Consiglio comunale. Accolta mozione Tomasella su Web Tax

đź—ž Su Il Piccolo si parla della mozione che ho presentato in Consiglio comunale, accolta dal sindaco Rodolfo Ziberna.
Il documento impegna l’Amministrazione a sostenere il principio per cui le risorse derivanti dalla nuova imposta sui servizi digitali restino a disposizione del territorio in cui sono maturate, a sostegno delle attivitĂ  di vicinato.

Voi cosa ne pensate? Fatemi sapere la vostra opinione con un commento, vi risponderò molto volentieri.

Vi invito anche a mettere Mi Piace alla mia pagina Facebook, a seguirmi sul mio profilo Twitter e a iscrivervi al mio canale Telegram.

USA. Disegni di legge per limitare strapotere colossi web

Big Tech nuovamente al centro della scena politica americana. Dopo i diversi episodi di censura operati nei confronti dell’ex Presidente Donald Trump, escluso a vita da Twitter e almeno fino al 2023 da Facebook, il dibattito si concentra ora sullo strapotere economico delle grandi compagnie del digitale.

Recentemente, infatti, alla Camera sono stati presentati 5 disegni di legge, che mirano a limitare il monopolio dei giganti del web tra cui Amazon, Facebook, Google, Apple.

Nel dettaglio, in base a due tra questi disegni, una determinata compagnia non potrebbe utilizzare la propria piattaforma per avvantaggiare i priori prodotti a discapito di quelli dei concorrenti né pubblicizzare in via preferenziale i servizi offerti da imprese dalla stessa controllate rispetto agli altri.

Altri due disegni di legge sono volti rispettivamente a limitare le acquisizioni, da parte dei Big Tech, di aziende concorrenti e ad incrementare i costi di fusione tra le aziende tecnologiche. L’ultimo, infine, mira a semplificare la riacquisizione, per gli utenti delle piattaforme digitali, dei propri dati personali.

Ormai da diversi anni, e ancor di più in questo periodo di crisi dovuto alla pandemia, stiamo assistendo all’incremento del potere delle grandi aziende del web e alla chiusura di moltissime attività locali che danno lavoro alle nostre famiglie.

I disegni di legge presentati alla Camera degli Stati Uniti, se approvati, sarebbero, insieme all’aliquota minima globale al 15% di cui si è trattato allo scorso G7, sicuramente un importante passo per garantire il rispetto della concorrenza. Ritengo però che ciò non sia sufficiente, in quanto, ad esempio, sarebbe auspicabile che le risorse ricavate dalla tassazione dei Big Tech rimangano a disposizione dei territori in cui sono maturate, al fine di sostenere le attività di prossimità.

Cosa ne pensate? Fatemi sapere la vostra opinione con un commento, vi risponderò molto volentieri.

Vi invito anche a mettere Mi Piace alla mia pagina Facebook, a seguirmi sul mio profilo Twitter e a iscrivervi al mio canale Telegram.

Commercio goriziano, le interviste: Eleonora Braidot – Gaia Mater estetica & relax â€“

intervista commerciante eleonora braidot gaia mater estetica relax gorizia
Commercio goriziano: intervista a Eleonora Braidot – Gaia Mater estetica & relax

Una nuova intervista dedicata al commercio goriziano arricchisce anche questo numero di “Gorizia è”. Grazie alla collaborazione fra il sottoscritto e l’associazione “Le Nuove Vie – Centro Commerciale Naturale”, i protagonisti del commercio cittadino raccontano le loro idee, le proposte e gli auspici per ravvivare lo shopping in cittĂ .

Questa volta leggeremo le opinioni di Eleonora Braidot che gestisce “Gaia Mater estetica & relax”, un centro estetico in via Rossini in cui il connubio tra tecnologia, cosmetologia ed estetica garantisce un’esperienza unica e professionale. Continua a leggere l’intervista per conoscere tutte le informazioni. Continua a leggere