Gorizia. Consiglio comunale, prosegue maratona Bilancio

Procede la maratona Bilancio del Comune di Gorizia: approvata IMU zero su terreni agricoli, dimezzamento per botteghe di arti e mestieri e nessun aumento rispetto lo scorso anno.
Ancora una volta, l’Amministrazione di centrodestra non mette le mani nelle tasche dei goriziani, anzi è al loro fianco e mantiene le tasse comunali fra le più basse d’Italia.
Un’importantissima dimostrazione di attenzione verso i cittadini e chi ogni giorno lavora, fa impresa e crede nello sviluppo di Gorizia e del suo territorio 🇮🇹

Cosa ne pensate? Fatemelo sapere con un commento, vi risponderò volentieri.

Vi invito anche a mettere Mi Piace alla mia pagina Facebook, a seguirmi sul mio profilo Twitter e a iscrivervi al mio canale Telegram.

Tomasella, bene azzeramento IMU terreni agricoli Gorizia

“Accolgo con grande soddisfazione l’azzeramento dell’Imu per i terreni agricoli e il dimezzamento per le attività economiche goriziane che l’amministrazione comunale ha fortemente voluto. L’agricoltura, così come artigianato e commercio, sono attività fondamentali per la nostra comunità e, ancor più in momenti di grande difficoltà come quelli che stiamo vivendo a causa del virus, è doveroso adottare tutte le misure necessarie per sostenere le attività del territorio”.

Queste le parole del consigliere comunale della Lega, Andrea Tomasella, che commenta positivamente le misure per la ripartenza approvate dalla maggioranza di centrodestra nella recente seduta del Consiglio comunale di Gorizia.

A tal proposito, Tomasella aggiunge: “Per un’amministrazione comunale fare più di così era davvero impossibile, infatti, l’azzeramento e il dimezzamento dell’Imposta municipale propria sono ulteriori importanti misure che vanno a sommarsi alle precedenti iniziative di taglio di Tosap e Tari per le attività rimaste chiuse per coronavirus, oltreché ai contributi e ai buoni spesa rilasciati dal Comune per famiglie e le fasce più vulnerabili della popolazione”.

“La maggioranza di centrodestra di cui faccio parte ha confermato ancora una volta grande attenzione alle categorie economiche del nostro territorio, certamente c’è ancora molto lavoro da fare ma ritengo che questa è la strada giusta per essere concretamente al fianco di chi ogni giorno lavora e fa impresa a Gorizia. In futuro, visto che le risorse a nostra disposizione sono limitate, ritengo andrebbero introdotti dei criteri di premialità per accedere ai fondi, come per esempio la residenza in città da almeno 3 o 5 anni” conclude la nota del consigliere comunale Tomasella.