Fertility Day, se lo scopo del Ministero della Salute…

fertility day logo
Il logo del “Fertility day” apparso sul sito web dell’iniziativa

Fertility Day, se lo scopo del Ministero della Salute era quello di accendere i riflettori sul tema della fertilità e sul rischio della denatalità, direi che, almeno in parte, l’obiettivo è stato raggiunto. Tuttavia, trovo il nome dell’iniziativa davvero infelice e l’utilizzo dell’anglicismo totalmente fuori luogo. Purtroppo questo è ciò che avviene quando l’interesse non è risolvere il problema, ma soltanto provare a giustificare due anni e mezzo passati a fare da stampella al governo Renzi. La denatalità nel nostro Paese è un problema reale e meriterebbe ben più di un “Fertility Day“, per esempio un governo serio e democraticamente eletto.

Fatemi sapere le vostre opinioni, sarà un piacere per me leggere e poi rispondervi. Infine, se vi è piaciuto, condividete questo articolo con tutti i vostri amici, ne sarò davvero contento.

Vi invito a mettere “Mi piace” alla mia pagina Facebook.

“Stepchild adoption”, perché dirlo in inglese?

Negli ultimi giorni, sulle unioni civili è stato detto di tutto e non voglio aggiungermi alla schiera di tuttologi da social network, però un’osservazione la voglio fare. Non tanto nel merito, ma sulla forma.
Continua a leggere