.

I lavori dell’Aula si concentreranno sull’applicazione del nuovo Regolamento della Polizia Urbana.

La diretta streaming sarà disponibile all’indirizzo gorizia.consiglicloud.it.

Vi invito a mettere Mi Piace alla mia pagina Facebook, a seguirmi sul profilo Twitter e a iscrivervi al canale Telegram.