Rifiuti. Ora fototrappole contro abbandoni abusivi

Il mio intervento in Aula per l’approvazione dei Regolamenti sulla videosorveglianza

✅ Finalmente il Comune di Gorizia potrà dotarsi di fototrappole! 🚮📹
Con mozioni e interrogazioni ho portato più volte la questione in Consiglio comunale e adesso, grazie al vicesindaco con delega alla Sicurezza, Stefano Ceretta, sul territorio comunale potranno essere impiegate nuove dotazioni tecnologiche, anche per prevenire e contrastare l’abbandono abusivo di rifiuti.

Qui potete ascoltare la dichiarazione di voto che ho fatto in Consiglio.

Cosa ne pensate?
#AvantiGorizia con Andrea #Tomasella

Vi invito anche a mettere Mi Piace alla mia pagina Facebook, a seguirmi sul profilo Twitter e a iscrivervi al canale Telegram.

Consiglio comunale. Ok Regolamenti sicurezza e videosorveglianza

Alcuni aggiornamenti dal Consiglio comunale di Gorizia, appena terminato.

Nel corso del primo punto all’ordine del giorno, ho presentato un’interpellanza per sapere quali saranno le iniziative che l’Amministrazione comunale intende portare avanti per far sì che la Campana Chiara al Sacrario militare di Oslavia – che purtroppo da anni non funziona – torni a suonare.
Oltre alla Capitale europea della Cultura, nel 2025 si terrà anche il Giubileo e sarebbe molto importante che i nostri luoghi della memoria fossero curati e funzionanti per rendere il giusto onore ai Caduti.
Vale la pena ricordare che a Rovereto, in Trentino, la campana gemella della Campana Chiara è protagonista di importanti commemorazioni e richiama un florido turismo durante tutto l’anno. Perché Gorizia non dovrebbe puntare al raggiungimento di tali obiettivi?

Sono stati poi approvati due importanti Regolamenti, relativi l’uno all’utilizzo di apparati e tecnologie di geolocalizzazione dei veicoli e degli operatori di Polizia Locale del Comune di Gorizia e l’altro alla disciplina della videosorveglianza sul territorio comunale.

Il primo Regolamento consentirà, attraverso l’utilizzo di GPS, di garantire la localizzazione delle volanti del Corpo della Polizia Locale sul territorio comunale, sia in un’ottica di sicurezza per gli uomini e le donne in divisa, che di pronto intervento in caso di pericolo.

Il secondo documento permetterà, grazie a tecnologie innovative quali Body Cam, Dash Cam e droni, di garantire la sicurezza dei cittadini e la tutela del patrimonio, oltreché di reprimere e prevenire comportamenti illeciti anche per quanto riguarda l’abbandono abusivo di rifiuti. A tal proposito, di grande importanza sarà l’uso delle fototrappole sul monte Calvario, ma non solo.

Rivolgo un sentito ringraziamento a tutti coloro che si sono adoperati per realizzare questi due Regolamenti, in particolare al vicesindaco e assessore alla Sicurezza, Stefano Ceretta, poiché con la loro approvazione è stato fatto un significativo passo in avanti non soltanto in relazione all’ordine pubblico e alla sicurezza, ma anche per quanto riguarda la vivibilità e la fruibilità degli spazi pubblici della nostra città.

Prima di concludere, è stato dato spazio alla discussione di due mozioni.

Cosa ne pensate? Fatemi sapere la vostra opinione con un commento, vi risponderò molto volentieri.

Vi invito anche a mettere Mi Piace alla mia pagina Facebook, a seguirmi sul profilo Twitter e a iscrivervi al canale Telegram.

La tecnologia è importante. Cronache di Consiglio

La tecnologia è importante!

A quanto pare però potrebbero non pensarla così i consiglieri comunali che lunedì hanno abbandonato l’Aula, facendo mancare il numero legale proprio prima della trattazione di due importanti regolamenti.

I regolamenti, prettamente tecnici, andavano a regolamentare l’utilizzo delle tecnologie per la geolocalizzazione di veicoli e operatori della Polizia Locale e a disciplinare l’impiego di videosorveglianza sul territorio del Comune di Gorizia.

L’adozione di tali strumenti, in particolare per quanto riguarda il sistema di tracciamento dei veicoli, si tradurrebbe in maggiore sicurezza ed efficienza per le donne e gli uomini della nostra Polizia Locale. Inoltre, l’utilizzo di sistemi di videosorveglianza aggiornati garantirebbe più sicurezza per i cittadini e permetterebbe di impiegare tecnologia qualificata a presidio dell’integrità di edifici ospitanti importanti servizi pubblici e del relativo patrimonio.

Inoltre, non dimentichiamoci che nei sistemi di videosorveglianza rientrano anche le fototrappole, ovvero degli strumenti che ho sempre ritenuto molto importanti per contrastare l’abbandono abusivo di rifiuti ma che non potremo nemmeno impiegare finché i regolamenti non saranno approvati.

Alla luce di questi fatti, è evidente che chi ha scelto di far mancare il numero legale ha fatto un torto a tutta la Città, non alla maggioranza o al centrodestra. Infatti, un eccessivo ritardo o addirittura una non approvazione di tali regolamenti potrebbe comportare anche la perdita di importanti contributi per il Comune di Gorizia e il settore sicurezza.

Avere opinioni differenti è legittimo, ma uscire dall’Aula senza affrontare gli importanti punti all’ordine del giorno è un comportamento che in questo caso non condivido. L’auspicio è che si possa recuperare quanto prima questo spiacevole scivolone, magari già nella prossima seduta di Consiglio comunale.

In tal senso, è molto significativa anche la presa di posizione degli imprenditori della goriziana Ermetris che in un post su Facebook hanno espresso il loro pensiero a riguardo.

Cosa ne pensate? Fatemelo sapere con un commento, vi risponderò volentieri!

Vi invito anche a mettere Mi Piace alla mia pagina Facebook, a seguirmi sul profilo Twitter e a iscrivervi al canale Telegram.

Consiglio comunale. Presente ad appello, priorità è Gorizia

Anche questa volta ho convintamente risposto “Presente!”.

Oggi è caduto il numero legale in Consiglio comunale a causa delle assenze di diversi consiglieri fra cui anche alcuni eletti tra le fila della maggioranza e che oggi invece reggono il gioco alla sinistra e sfruttano ogni occasione per rallentare l’azione amministrativa.

Oltre alla delibera di Giunta rinviata per un errore tecnico degli uffici fatto in corso di stesura, il mancato numero legale ha comportato il blocco dell’iter dei due regolamenti che avremmo dovuto votare, inerenti l’utilizzo di sistemi di videosorveglianza sul territorio comunale e dei sistemi di tracciamento per la Polizia Locale.

Si tratta di due regolamenti prettamente tecnici e che avrebbero normato la materia e consentito anche al nostro Comune di dotare la Polizia Locale di sistemi e apparecchiature già in uso in molte altre città.

Fra questi sistemi di videosorveglianza rientrano anche le fototrappole che, come sapete, ho sempre sostenuto possano essere strumenti importanti per contrastare l’abbandono abusivo di rifiuti sul nostro territorio comunale.

Non tutto è perduto, il Consiglio comunale verrà con tutta probabilità riconvocato la prossima settimana per affrontare i temi non trattati quest’oggi e ci sarà modo di rimediare allo scivolone odierno. La vera domanda è: ci sarà questa volontà o, ancora una volta, prevarranno beghe e ripicche personali?

Per quanto mi riguarda, in qualità di consigliere, sento il dovere di fare il meglio delle mie possibilità per la Città, i cittadini, le attività economiche e lo sviluppo di questo magnifico territorio ed è proprio per questo che anche oggi, in Aula, all’appello ho convintamente risposto “Presente!

Cosa ne pensate? Fatemi sapere la vostra opinione con un commento, vi risponderò molto volentieri.

Vi invito anche a mettere Mi Piace alla mia pagina Facebook, a seguirmi sul mio profilo Twitter e a iscrivervi al mio canale Telegram.

Sicurezza a Gorizia: situazione videosorveglianza in città

INTERROGAZIONE di Andrea Tomasella

SICUREZZA A GORIZIA: SITUAZIONE VIDEOSORVEGLIANZA IN CITTÀ

Un cordiale saluto a voi tutti e ben ritrovato al sindaco, alla giunta, ai colleghi consiglieri e ai cittadini che ci seguono in quest’aula o con lo streaming video. Dopo quasi due mesi di pausa dei lavori del Consiglio, ho ritenuto di ricominciare la mia attività di consigliere comunale con un’interrogazione che verterà sul tema della sicurezza in città. In particolare, intendo sottoporre alcune domande all’attenzione di questa amministrazione per conoscerne le volontà di intervento circa l’utilizzo degli strumenti tecnologici adibiti ad incrementare ulteriormente la sicurezza della nostra città.

Ritengo doveroso fare alcune domande per sapere se ci sono le possibilità di prevedere un incremento ed eventualmente la collocazione di nuove telecamere di videosorveglianza a Gorizia. Questo perché, oltre ad aumentare in termini quantitativi, oggigiorno potremmo contare anche su un sempre più alto livello di perfezionamento tecnologico di questi dispositivi e quindi andare proprio in direzione di quel pacchetto di misure che servirebbero ad incrementare ulteriormente la sicurezza dei cittadini, la qualità urbana, il decoro ed il rispetto delle regole nella nostra città.

Considerato anche il fatto che da diversi anni sul territorio comunale possiamo già contare su un sistema di videosorveglianza, che con il passare del tempo è stato via via ampliato e aggiornato, ritengo opportuno sottolineare soprattutto il grande effetto deterrente che questi occhi elettronici hanno per il contrasto all’illegalità, con effettivo beneficio per tutte le nostre zone pedonali, o anche per il controllo dei flussi di traffico autoveicolare o di specifici edifici.

A ciò vorrei aggiungere anche un ulteriore elemento, ovvero sapere se c’è la possibilità di accedere a dei finanziamenti regionali per nuovi acquisti o aggiornamenti della suddetta strumentazione. Non è un aspetto di secondaria importanza, poiché questi apparecchi hanno costi che superano abbondantemente le diverse migliaia di euro ed è chiaro che degli appositi finanziamenti potrebbero costituire un fondamentale contributo sia per dei nuovi acquisti che per l’aggiornamento dei server e dei sistemi attuali, anche per meglio supportare le telecamere di ultimissima generazione che possono contare sull’alta definizione e forniscono delle immagini di alta risoluzione. Inoltre, vista anche l’importanza di questa strumentazione, non possiamo non dire il fatto che anche lo spazio di archiviazione negli ultimi anni è notevolmente cambiato e sui nuovi server sarebbe possibile memorizzare fino a una settimana di registrazione continua, in ottemperanza alle normative vigenti e a supporto anche di eventuali indagini delle forze dell’ordine e quindi a maggior tutela della sicurezza della città.

Per fornire delle risposte operative e concrete nell’ambito del decoro, della sicurezza, della pulizia, della responsabilizzazione e del coinvolgimento dei cittadini, utilizzare delle telecamere che permettano di tenere sotto controllo il territorio 24 ore su 24 ha un effetto deterrente e consentirebbero di stroncare fenomeni di inosservanza delle regole che preoccupano molto i nostri concittadini. Inoltre, l’utilizzo di queste apparecchiature sarebbe certamente un ulteriore e chiaro segnale che a Gorizia non c’è spazio per la criminalità, lo spaccio, i furbetti e altre attività illecite in nessuna area della città e a qualsiasi ora della giornata.

Infine, prima di concludere questa breve interrogazione, concedetemi un excursus ma che rimane sempre sul tema della sicurezza. Quest’oggi ho visto che è stata fatta la conferenza stampa di presentazione del piano sicurezza per la 15esima edizione di Gusti di Frontiera e ci tengo, come consigliere comunale ma anche come cittadino, a rivolgere i miei complimenti per la grande sinergia che questa amministrazione ha saputo creare con le istituzioni del territorio, le forze dell’ordine e le associazioni di volontariato per far sì che tutti possano godersi appieno una manifestazione dal respiro internazionale, che rappresenta uno dei momenti più importanti per la vita della nostra città e che permette di far scoprire o riscoprire a migliaia di persone provenienti da ogni dove la grande bellezza di Gorizia.

 

Tutto ciò premesso,

si interrogano

gli assessori competenti per sapere:

  1. Qual è la situazione attuale dell’impianto di videosorveglianza del territorio comunale di Gorizia;
  2. Quali azioni può intraprendere questa amministrazione comunale per il futuro, sempre in materia di videosorveglianza per la città.

 

Se vi va, fatemi sapere con un commento cosa ne pensate di questa mia iniziativa in aula del Consiglio. Sarà un piacere leggervi e poi rispondervi, inoltre non dimenticate di mettere “Mi Piace” alla mia pagina facebook.com/andtomasella.

Leggete anche: Centro stampa della Gedi a Gorizia, quale futuro per famiglie e lavoratori?