Consiglio comunale. Ok Regolamenti sicurezza e videosorveglianza

Alcuni aggiornamenti dal Consiglio comunale di Gorizia, appena terminato.

Nel corso del primo punto all’ordine del giorno, ho presentato un’interpellanza per sapere quali saranno le iniziative che l’Amministrazione comunale intende portare avanti per far sì che la Campana Chiara al Sacrario militare di Oslavia – che purtroppo da anni non funziona – torni a suonare.
Oltre alla Capitale europea della Cultura, nel 2025 si terrà anche il Giubileo e sarebbe molto importante che i nostri luoghi della memoria fossero curati e funzionanti per rendere il giusto onore ai Caduti.
Vale la pena ricordare che a Rovereto, in Trentino, la campana gemella della Campana Chiara è protagonista di importanti commemorazioni e richiama un florido turismo durante tutto l’anno. Perché Gorizia non dovrebbe puntare al raggiungimento di tali obiettivi?

Sono stati poi approvati due importanti Regolamenti, relativi l’uno all’utilizzo di apparati e tecnologie di geolocalizzazione dei veicoli e degli operatori di Polizia Locale del Comune di Gorizia e l’altro alla disciplina della videosorveglianza sul territorio comunale.

Il primo Regolamento consentirà, attraverso l’utilizzo di GPS, di garantire la localizzazione delle volanti del Corpo della Polizia Locale sul territorio comunale, sia in un’ottica di sicurezza per gli uomini e le donne in divisa, che di pronto intervento in caso di pericolo.

Il secondo documento permetterà, grazie a tecnologie innovative quali Body Cam, Dash Cam e droni, di garantire la sicurezza dei cittadini e la tutela del patrimonio, oltreché di reprimere e prevenire comportamenti illeciti anche per quanto riguarda l’abbandono abusivo di rifiuti. A tal proposito, di grande importanza sarà l’uso delle fototrappole sul monte Calvario, ma non solo.

Rivolgo un sentito ringraziamento a tutti coloro che si sono adoperati per realizzare questi due Regolamenti, in particolare al vicesindaco e assessore alla Sicurezza, Stefano Ceretta, poiché con la loro approvazione è stato fatto un significativo passo in avanti non soltanto in relazione all’ordine pubblico e alla sicurezza, ma anche per quanto riguarda la vivibilità e la fruibilità degli spazi pubblici della nostra città.

Prima di concludere, è stato dato spazio alla discussione di due mozioni.

Cosa ne pensate? Fatemi sapere la vostra opinione con un commento, vi risponderò molto volentieri.

Vi invito anche a mettere Mi Piace alla mia pagina Facebook, a seguirmi sul profilo Twitter e a iscrivervi al canale Telegram.

Consiglio comunale. Presente ad appello, priorità è Gorizia

Anche questa volta ho convintamente risposto “Presente!”.

Oggi è caduto il numero legale in Consiglio comunale a causa delle assenze di diversi consiglieri fra cui anche alcuni eletti tra le fila della maggioranza e che oggi invece reggono il gioco alla sinistra e sfruttano ogni occasione per rallentare l’azione amministrativa.

Oltre alla delibera di Giunta rinviata per un errore tecnico degli uffici fatto in corso di stesura, il mancato numero legale ha comportato il blocco dell’iter dei due regolamenti che avremmo dovuto votare, inerenti l’utilizzo di sistemi di videosorveglianza sul territorio comunale e dei sistemi di tracciamento per la Polizia Locale.

Si tratta di due regolamenti prettamente tecnici e che avrebbero normato la materia e consentito anche al nostro Comune di dotare la Polizia Locale di sistemi e apparecchiature già in uso in molte altre città.

Fra questi sistemi di videosorveglianza rientrano anche le fototrappole che, come sapete, ho sempre sostenuto possano essere strumenti importanti per contrastare l’abbandono abusivo di rifiuti sul nostro territorio comunale.

Non tutto è perduto, il Consiglio comunale verrà con tutta probabilità riconvocato la prossima settimana per affrontare i temi non trattati quest’oggi e ci sarà modo di rimediare allo scivolone odierno. La vera domanda è: ci sarà questa volontà o, ancora una volta, prevarranno beghe e ripicche personali?

Per quanto mi riguarda, in qualità di consigliere, sento il dovere di fare il meglio delle mie possibilità per la Città, i cittadini, le attività economiche e lo sviluppo di questo magnifico territorio ed è proprio per questo che anche oggi, in Aula, all’appello ho convintamente risposto “Presente!

Cosa ne pensate? Fatemi sapere la vostra opinione con un commento, vi risponderò molto volentieri.

Vi invito anche a mettere Mi Piace alla mia pagina Facebook, a seguirmi sul mio profilo Twitter e a iscrivervi al mio canale Telegram.