Gorizia. Apre il nuovo supermercato Famila

Nuovo Famila a #Gorizia! 😊
Un importante supermercato per i residenti dei quartieri di #Straccis e #Piedimonte. Inoltre, un’opera di riqualificazione urbana di cui sono particolarmente orgoglioso poiché è stata possibile anche grazie all’approvazione del Piano Attuativo Comunale “Ambito Viale XX Settembre”, che ho sempre sostenuto nel corso del precedente mandato amministrativo.

Cosa ne pensate? Fatemi sapere la vostra opinione con un commento, sarò felice di rispondervi.

Vi invito anche a mettere Mi Piace alla mia pagina Facebook, a seguirmi sul profilo Twitter e a iscrivervi al canale Telegram.

Cultura. Contributi a ristoro aumento costi energetici 2022

Termine di presentazione delle domande fissato al 16 novembre

La Regione Friuli Venezia Giulia concede contributi una tantum a favore di teatri, cinema, sale concerto, centri di divulgazione della cultura, musei e biblioteche quale parziale ristoro dei maggiori oneri sostenuti dagli stessi a causa dell’aumento dei costi energetici.

I criteri e le modalità di concessione dei contributi in oggetto sono definiti dalla legge regionale “Misure finanziarie multisettoriali” n. 15/2022 del 7 novembre.

SOGGETTI BENEFICIARI

A poter beneficiare dei contributi sono, appunto:

sale teatrali (spazi chiusi dotati di palcoscenico e adibiti in maniera esclusiva o prioritaria ad attività teatrali, coreutiche e musicali, aperti al pubblico) in possesso di specifica licenza;

sale cinematografiche (spazi, al chiuso o all’aperto, adibiti a pubblico spettacolo cinematografico) munite di riconoscimento come sala d’essai, esclusi i multiplex;

operatori culturali di cui alla legge regionale n. 16/2014;

centri di divulgazione della cultura umanistica, artistica e scientifica di cui alla legge regionale n. 16/2014;

Musei pubblici o privati, quali risultanti dall’ultima rilevazione ISTAT;

biblioteche.

SPESE AMMISSIBILI

Il contributo è concesso a titolo di parziale ristoro dei maggiori costi sostenuti per il pagamento delle fatture emesse nel periodo compreso tra il 1° ottobre 2021 e il 30 settembre 2022, rispetto alle fatture emesse nel periodo compreso tra il 1° ottobre 2018 e il 30 settembre 2019.

ENTITÀ DEL CONTRIBUTO

Il riparto del contributo è effettuato in misura proporzionale al maggiore costo sostenuto dal soggetto richiedente e dichiarato dallo stesso in sede di presentazione della domanda.

L’importo del contributo non può essere, in ogni caso, superiore al maggior costo dichiarato nella domanda.

PRESENTAZIONE DELLA DOMANDA

La domanda di contributo deve essere presentata al Servizio competente, tramite il Sistema di Istanze On Line, entro le ore 24:00 di mercoledì 16 novembre.

L’istanza deve riportare l’indicazione dell’importo dei maggiori oneri sostenuti per il pagamento delle fatture.

Queste e molte altre informazioni utili sono disponibili alla pagina dedicata sul sito della Regione.

Si tratta di una misura molto significativa, che conferma l’impegno dell’Amministrazione regionale Fedriga nel sostenere concretamente le attività del nostro territorio per far fronte alla grave crisi economica di questi mesi.

Cosa ne pensate? Fatemi sapere la vostra opinione con un commento, vi risponderò molto volentieri.

Vi invito anche a mettere Mi Piace alla mia pagina Facebook, a seguirmi sul profilo Twitter e a iscrivervi al canale Telegram.

Foto: Teatro Verdi Gorizia – Pagina Facebook

PARTECIPATE. CRONACHE DI CONSIGLIO

Accolta la mozione di solidarietà alle donne iraniane. Dopo polemiche fuori luogo, passano l’approvazione del bilancio consolidato e la seconda variazione di Bilancio

SOLIDARIETÀ PER LE DONNE IRANIANE

La mozione del Gruppo Lega che ho avuto onere e onore di presentare in qualità di primo firmatario è stata accolta dal sindaco che ne ha condiviso le finalità. Oltre a esprimere solidarietà verso le donne che lottano per la libertà, la mozione impegna il primo cittadino a inviarne una copia anche al ministro degli Esteri per sollecitare le più opportune azioni diplomatiche, non ultima l’esclusione dell’Iran dai prossimi mondiali di calcio.

Ho portato il tema all’attenzione del Consiglio comunale poiché ritengo doverosa la condanna verso ogni regime del terrore o contesto che non tutela e riconosce i diritti delle donne. Dalla città di Gorizia il segnale è stato dato e mi auguro che saranno in tante le amministrazioni comunali in Italia che vorranno fare altrettanto.

APPROVAZIONE DEL BILANCIO CONSOLIDATO 2021

La parte più consistente della seduta d’Aula è stata la discussione riguardante il Bilancio Consolidato per l’esercizio 2021. Si tratta di un documento tecnico che serve ad avere un’idea numerica generale, soprattutto per le società partecipate dal Comune. Pur con alcune criticità da risolvere, l’atto ha presentato uno stato di salute dei conti complessivamente buono e, come previsto dalla legge, abbiamo proceduto all’approvazione.

VARIAZIONE DI BILANCIO

Con voto a maggioranza abbiamo ratificato la variazione di bilancio adottata in via d’urgenza con delibera di Giunta. In particolare, si tratta di due importi: il primo è uno stanziamento da 1.954.000€ in entrata e relativo ai lavori di manutenzione dell’edificio Lenassi, beneficiario di fondi Pnrr; il secondo stanziamento, pari a 140.417€, riguarda le risorse necessarie per la realizzazione della risalita diretta a Borgo Castello.

Approvata la variazione di bilancio, il Consiglio comunale si è concluso alle 22:55.

Cosa ne pensate? Fatemi sapere la vostra opinione con un commento, vi risponderò molto volentieri!

Vi invito anche a mettere Mi Piace alla mia pagina Facebook, a seguirmi sul profilo Twitter e a iscrivervi al canale Telegram.

Iran. Mozione accolta dal Sindaco, il mio intervento

La mozione di solidarietà alle donne iraniane che ho presentato in Consiglio comunale è stata accolta dal sindaco.
Oltre a esprimere solidarietà verso le donne che lottano per la libertà, la mozione impegna il primo cittadino a inviarne una copia anche al ministro degli Esteri per sollecitare le più opportune azioni diplomatiche, non ultima l’esclusione dell’Iran dai prossimi mondiali di calcio.
Ringrazio tutti coloro che hanno sottoscritto la mozione e dato ulteriore forza al documento.

Cosa ne pensate? Fatemi sapere la vostra opinione con un commento, vi risponderò molto volentieri.

Vi invito anche a mettere Mi Piace alla mia pagina Facebook, a seguirmi sul profilo Twitter e a iscrivervi al canale Telegram.

Consiglio comunale. Mozione “Solidarietà e vicinanza alle donne iraniane private dei propri diritti civili”

Il mio intervento in Aula

“Buonasera al sindaco Rodolfo Ziberna, alla Giunta e a tutti i colleghi consiglieri comunali.

Porto all’attenzione di quest’Aula un tema di attualità, ossia la grave negazione dei diritti civili e umani che risultano calpestati da parte delle autorità iraniane.

Lo scorso 16 settembre Masha Amini è morta a Teheran all’età di 22 anni dopo essere stata fermata per strada dalle forze di sicurezza del regime islamico, poiché ritenuta “colpevole” di indossare male il velo lasciando intravedere i capelli. Secondo la versione ufficiale, la giovane donna sarebbe deceduta per un malore: versione a cui la famiglia della giovane, e l’intera opinione pubblica, non si rassegna.

A questa efferata uccisione è seguita un’ondata di proteste, a cui prendono parte giovani donne in tutto il paese. Tra loro anche Hadis Najafi, assassinata dalle forze di sicurezza iraniane mentre, senza indossare il velo, manifestava contro le leggi discriminatorie, rivendicando il diritto alla libertà di espressione.

La repressione del regime iraniano si è abbattuta pesantemente anche sul mondo dello sport. L’atleta iraniana Elnaz Rekabi ha recentemente gareggiato ai campionati asiatici di arrampicata sportiva di Seul senza indossare il velo, disobbedendo alla regola di portarlo anche fuori dal paese quando lo si rappresenta in via ufficiale.

Dopo alcuni giorni in cui non si avevano sue notizie e in cui si era temuto per la sua incolumità, la giovane sportiva è rientrata in Iran giovedì 19 ottobre e ha dichiarato di non aver indossato il velo poiché le era caduto prima della competizione. La spiegazione, tuttavia, non convince e si teme che questa dichiarazione sia stata obbligata dopo le pressioni del regime che ha una lunga storia di abusi dei diritti delle donne e di violazione della loro libertà di espressione.

Non è ammissibile morire per difendere il proprio diritto al dissenso. Non sono tollerabili la violenza e la repressione operate dalla tirannia teocratica della repubblica islamica iraniana.

La mozione che presento oggi insieme ai colleghi consiglieri della Lega, in particolare la delegata dal sindaco alle pari opportunità, Marilena Bernobich, vuole condannare fermamente e in modo unanime il regime del terrore in cui vivono ragazze, donne iraniane e migliaia di studenti, privati dei loro diritti fondamentali, che dovrebbero essere tutelati dal Patto internazionale sui diritti civili e politici, al quale lo stesso Iran ha aderito.

Con questa mozione chiediamo quindi alla Giunta di unirsi, insieme all’intero Consiglio comunale di Gorizia, nel manifestare la propria solidarietà e vicinanza alle famiglie delle vittime e a tutte le donne iraniane.

Anche in vista dei prossimi mondiali di calcio, auspichiamo, inoltre, che il documento sia trasmesso alle sedi più opportune delle nostre istituzioni democratiche, in particolare il ministero degli esteri, con l’obiettivo di mettere in campo un efficace piano di azioni e di sanzioni sportive, rivendicando lo sport libero come diritto civile e stigmatizzando la violazione dei diritti fondamentali delle donne.

Insieme possiamo dare un segnale forte, dimostrandoci al fianco delle donne iraniane e del sacrosanto diritto alla libertà di espressione.

La grave negazione dei più elementari diritti civili e umani attuata dal regime iraniano non offende solo la popolazione e le comunità colpite, bensì tutte le donne e gli uomini del mondo.

Ho concluso, ringrazio per l’attenzione”.

Per leggere il testo della mozione clicca qui.

Cosa ne pensate? Fatemi sapere la vostra opinione con un commento, vi risponderò molto volentieri.

Vi invito anche a mettere Mi Piace alla mia pagina Facebook, a seguirmi sul profilo Twitter e a iscrivervi al canale Telegram.

Sport. Contributi regionali manifestazioni 2023-24

Domande presentabili fino al 30 novembre

La Regione Friuli Venezia Giulia prevede contributi per la realizzazione di manifestazioni sportive, anche a carattere transfrontaliero, che si svolgano sul territorio regionale a partire dal 1° gennaio 2023 e fino al 30 aprile 2024.

SOGGETTI BENEFICIARI

Possono beneficiare dei contributi in oggetto le associazioni e le società sportive senza finalità di lucro, i comitati regionali delle federazioni sportive nazionali e delle discipline sportive associate, il Comitato regionale del CONI, le articolazioni territoriali sovracomunali degli enti di promozione sportiva e i comitati organizzatori locali formalmente costituiti.

Si richiede che tali soggetti abbiano sede operativa situata sul territorio regionale ed essere costituiti da almeno due anni alla data di presentazione della domanda di contributo (requisito non richiesto per i comitati organizzatori locali).

SPESE AMMISSIBILI

Tra le spese ammesse a contributo vi sono:

– le spese relative a trasferimento, vitto e pernottamento presso strutture ricettive non di lusso per atleti, tecnici, dirigenti, arbitri, giudici di gara, cronometristi e collaboratori;

– i compensi per arbitri, tecnici, giudici di gara, cronometristi, collaboratori;

– l’affitto di impianti sportivi e le spese per l’allestimento delle sedi di svolgimento dell’iniziativa;

– le spese relative al noleggio di mezzi di trasporto e di attrezzature;

– le spese organizzative, quali spese di cancelleria, postali, telefoniche;

– le spese per l’acquisto di medaglie, trofei, premi in natura e gadget;

– le spese per la stampa di inviti e locandine per la pubblicizzazione dell’iniziativa;

– le spese per l’assistenza sanitaria strettamente inerente l’iniziativa;

– le spese per le coperture assicurative e per le tasse alle Federazioni e alle organizzazioni sportive.

ENTITÀ DEL CONTRIBUTO

Il contributo non può essere superiore al 100 per cento della spesa ammissibile di cui alla domanda. La misura massima del contributo non può superare i 50.000,00 euro.

PRESENTAZIONE DELLA DOMANDA

La domanda di contributo deve essere presentata esclusivamente tramite il sistema di Istanze On Line disponibile sul sito della Regione, entro le ore 12:00 del 30 novembre.

La domanda deve essere redatta utilizzando l’apposito modulo e sottoscritta dal legale rappresentante del soggetto richiedente.

Ciascun richiedente può presentare una sola domanda di contributo, riferita ad un’unica manifestazione sportiva.

Queste e molte altre informazioni utili sono disponibili alla pagina dedicata sul sito della Regione.

Si tratta di una misura molto significativa, che riconosce l’importanza dello sport e del suo valore formativo, sociale e di condivisione. Per Gorizia, in particolare, la realizzazione di manifestazioni sportive a carattere transfrontaliero può assumere grande rilevanza anche nell’ambito della Capitale europea della Cultura 2025.

Cosa ne pensate? Fatemi sapere la vostra opinione con un commento, vi risponderò molto volentieri.

Vi invito anche a mettere Mi Piace alla mia pagina Facebook, a seguirmi sul profilo Twitter e a iscrivervi al canale Telegram.

Foto Internet

Gorizia. L’eccellenza di Miko conquista Bentley

Orgoglioso delle nostre eccellenze produttive Made in #Gorizia!
Complimenti alla Dinamica by MIKO che conquista anche la storica azienda automobilistica britannica Bentley con la microfibra Dinamica® che utilizza fino al 73% di poliestere riciclato.
Puntare su qualità e altissima specializzazione è il valore aggiunto per valorizzare la realtà industriale di Gorizia che si compone di ottime micro, piccole e medie imprese.
In tal senso, per far crescere e sviluppare il nostro territorio transfrontaliero, è fondamentale proseguire sul percorso per la creazione della Zona Economica Speciale Europea sfruttando le nostre infrastrutture strategiche, fra cui l’aeroporto Duca d’Aosta.

Cosa ne pensate? Fatemi sapere la vostra opinione con un commento, vi risponderò molto volentieri!

Vi invito anche a mettere Mi Piace alla mia pagina Facebook, a seguirmi sul profilo Twitter e a iscrivervi al canale Telegram.

Giovani. Opportunità in Europa novembre 2022

Le Istituzioni europee riservano ai giovani diverse opportunità formative. Di seguito i bandi in scadenza a novembre.

EUROPEAN YOUTH EVENT 2023

Si tratta di un evento che riunisce migliaia di giovani provenienti da tutto il mondo, con l’obiettivo di condividere le loro idee sul futuro dell’Europa.

EYE2023 si svolgerà il 9 e 10 giugno 2023 con attività in presenza e ibride a Strasburgo, in Francia. Nel corso dell’evento, i partecipanti prenderanno parte ad incontri con istituzioni e organizzazioni, che offriranno loro ampio spazio di discussione.

Invito alle attività

Gruppi di giovani sono invitati a co-creare il programma di EYE2023, organizzando un workshop interattivo che può assumere, ad esempio, la forma di gioco di simulazione o di laboratorio e descrivendo il proprio piano di comunicazione per promuovere il workshop stesso.

Le proposte selezionate riceveranno un contributo finanziario dal Parlamento europeo, da utilizzare a copertura di parte delle spese di viaggio, alloggio e soggiorno.

Per ottenere il finanziamento, il gruppo organizzatore deve essere composto da un minimo di 10 e un massimo di 20 partecipanti, di età compresa tra sedici e i trent’anni alla data dell’evento, residenti nell’Unione europea, in un Paese candidato opuure nel Regno Unito.

La scadenza per l’invio dell’adesione è fissata al 10 novembre.

AZIONI MARIE CURIE

Le azioni Marie Skłodowska Curie (MSCA) costituiscono il principale programma di finanziamento dell’Unione Europea per percorsi di dottorato di ricerca e post dottorato.

Il loro obiettivo é quello di incrementare capacità e competenze dei ricercatori e di offrire loro opportunità di lavoro.

Tra le azioni Marie Skłodowska Curie vi sono:

–MSCA Doctoral Networks, volte a sostenere programmi congiunti di formazione alla ricerca e/o di dottorato, attuati da paternariati europei di università, istituti di ricerca e organizzazioni non accademiche. La scadenza é prevista per il 15 novembre;

COFUND, che finanziano borse di studio volte ad incoraggiare la circolazione dei ricercatori tra diversi Paesi, fornendo loro buone condizioni di lavoro. La scadenza è prevista per il 9 febbraio 2023;

–MSCA Staff Exchanges, volte a sostenere la mobilità a breve termine del personale di ricerca e innovazione. La scadenza é fissata all’8 marzo 2023.

TIROCINIO CORTE DEI CONTI

La Corte dei Conti, Istituzione che si occupa di controllare gli organismi e gli individui che gestiscono e ricevono fondi comunitari, organizza tre sessioni di tirocini formativi all’anno.

Possono essere ammessi al tirocinio i candidati:

– con nazionalità di uno degli Stati membri dell’Unione Europea (salvo deroghe);

– in possesso di un diploma universitario riconosciuto che dia accesso a posti della categoria A comunitaria o che abbiano completato almeno quattro semestri di studio universitario in un settore che rivesta interesse per la Corte;

– che conoscano in maniera approfondita una lingua ufficiale dell’Unione Europea e in maniera soddisfacente un’altra lingua ufficiale;

– che non abbiano già effettuato un tirocinio all’interno della Corte dei Conti.

Il tirocinio ha una durata compresa tra tre e cinque mesi.

In particolare, le sessioni coprono i seguenti periodi:

-dal 1° marzo al 31 luglio;

-dal 1° maggio al 30 settembre;

-dal 1° ottobre di un anno solare al 28 (29) febbraio dell’anno successivo.

Le scadenze di invio della candidatura sono fissate, rispettivamente, al 30 novembre 2022, al 31 gennaio 2023 (con apertura il 1° dicembre), al 30 giugno 2023 (con apertura il 1° maggio).

Fonte: Next Opportunity EU Isabella Tovaglieri

Un plauso al gruppo Identità e Democrazia, in particolare all’eurodeputata Isabella Tovaglieri e al deputato Luca Toccalini, per la grande attenzione dimostrata nei confronti delle più giovani generazioni, per le quali queste iniziative rappresentano importanti occasioni di crescita e formazione.

Cosa ne pensate? Fatemi sapere la vostra opinione con un commento, vi risponderò molto volentieri.

Vi invito anche a mettere Mi Piace alla mia pagina Facebook, a seguirmi sul profilo Twitter e a iscrivervi al canale Telegram.

Gorizia. Fiaccola della Fraternità in ricordo dei Caduti

Fiaccola della Fraternità al Parco della Rimembranza e al Sacrario Militare di Oslavia 🇮🇹

Abbiamo ricordato tutti coloro che hanno servito la propria Patria sotto la propria Bandiera con il messaggio di #pace e di omaggio che il peregrinare della Fiaccola vuole dare.

Vedere il nostro Sacrario di Gorizia con così tante persone a ricordare i Caduti è stata un’emozione per me fortissima.

Cosa ne pensate? Fatemi sapere la vostra opinione con un commento, sarò felice di rispondervi.

Vi invito anche a mettere Mi Piace alla mia pagina Facebook, a seguirmi sul profilo Twitter e a iscrivervi al canale Telegram.

Commercio. Contributi mantenimento esercizi vendita di vicinato 2022

Domande presentabili fino al 18 novembre

La Regione Friuli Venezia Giulia concede contributi a fondo perduto per il mantenimento degli esercizi di vendita di vicinato collocati nei Comuni aventi una popolazione non superiore a 5.000 abitanti ovvero nelle frazioni con popolazione compresa tra 5.000 e 15.000 abitanti.

I criteri e le modalità di concessione dei contributi in oggetto sono definiti dall’articolo 16 della Legge Sviluppoimpresa 2021 e dal relativo Bando 2022.

SOGGETTI BENEFICIARI

Possono beneficiare dei contributi le microimprese con superficie di vendita fino a 250 metri quadrati, che:

– svolgono attività di vendita al dettaglio di generi alimentari freschi e conservati o di generi non alimentari di prima necessità e di uso corrente per le famiglie;

– risultano attive e iscritte nel Registro delle Imprese alla data di presentazione della domanda;

– non si trovano in stato di liquidazione volontaria e non sono sottoposte a procedure concorsuali;

– con riferimento agli ultimi tre anni, hanno realizzato un volume d’affari medio annuo a fini IVA non superiore a 500.000 euro; se l’esercizio è attivo da meno di tre anni, il volume d’affari è rapportato ai mesi di effettiva attività;

– occupano un massimo di cinque addetti a tempo pieno, calcolati in unità lavorative annue, compresi i titolari, i collaboratori, i soci lavoratori retribuiti, ed esclusi gli apprendisti e il personale con contratto di apprendistato, di formazione professionale o di inserimento;

– osservano un orario di apertura giornaliero non inferiore a tre ore per sei giorni alla settimana;

– non hanno beneficiato di altri contributi finalizzati alla riduzione dei maggiori costi dovuti allo svantaggio localizzativo.

SPESE AMMISSIBILI

I contributi sono concessi a sollievo dei costi dell’unità locale sostenuti dal 23 novembre 2021 fino alla data di presentazione della domanda.

Le spese ammissibili riguardano, quindi:

costi di funzionamento dell’unità locale (spese legate alla fornitura di acqua, energia elettrica, riscaldamento dei locali e utenza telefonica);

canone d’affitto relativo ai locali in cui viene esercitata l’attività;

stipendio del personale;

– costi connessi all’attività di certificazione di cui alla L.R. 7/2000.

La spesa ammissibile deve essere compresa tra 2.000,00 e 5.000,00 euro.

INTENSITÀ DEL CONTRIBUTO

Il contributo concesso è pari al 50 per cento della spesa ammessa ed è elevato al 100 per cento nel caso di esercizio di vendita di vicinato che svolga almeno tre dei seguenti servizi di prossimità:

– consegna a domicilio;

– supporto ai servizi postali;

– vendita di giornali e riviste;

– vendita prevalente di prodotti locali o regionali;

– utilizzo di eco-compattatori e di attrezzature e strumentazioni necessarie per la vendita di prodotti alimentari e detergenti sfusi;

– adesione a progetti di recupero delle merci invendute;

– accesso a internet mediante la messa a disposizione di rete Wi-Fi o di postazione multimediale;

– servizio fotocopie e scansione documenti, assistenza gratuita nello svolgimento di adempimenti burocratici documentati sia in modalità cartacea tradizionale che digitale.

PRESENTAZIONE DELLA DOMANDA

La domanda di contributo, redatta compilando il modulo di cui all’allegato A, deve essere inviata esclusivamente attraverso Posta Elettrica Certificata all’indirizzo economia@certregione.fvg.it, entro il 18 novembre.

Alla domanda deve essere allegata una dichiarazione sostitutiva di atto di notorietà, con la quale il soggetto richiedente dichiara:

– il possesso dei requisiti per l’accesso al contributo;

Рdi non aver ottenuto finanziamenti pubblici per le stesse iniziative per le quali ̬ richiesto il contributo;

– l’eventuale svolgimento di uno o più servizi di prossimità.

Ogni impresa può beneficiare di un solo contributo, per ciascun anno solare, indipendentemente dal numero di esercizi di vicinato/unità operative gestite.

Queste e molte altre informazioni utili sono disponibili alla pagina dedicata sul sito della Regione.

Si tratta di una misura molto significativa, che conferma l’impegno dell’Amministrazione regionale Fedriga per sostenere concretamente le realtà di vicinato, punto di riferimento per le comunità del territorio e veicolo di promozione delle specialità locali.

Cosa ne pensate? Fatemi sapere la vostra opinione con un commento, vi risponderò molto volentieri.

Vi invito anche a mettere Mi Piace alla mia pagina Facebook, a seguirmi sul profilo Twitter e a iscrivervi al canale Telegram.

Foto Internet