Gorizia. Dal Gect ulteriori 500 mila euro al centro salute della donna

Il Gect GO Ezts GO ha stanziato ulteriori 500 mila euro per il centro salute della donna a Gorizia.
Già durante la scorsa consiliatura avevo fortemente sostenuto l’investimento da 2,4 milioni di euro previsti da Asugi per la creazione di questa struttura all’avanguardia per la gestione pre e post parto.
È giusto sottolineare che, se fosse stato per i soliti signor del “no se pol”, questo centro non avrebbe trovato ubicazione nella nostra Città.
Sono veramente soddisfatto per questa ottima notizia, che va nella direzione di migliorare ancor piu la sanità a Gorizia, con l’auspicio, in futuro, di poter ritornare a nascere #goriziani.

Cosa ne pensate? Fatemi sapere la vostra opinione con un commento, vi risponderò molto volentieri.

Vi invito anche a mettere Mi Piace alla mia pagina Facebook, a seguirmi sul profilo Twitter e a iscrivervi al canale Telegram.

Sanità. Importanti investimenti per Gorizia

🧑‍⚕️🩺 Il presidente Massimiliano Fedriga, insieme al vicepresidente Riccardo Riccardi, ha annunciato importanti investimenti per la #sanità a Gorizia.
Tra questi, ben 34 milioni serviranno per il recupero dell’ex pneumologico di via Vittorio Veneto, intervento che si aggiunge all’investimento da 2,5 milioni per il centro salute della donna e alla recente approvazione del progetto di rigenerazione del parco Basaglia.
#AvantiGorizia con Andrea #Tomasella

Cosa ne pensate? Fatemi sapere la vostra opinione con un commento, vi risponderò molto volentieri.

Vi invito anche a mettere Mi Piace alla mia pagina Facebook, a seguirmi sul profilo Twitter e a iscrivervi al canale Telegram.

Gorizia. Ok a progetto per centro salute della donna

Investimento da 2,4 milioni

Il nuovo centro – Foto ASUGI

Recentemente approvato il progetto esecutivo di ristrutturazione e ampliamento del corpo di collegamento fra le palazzine C e D all’interno del parco Basaglia di Gorizia, immobile dove sarà realizzato un centro all’avanguardia per la salute della donna, specializzato in servizi pre e post parto.

Dopo la conclusione, a gennaio 2019, dell’accordo tra il GECT GO e l’Azienda per l’Assistenza Sanitaria n. 2 Bassa Friulana-Isontina (ASUGI), a ottobre dello scorso anno il Consiglio comunale di Gorizia ha approvato una variante urbanistica con l’obiettivo di far rinascere lo stabile e destinarlo al benessere della donna.

Quest’importante investimento da 2,4 milioni di euro conferma la centralità della struttura sanitaria goriziana in Regione. A poterne beneficiare saranno non soltanto i cittadini di Gorizia e dintorni, ma anche quelli della zona transfrontaliera.

Nel nuovo centro, in cui troveranno impiego professionisti italiani e sloveni, verranno garantiti servizi quali la presa in carico della futura mamma per valutare le possibilità di un percorso di gravidanza fisiologica, corsi di accompagnamento alla nascita e per neogenitori.

Il centro che troverà spazio nel parco Basaglia è un ulteriore importante passo in avanti verso una reciproca collaborazione e sinergia sul territorio a servizio dei cittadini, con l’auspicio di tornare presto a nascere goriziani.

Cosa ne pensate? Fatemelo sapere con un commento, vi risponderò molto volentieri.

Vi invito anche a mettere Mi Piace alla mia pagina Facebook, a seguirmi sul mio profilo Twitter e a iscrivervi al mio canale Telegram.