Gorizia. Ok delibere societarie, dibattito opere pubbliche

Appena conclusa la due giorni di Consiglio comunale a Gorizia.

Approvate a maggioranza due importanti delibere riguardo gli accordi societari di Irisacqua e Isontina Ambiente.

Sono state due delibere speculari, dall’aspetto puramente tecnico, inerenti lo svolgimento in modo congiunto della funzione di “controllo analogo” delle due società. L’obiettivo è stato quello di consentire al Comune di Gorizia di acquisire, dal punto di vista decisionale, una dimensione coerente con il numero di cittadini residenti visto che, fino a prima di quest’approvazione, il Comune stesso contava meno rispetto ad altri meno popolosi.

Per quanto riguarda le mozioni, quella inerente il senso unico in Corso Italia è stata ritirata dal proponente e pertanto non vi è stata alcuna discussione in merito. È probabile che il tema verrà trattato in un prossimo Consiglio comunale.

In riferimento al successivo ordine del giorno riguardante le opere pubbliche finanziate attraverso la Legge regionale di stabilità 2021, nel corso dell’interessante dibattito ho ribadito che, pur con la consapevolezza del passato e potendo contare sull’importanza delle tradizioni, Gorizia ha la necessità di guardare al futuro e di sviluppare proposte concrete che possano favorire la sua crescita.

Nello specifico, si è parlato del progetto di finanza dell’arena Bigot e del parcheggio interrato di via Boccaccio, che il Comune di Gorizia ha ritenuto di sottoporre all’amministrazione regionale per ottenere finanziamenti da 4,5 milioni ciascuno. Tali progetti vedranno la collaborazione tra pubblico e privato.

Ritengo le due opere molto importanti per lo sviluppo della nostra Città: in particolare ho sottolineato che, anche nell’ottica della Capitale europea della cultura, mal si declinerebbe l’assenza di un adeguato impianto sportivo capace di ospitare anche eventi culturali di ampio respiro.

Oltre alla presentazione di un’ulteriore mozione, è stato dato spazio ad interrogazioni ed interpellanze: come vi ho già scritto ieri, il mio intervento ha riguardato l’abbandono abusivo di rifiuti sul monte Calvario.

Cosa ne pensate? Fatemelo sapere con un commento, vi risponderò molto volentieri.

Vi invito anche a mettere Mi Piace alla mia pagina Facebook e a seguirmi sul mio profilo Twitter.

Ambiente. Quali misure contro l’abbandono abusivo di rifiuti?

Questo pomeriggio ho presentato in Consiglio comunale un’interpellanza sulla tematica dell’abbandono abusivo di rifiuti a Gorizia con particolare riferimento al Monte Calvario.

Nel dettaglio, ho interpellato il Sindaco e la Giunta per sapere quali siano le tempistiche per l’installazione delle fototrappole e, più in generale, quali siano le iniziative che l’amministrazione comunale intende prendere per contrastare l’abbandono abusivo di rifiuti sul Monte Calvario e in altre parti della città.

Mi posso ritenere soddisfatto della risposta che l’assessore Francesco del Sordi mi ha fornito, pur con la volontà di continuare a seguire questa tematica.

Dal mio punto vista occorrerebbe innanzitutto affrontare la situazione di emergenza adottando strumenti straordinari e, una volta terminato il percorso burocratico lungo e impegnativo, mettere in campo tutte le altre misure previste per contrastare l’inciviltà di alcuni, che danneggia l’intera collettività.

Voi cosa ne pensate? Se vi va, fatemelo sapere con un commento, vi risponderò molto volentieri.

Vi invito anche a mettere Mi Piace alla mia pagina Facebook e a seguirmi sul mio profilo Twitter.

Gorizia. Consiglio comunale 8 e 9 marzo, ordine del giorno

È convocata per oggi e domani, sempre alle 16:30, la nuova seduta del Consiglio comunale di Gorizia, che si svolgerà in videoconferenza tramite la piattaforma “gotomeeting”.

L’ordine del giorno è il seguente:

1. Interrogazioni e interpellanze;

2. Società partecipata in house Irisacqua srl. Accordo ex art. 30 d.lgs. 267/2000 per lo svolgimento in modo congiunto della funzione di “controllo analogo”. Approvazione;

3. Oggetto: Società partecipata in house i.s.a. Isontina Ambiente srl. Accordo ex art. 30 d.lgs. 267/2000 per lo svolgimento in modo congiunto della funzione di “controllo analogo”. Approvazione;

4. Presentazione di Mozione “Senso unico Corso Italia” – Piscopo;

5. Presentazione di Ordine del Giorno: “Quali opere pubbliche a Gorizia con il finanziamento derivante dalla Legge regionale di stabilità 2021?” – Gentile;

6. Presentazione di Ordine del Giorno: “Verità e Giustizia per Giulio Regeni” – Picco.

Per chi avesse piacere di seguire i lavori dell’Aula, la diretta sarà disponibile all’indirizzo gorizia.consigliolive.it.

Vi invito anche a mettere Mi Piace alla mia pagina Facebook e a seguirmi sul mio profilo Twitter.

Gorizia. Ok a tempio crematorio e libertà di espressione

Approvata dal Consiglio comunale la delibera sulla progettazione, costruzione e gestione di un tempio crematorio a Gorizia

Ampio spazio nella giornata di lunedì a interpellanze e interrogazioni, durante questo primo punto all’ordine del giorno ho presentato l’interpellanza all’assessore comunale al Commercio, Roberto Sartori, intitolata Commercio. Come aderire alla vetrina online di Gorizia?. Se avete piacere trovate il testo completo dell’interpellanza.

I lavori d’Aula hanno poi visto al secondo punto all’ordine del giorno la delibera presentata dal vicesindaco, Stefano Ceretta, intitolata “Partenariato pubblico privato per la progettazione, costruzione e gestione di un tempio crematorio nel comune di Gorizia. Approvazione progetto di fattibilità tecnica ed economica e dichiarazione di pubblico interesse”.

Nel corso del dibattito ho fatto i miei complimenti al vicesindaco, così come agli uffici tecnici del Comune e alla stessa società che ha presentato la proposta, per la completezza e l’esaustività del progetto. Dopodiché ho ritenuto di porre l’accento del mio intervento su alcuni aspetti fondamentali che riassumo: 1) il tempio crematorio garantirà un servizio alla collettività che, in tal modo, potrà rivolgersi a una struttura ubicata sul territorio goriziano ed eviterà lunghe e costose trafile in altri Comuni; 2) il partenariato pubblico e privato porta in dote un investimento di privati pari a 1.999.490,26; 3) l’opera riqualificherà una zona che attualmente è degradata; 4) c’è un ritorno economico per il Comune di Gorizia con le cosiddette royalties che la società privata garantirà annualmente; 5) nel progetto è assicurato che l’impianto a regime non produrrà né vibrazioni né rumori molesti, e l’impatto ambientale sarà paragonabile a quello di un medio condomino da 20 famiglie.

L’approvazione, avvenuta a larga maggioranza, è sicuramente un primo importante passo di cui essere soddisfatti e che continua con l’opera di riqualificazione di Gorizia.

Un’ulteriore delibera intitolata “Linee di indirizzo per la specificazione di aspetti del controllo sulle società partecipate dal comune di Gorizia” proposta dall’assessore Dario Obizzi è stata ritirata per necessari ulteriori approfondimenti e verrà ripresentata in un prossimo Consiglio comunale.

Infine ampio spazio a diverse mozioni, fra cui quella presentata dal sottoscritto e intitolata “Salvaguardia della libertà di espressione e al diritto di essere connessi” che è stata fatta propria dal sindaco che ne ha condiviso le finalità.

In particolare, ecco il discorso che ho fatto in Aula per presentare il documento: “Quello del diritto ad essere connessi e della salvaguardia della libertà di espressione diventerà nei prossimi anni un tema cruciale. A buon diritto possiamo dire di vivere nella società della comunicazione e, in tale contesto, essere connessi, così come garantire la libertà di espressione, è fondamentale”.

“La mozione che ho depositato, sottoscritta da tutto il Gruppo consiliare della Lega e aperta alla sottoscrizione da parte di tutti i colleghi consiglieri comunali, di maggioranza e opposizioni che ne condividono le finalità, condanna convintamente quegli episodi di censura recentemente applicati da società private a danno di rappresentanti democraticamente eletti, quotidiani e giornali nazionali, piuttosto che a comunità di persone che, da un momento all’altro, sono state silenziate, oscurate e censurate con un click”.

è chiaro che una mozione non è risolutiva in tal senso, poiché occorre legiferare a livello transnazionale, tuttavia ho sentito forte il dovere di porre questa tematica all’interno dell’istituzione in cui ho onere e onore di essere eletto, cioè il Comune di Gorizia, per ribadire che la censura è sempre sbagliata perché ha come unico risultato quello di polarizzare posizioni già contrapposte, ed esacerbare situazioni già di per sé complesse”.

“Dunque, la mozione impegna il sindaco e la Giunta ad adottare ogni azione possibile volta a difendere la libertà, garantita anche dalla nostra Costituzione Repubblicana, di poter esprimere liberamente il proprio pensiero. Contestualmente, impegna anche a inviare il documento al Presidente e alla Giunta della Regione FVG a testimonianza tangibile della volontà di difendere la libertà di espressione”.

Voi cosa ne pensate? Se vi va scrivete un commento, mi farebbe piacere conoscere la vostra opinione in merito.

Vi invito anche a mettere Mi Piace alla mia pagina Facebook e a seguirmi sul mio profilo Twitter

Gorizia. Consiglio comunale 8 e 9 febbraio, ordine del giorno

Riprendono i lavori del Consiglio comunale di Gorizia: oggi e domani, sempre alle 16:30, nuova seduta in forma telematica, tramite la piattaforma “gotomeeting”.

L’ordine del giorno è il seguente:

1. Interrogazioni e interpellanze;

2. Oggetto: Partenariato pubblico privato per la progettazione, costruzione e gestione di un tempio crematorio nel comune di Gorizia. Approvazione progetto di fattibilità tecnica ed economica e dichiarazione di pubblico interesse;

3. Oggetto: Linee di indirizzo per la specificazione degli aspetti del controllo sulle società partecipate del comune di Gorizia;

4. Presentazione di mozione: “Richiesta di ripristino della prestazione gratuita per i componenti del Cda del Consorzio per lo sviluppo del Polo universitario” – Tucci;

5. Presentazione di Ordine del Giorno: “Presentazione al presidente della Giunta regionale di predisporre una legge regionale che permetta all’ente regionale di gestire, al posto dei Comuni, l’accoglienza dei minori non accompagnati” – Zorzenon;

6. Presentazione di Mozione: “Norme slovene che limitano la libera circolazione dei cittadini degli stati membri dell’Unione Europea” – Piscopo;

7. Presentazione di Mozione: “Salvaguardia della libertà di espressione e al diritto di essere connessi” – Tomasella.

Chi avesse piacere può seguire la diretta streaming su http://gorizia.consigliolive.it/.

Vi invito a mettere Mi Piace alla mia pagina Facebook e a seguirmi sul mio profilo Twitter.

Ultimo Consiglio comunale 2020, approvate importanti delibere

Terminata da poco la due giorni dell’ultimo Consiglio comunale di Gorizia del 2020, di seguito i principali aggiornamenti.

Approvata a maggioranza la ricognizione delle partecipazioni detenute dal Comune di Gorizia, ovvero: aeroporto Amedeo Duca d’Aosta, SDAG, Irisacqua, Isontina ambiente, APT, SAF, Autovie Venete e interporto di Trieste (rigorosamente in ordine in base alle percentuale di quota di partecipazione). Sull’aeroporto Duca d’Aosta, oltre alla situazione di generale incertezza dovuta alla crisi pandemica, pesa un recente contenzioso sorto fra Enac e Mibac-Soprintendenza relativamente alla possibilità di dichiarare l’aeroporto di interesse culturale nella sua interezza (anche i prati per intenderci) o solo gli immobili storici. L’auspicio è che tale diatriba possa quanto prima giungere a esito positivo per lo sviluppo dell’infrastruttura, strategica anche per lo sviluppo turistico del nostro territorio. Comunque, nel complesso, la ricognizione ha evidenziato un positivo stato di salute delle società partecipate.

Approvata a maggioranza anche la delibera per prevedere la modifica alla convenzione e allo statuto del Consorzio Isontino Servizi Integrati. Anche per effetto della soppressione delle Province, il peso di voto del Comune di Gorizia avrà un aumento parametrato sulla base del numero di residenti e della spesa per i servizi erogati e passerà da un peso del 17,25% ad un peso ad oggi calcolato del 24,68%.

Approvata all’unanimità la proroga della convenzione con i Comuni di Savogna d’Isonzo, Dolegna del Collio e San Floriano del Collio per la gestione, in forma associata, del Servizio trattamento economico del personale dipendente, assimilato e amministratori comunali per il triennio 2021/2023.

Approvato all’unanimità l’accorpamento gratuito al Demanio stradale del Comune di Gorizia di alcune particelle di Via Rossini, Via Brigata Pavia e Viale Virgilio.

Inoltre, ampio spazio alle interrogazioni mentre sono state rimandate al prossimo Consiglio comunale le mozioni all’ordine del giorno.

Cosa ne pensate? Fatemi sapere la vostra opinione con un commento, vi risponderò molto volentieri.

Vi invito anche a mettere Mi Piace alla mia pagina Facebook e a seguirmi sul mio profilo Twitter.

Gorizia, Consiglio comunale del 14 e 15 dicembre

Oggi e domani nuova seduta, in forma telematica, del Consiglio comunale di Gorizia.

Chi avesse piacere, può seguire la diretta su https://gorizia.consigliolive.it/.

Vi invito anche a mettere Mi Piace alla mia pagina Facebook e a seguirmi sul mio profilo Twitter.

Consiglio comunale, armonizzare economia di confine obiettivo prioritario per Gorizia

✅ Ringrazio il sindaco Rodolfo Ziberna per aver accolto la mozione che poco fa ho presentato in Consiglio comunale. La chiusura dei confini a causa del Covid-19 ha fatto emergere in modo chiaro e con dati aggiornati la distorsione di mercato con cui sono costretti a confrontarsi le attività economiche del nostro territorio. Dallo studio di Confcommercio FVG e Confcommercio Gorizia pubblicato domenica su Il Piccolo, si evince che il 73% delle imprese operative in provincia di Gorizia afferma di soffrire la concorrenza della attività oltreconfine a causa della pressione fiscale, tariffaria e burocratica più pesante in Italia. Inoltre, l’84% degli intervistati è favorevole a strumenti idonei ad armonizzare l’economia di confine per superare l’attuale dislivello che pregiudica in modo pesantissimo la nostra economia. Come ho detto in Aula, ritengo che sarà possibile traguardare questo importante risultato solo se come classe politica goriziana sapremo avanzare uniti, con la consapevolezza di voler lavorare in ottica di reciproca e leale collaborazione con i vicini della Repubblica di Slovenia poiché solo così potremo assicurare un florido futuro al nostro territorio e fondare le basi per essere un unicum e un esempio a livello europeo.

✅ Importantissima approvazione a larga maggioranza della delibera di variazione di assestamento generale al Bilancio di previsione 2020-2020 che porta in dote 900mila euro di sostegno alle famiglie e attività economiche goriziane. Uno sforzo dell’amministrazione guidata da Rodolfo Ziberna che testimonia la volontà di essere al fianco dei cittadini con interventi, per esempio, di abbattimento della Tari e per misure anti Covid-19 per i servizi doposcuola. Ho comunque chiesto, nel corso del mio intervento, un ulteriore impegno al sindaco e alla sua Giunta poiché dopo l’emergenza pandemica ci troveremo a dover fare i conti con le macerie economiche che questa terribile pandemia inevitabilmente comporterà. Dovremo farci trovare pronti, e non ho dubbi che ciò avverrà!

✅ Inoltre, approvata la delibera sulla salvaguardia degli equilibri di bilancio per l’esercizio 2020, il piano economico-finanziario del servizio rifiuti per il 2020 con importanti aiuti ai cittadini e poi spazio per un’ulteriore mozione.

Forza Gorizia, avanti! 🇮🇹

Cosa ne pensate? Fatemi sapere la vostra opinione con un commento, vi risponderò molto volentieri.

Vi invito anche a mettere Mi Piace alla mia pagina Facebook e a seguirmi sul mio profilo Twitter.

Economia di confine: Tomasella (Lega), collaborazione tra Istituzioni essenziale per raggiungere armonizzazione

“Condivido il grido d’allarme lanciato dai rappresentati di categoria sull’urgenza di istituire un’area cuscinetto per armonizzare l’economia di confine sul territorio goriziano. Si tratta di un obiettivo fondamentale per sostenere concretamente esercenti, artigiani, commercianti e micro, piccola e media impresa in un momento di particolare crisi economica come quella che stiamo vivendo a causa della pandemia”.

Così il consigliere comunale della Lega di Gorizia, Andrea Tomasella, sulla necessità di armonizzare l’economia di confine e per cui ha presentato una mozione che andrà in Aula durante la seduta di oggi.

In particolare, Andrea Tomasella aggiunge: “La recente indagine condotta da Confcommercio FVG e pubblicato sul quotidiano Il Piccolo non lascia spazio a fraintendimenti: il 73% delle imprese goriziane dichiara di soffrire la concorrenza delle attività oltre frontiera, sia in termini di fiscalità sia per quanto riguarda il costo del lavoro e delle materie prime, inoltre l’84% degli esercenti si dicono favorevoli a strumenti per riequilibrare condizioni e tariffe fra una parte e l’altra del confine. Senza contare poi tutto il comparto dei rifornimenti dei carburanti e della vendita di tabacchi, visto che per alcuni nostri esercenti alla chiusura dei confini causa Covid è corrisposto un aumento del volume di affari dell’ordine del +120% rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente”.

“Come Lega, dopo la mozione del consigliere regionale Diego Bernardis approvata dal Consiglio regionale all’unanimità e l’interrogazione dell’europarlamentare Elena Lizzi, grazie all’on. Massimiliano Panizzut abbiamo recentemente depositato un’interrogazione parlamentare ai ministri dello Sviluppo Economico Stefano Patuanelli e dell’Economia Roberto Gualtieri, ponendo l’accento sulla necessità che lo Stato faccia al più presto la sua parte. Si può stimare – sottolinea l’esponente del Carroccio – che l’ammanco di risorse su tutta la fascia confinaria del Friuli Venezia Giulia è di oltre 100 milioni di euro all’anno”.

“Partendo da queste importanti testimonianze, armonizzare l’economia di confine per il territorio goriziano è un obiettivo fondamentale e per riuscirci è necessario un proficuo coordinamento tra tutte le istituzioni, ovvero proprio l’obiettivo che pongo con la mozione” conclude la nota di Andrea Tomasella.

Cosa ne pensate? Fatemi sapere la vostra opinione con un commento, vi risponderò molto volentieri.

Vi invito anche a mettere Mi Piace alla mia pagina Facebook e a seguirmi sul mio profilo Twitter.

Gorizia, Consiglio comunale 30 novembre – 1 dicembre

Nuova seduta, sempre in forma telematica, del Consiglio comunale di Gorizia.

Per chi avesse piacere, la diretta streaming è disponibile su 👉🏻 https://gorizia.consigliolive.it/.

Vi invito anche a mettere Mi Piace alla mia pagina Facebook e a seguirmi sul mio profilo Twitter.