Artigiani. Contributi imprese produttrici di ori, smalti e vetri per mosaici

Domande presentabili fino al 31 luglio


Con la Legge di Stabilità 2022, la Regione Friuli Venezia Giulia ha previsto la concessione di contributi una tantum e a fondo perduto alle imprese artigiane che producono ori, smalti e vetri per mosaici, quale parziale ristoro conseguente all’aumento dei prezzi delle fonti energetiche.

I criteri e le modalità di erogazione dei contributi in oggetto sono definiti nell’Allegato alla delibera n. 872 del 17 giugno 2022.

SOGGETTI BENEFICIARI

A poter beneficiare dei contributi sono le imprese artigiane attive iscritte all’Albo provinciale delle Imprese Artigiane, con sede legale o unità locale in Regione, in possesso di almeno uno dei codici ATECO sotto elencati:

– 20.30.00 – Fabbricazione di pitture, vernici e smalti, inchiostri da stampa e adesivi sintetici (mastici);

– 23.12.00 – Lavorazione e trasformazione del vetro piano;

– 23.19.10 – Fabbricazione di vetrerie per laboratori, per uso igienico, per farmacia;

– 23.19.20 – Lavorazione di vetro a mano e a soffio artistico;

– 23.19.90 – Fabbricazione di altri prodotti in vetro (inclusa la vetreria tecnica);

– 23.70.20 – Lavorazione artistica del marmo e di altre pietre affini, lavori in mosaico.

I soggetti richiedenti, inoltre:

– non devono trovarsi in stato di liquidazione o fallimento, liquidazione coatta, concordato preventivo e altra procedura concorsuale;

– non devono essere destinatari di sanzioni interdittive;

– devono rispettare le norme vigenti in tema di sicurezza sul lavoro.

INTENSITÀ DEL CONTRIBUTO

Ai soggetti beneficiari è riconosciuto un contributo a fondo perduto di euro 2.400,00.

PRESENTAZIONE DELLA DOMANDA

La domanda di contributo, redatta utilizzando l’apposito modulo, deve essere presentata alla Direzione centrale Attività Produttive e Turismo – Servizio Industria e Artigianato attraverso il sistema di Istanze On Line disponibile sul sito della Regione entro le ore 16:00 del 31 luglio.

La domanda può essere sottoscritta e inoltrata:

– dal legale rappresentante dell’impresa, dal titolare di un’impresa individuale o da un procuratore interno all’impresa;

– da un soggetto esterno delegato tramite formale procura.

Può essere ammessa a contributo una sola domanda. Qualora siano state presentate più domande, sarà ritenuta ammissibile soltanto la prima in ordine cronologico con esito istruttorio favorevole.

Oltre al modello di domanda, costituisce parte integrante della stessa anche la copia del modello F23 o F24 attestante il pagamento dell’imposta di bollo di euro 16,00.

Queste e molte altre informazioni utili sono disponibili alla pagina dedicata sul sito della Regione.

Una misura molto importante, con la quale l’Amministrazione regionale Fedriga intende sostenere concretamente le realtà imprenditoriali del nostro territorio, in questo momento di particolare difficoltà economica legato all’incremento dei prezzi.

Cosa ne pensate? Fatemi sapere la vostra opinione con un commento, vi risponderò molto volentieri.

Vi invito anche a mettere Mi Piace alla mia pagina Facebook, a seguirmi sul profilo Twitter e a iscrivervi al canale Telegram.

Mosaico, Foto Internet

Comunali. Gorizia, al ballottaggio scegliamo Ziberna sindaco!

✍🏻🗳 Si vota solo domenica dalle 7:00 alle 23:00: a #Gorizia scegliamo @Rodolfo Ziberna sindaco!

Cosa ne pensate? Fatemi sapere la vostra opinione con un commento, vi risponderò molto volentieri!

Vi invito anche a mettere Mi Piace alla mia pagina Facebook, a seguirmi sul profilo Twitter e a iscrivervi al canale Telegram.

Lucinico. Cinquantesimo anniversario fondazione FIDAS Isontina

La sezione FIDAS Isontina di Lucinico ha da poco festeggiato i 50 anni dalla fondazione.
Complimenti a quest’importante realtà cittadina che si impegna costantemente per aiutare gli altri e di cui sono felice di far parte 😊🩸

Cosa ne pensate? Fatemi sapere la vostra opinione con un commento, vi risponderò molto volentieri!

Vi invito anche a mettere Mi Piace alla mia pagina Facebook, a seguirmi sul profilo Twitter e a iscrivervi al canale Telegram.

Comunali. Gorizia al ballottaggio il 26 giugno

➡️ Ogni voto conta per il #ballottaggio del 26 giugno a #Gorizia!
Rodolfo Ziberna sindaco! 💪🏻

Cosa ne pensate? Fatemi sapere la vostra opinione con un commento, vi risponderò molto volentieri!

Vi invito anche a mettere Mi Piace alla mia pagina Facebook, a seguirmi sul profilo Twitter e a iscrivervi al canale Telegram.

Turismo. Voucher TUReSTA in FVG 2022

Introdotto nel 2021, il Voucher “TUReSTA in FVG” è stato esteso anche al 2022.

Il Voucher è un incentivo che copre le spese relative all’acquisto di un pacchetto turistico presso le strutture della Regione aderenti all’iniziativa.

SOGGETTI BENEFICIARI

A poter beneficiare del pacchetto “TUReSTA in FVG” sono i cittadini residenti sul territorio regionale. Ciascun cittadino può usufruire di un solo Voucher.

I membri di uno stesso nucleo familiare possono beneficiare del pacchetto anche nel caso di vacanze separate.

Per usufruire del Voucher è necessario prenotare almeno due pernottamenti consecutivi presso una delle strutture ricettive aderenti all’iniziativa collocate nei territori di Gorizia, Pordenone, Trieste o Udine o nei Comuni nel cui territorio insiste un sito regionale culturale UNESCO. Per le strutture ubicate nei Comuni ubicati nelle zone omogenee A, B e C di svantaggio socio-economico dei territori montani i pernottamenti devono essere almeno tre.

IMPORTO DEL VOUCHER

L’importo del Voucher è compreso tra:

– un minimo di 80,00 euro a persona e un massimo di 320,00 euro per nucleo familiare nel caso in cui la struttura ricettiva prescelta si trovi nei Comuni montani delle zone omogenee B e C di svantaggio socio-economico, nei Comuni di Gorizia, Pordenone, Trieste e Udine e in quelli nel cui territorio insiste un sito regionale culturale UNESCO;

– un minimo di 40,00 euro a persona e un massimo di 160,00 euro per nucleo familiare se la struttura ricettiva si trova in uno dei Comuni montani delle zone omogenee A di svantaggio socio-economico.

Se l’importo del Voucher supera quello da corrispondere alla struttura ricettiva, lo sconto massimo di cui il beneficiario può usufruire è pari al costo della vacanza. La parte eccedente del Voucher non potrà essere riutilizzata

COME FUNZIONA IL VOUCHER

Per beneficiare del Voucher è necessario contattare la struttura ricettiva prescelta, prenotare il soggiorno comunicando di voler usufruire del pacchetto e, infine, consegnare la “Dichiarazione del beneficiario del Voucher TUReSTA” compilata e sottoscritta, unitamente alla copia di un documento d’identità.

La prenotazione del Voucher può essere fatta a partire dai sette giorni precedenti l’inizio del soggiorno e fino al termine dello stesso.

Queste e molte altre informazioni utili sono disponibili alla pagina dedicata sul sito della Regione.

Si tratta di una misura sicuramente importante, sia in materia di sostegno alle famiglie che per quanto riguarda la promozione e la valorizzazione del patrimonio turistico della nostra bellissima Regione.

Cosa ne pensate? Fatemi sapere la vostra opinione con un commento, vi risponderò molto volentieri.

Vi invito anche a mettere Mi Piace alla mia pagina Facebook, a seguirmi sul profilo Twitter e a iscrivervi al canale Telegram.

Comunali. 80 volte grazie!

✍🏻 8️⃣0️⃣ VOLTE Grazie! 😊
🗳️ Porto a casa un ottimo risultato personale frutto di dedizione, tanto impegno e costanza.
🗓 Ora resta ancora un importante passo da fare assieme: il 26 giugno vinciamo al ballottaggio con Rodolfo Ziberna sindaco per garantire stabilità e buona amministrazione alla nostra splendida Gorizia 💪🏻

Cosa ne pensate? Fatemi sapere la vostra opinione con un commento, sarò felice di rispondervi!

Vi invito anche a mettere Mi Piace alla mia pagina Facebook, a seguirmi sul profilo Twitter e a iscrivervi al canale Telegram.

12 giugno. Gorizia, settantasette anni fa finiva l’occupazione titina

Il 12 giugno 1945 Gorizia veniva liberata dall‘occupazione operata dalle truppe del maresciallo comunista jugoslavo Tito.

Questi quaranta giorni di occupazione furono contrassegnati da una terribile violenza nei confronti dei goriziani, colpevoli di ostacolare l’annessione della Città al regime.

Complessivamente, tra il 3 maggio e il 12 giugno 1945, furono 665 le persone deportate nelle foibe in Jugoslavia. Gorizia ricorda i suoi concittadini barbaramente uccisi con un monumento realizzato nel 1985 nel Parco della Rimembranza, che riporta nomi e cognomi delle vittime.

L’occupazione titina di Gorizia rappresenta una delle pagine più buie della storia della nostra Città, che è fondamentale ricordare e trasmettere anche alle più giovani generazioni, per costruire un futuro di collaborazione e di reciproco rispetto.

Cosa ne pensate? Fatemelo sapere con un commento, vi risponderò molto volentieri.

Vi invito anche a mettere Mi Piace alla mia pagina Facebook, a seguirmi sul profilo Twitter e a iscrivervi al canale Telegram.

Comunali e referendum. Buon voto a tutti!

Come va, Amici? 😊 Oggi ricordiamoci di andare a votare. Buon voto a tutti! 🗳🇮🇹

Vi invito anche a mettere Mi Piace alla mia pagina Facebook, a seguirmi sul profilo Twitter e a iscrivervi al canale Telegram.

Comunali. Come si vota?

🗳️ Alle elezioni comunali a #Gorizia di domenica 12 giugno:
✍🏻 vota #Lega e scrivi #TOMASELLA 👆🏻

Vi invito anche a mettere Mi Piace alla mia pagina Facebook, a seguirmi sul profilo Twitter e a iscrivervi al canale Telegram.

Economia di confine e carburanti. Le mie proposte per Gorizia

Per la sua particolare dimensione transfrontaliera, in materia di economia, fiscalità e burocrazia Gorizia necessita di interventi specifici.

Nel corso di questi anni ho seguito personalmente il caso del pendolarismo del pieno oltreconfine, che grava pesantemente sulle attività economiche del nostro territorio.
Sul tema ho coinvolto diversi parlamentari e, recentemente, anche il ministro allo Sviluppo Economico, Giancarlo Giorgetti.

Oltre ad alcune interpellanze, in Consiglio comunale, ho presentato una mappa de “Il caso Gorizia”, che evidenzia la distribuzione delle pompe di benzina sulla fascia confinaria e la distorsione del mercato dei carburanti che affligge la nostra Città, determinando una grave emorragia di risorse che concorre alla desertificazione economica di Gorizia.

Dal 2008 ad oggi, infatti, nel nostro territorio comunale, soltanto in Iva e accise si sono persi ben oltre 100 milioni di euro – senza contare tutto l’indotto -, risorse che potrebbero essere utilizzate per garantire migliori servizi ai cittadini.

Riuscire ad armonizzare le differenze tariffarie, fiscali e burocratiche tra una parte e l’altra del confine utilizzando strumenti ad hoc, quali la Zona Economica Speciale e la Zona Franca per i carburanti, vorrebbe dire ridare futuro all’intero sistema economico del nostro territorio, che andrebbe ad operare alla pari con gli amici della vicina Repubblica di Slovenia, in un’ottica di reciproca crescita e collaborazione.

Per questo, l’impegno che intendo portare avanti in futuro è quello continuare a seguire la tematica e sollecitare risposte efficaci al fine di tutelare imprese, lavoratori e famiglie.

Qui trovate un breve video relativo alle mie proposte in tema di economia di confine.

Il 12 giugno a Gorizia per Rodolfo Ziberna sindaco, vota Lega e scrivi Tomasella!

Cosa ne pensate? Fatemi sapere la vostra opinione con un commento, vi risponderò molto volentieri!

Vi invito anche a mettere Mi Piace alla mia pagina Facebook, a seguirmi sul profilo Twitter e a iscrivervi al canale Telegram.