Europa 2020: lo sviluppo locale e le politiche territoriali dell’Unione Europea (intervista a Graziano Lorenzon)

andrea tomasella gorizia e graziano lorenzon europa 2020 sviluppo locale e politiche territoriali unione europea intervista
“Europa 2020. Lo sviluppo locale e le politiche territoriali dell’Unione Europea”. Intervista all’autore Graziano Lorenzon

Europa 2020. Lo sviluppo locale e le politiche territoriali dell’Unione Europea”, questo è il titolo del libro presentato dall’autore Graziano Lorenzon in occasione della conferenza “Le imprese di oggi nell’Europa di domani”, tenutasi mercoledì 18 ottobre presso la Fondazione Carigo di Gorizia.

Partendo da questa prospettiva, ho conversato con l’autore riguardo quei fenomeni di cambiamento legati al processo di integrazione europea e di globalizzazione. Continua a leggere l’intervista per conoscere tutti i dettagli.

Intervista a Graziano Lorenzon – Europa 2020. Lo sviluppo locale e le politiche territoriali dell’Unione Europea

graziano lorenzon autore libro europa 2020 intervista
Graziano Lorenzon – Europa 2020. Lo sviluppo locale e le politiche territoriali dell’Unione Europea

Che cos’è “Europa 2020” e com’è nata l’idea di scrivere questo libro?

“Europa 2020 è un manuale di sopravvivenza per orientarsi fra le politiche dell’Unione Europea ed è nato grazie all’esperienza che ho maturato in campo europeo da oltre vent’anni. Ho ritenuto opportuno offrire uno strumento di interpretazione delle politiche europee che potesse essere comprensibile a tutti: dallo studente all’operatore, dal politico alla gente di strada o per chiunque non avesse esperienze in materia”.

Qual è il ruolo che l’Italia dovrebbe o potrebbe avere da qui al 2020 in Europa?

“È il ruolo che avrebbe sempre dovuto avere, ovvero partecipare ai tavoli di discussione e ai tavoli di negoziazione per contribuire attivamente alla costruzione delle politiche future dell’Unione Europea. In realtà i rappresentati italiani sono troppo spesso assenti e, sottovalutando questi tavoli, permettono che a Bruxelles vengano prese delle decisioni che non sempre sono favorevoli al sistema imprenditoriale ed economico del nostro Paese”.

Quali saranno le principali sfide per le imprese locali nell’Europa del domani?

“Sono le sfide della globalizzazione. La globalizzazione, per come la vedo io, è un’opportunità da sfruttare perché, utilizzando le migliori tecnologie possibili, potremo entrare sui mercati più promettenti e ricchi, ma anche consolidare la presenza in quelli meno ricchi, con l’obiettivo di produrre reddito sufficiente per tutte le nostre imprese”.

Restando in tema di globalizzazione: com’è possibile credere in questa Unione Europea che avvantaggia le multinazionali e penalizza le piccole e medie imprese Italiane?

“Questi sono gli ultimi passi che l’Unione Europea sta compiendo, ma non è affatto un atteggiamento che ho sempre riscontrato, anzi in precedenza aveva sempre salvaguardato il sistema di piccole imprese e privilegiato le politiche per i territori. Purtroppo in questi ultimi anni i Paesi del nord sono stati più capaci di noi a farsi portatori di interessi ed hanno meglio influenzato le decisioni in Europa. Questo accade anche perché, come dicevo prima, sui tavoli delle trattative importanti si sente la mancanza dei nostri rappresentati”.

Per sfruttare le carte forti di questa Unione Europea, quali sarebbero le azioni da mettere in campo?

“Sicuramente ci sono degli indirizzi che l’Unione Europa dà, ma ben più fondamentale sarebbe adottare una programmazione delle politiche da mettere in atto. Tutto ciò con lo scopo di migliorarci nei nostri punti deboli e per seguire le linee strategiche dell’Unione Europea in modo che, anche a livello locale, riusciremo ad essere più competitivi sui mercati internazionali”.

Prima di passare alle conclusioni, ti invito a guardare il video “Europa 2020: sviluppo locale e politiche territoriali dell’Unione Europea (Graziano Lorenzon)” e non dimenticarti di iscriverti al mio canale YouTube!

Conclusioni

Qual è la tua opinione su questa Unione Europea e cosa andrebbe migliorato secondo te? Cosa ne pensi di questa intervista e di cosa ti piacerebbe parlassi in futuro?

Scrivi un commento con le tue opinioni, sarà un piacere leggere e poi risponderti. Se questo articolo ti è piaciuto condividilo con i tuoi amici e metti “Mi piace” alla mia pagina Facebook. Un caro saluto e a presto.

Leggi anche: Mast: storia d’impresa culturale e creativa (intervista a Marco Arrigoni, Stefano Bonezzi e Ariano Medeot)

Acquista: “Europa 2020. Lo sviluppo locale e le politiche territoriali dell’Unione Europea”

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...