Fvg. Bonus Trasporto in Sicurezza 2022

Domande presentabili fino al 30 giugno

La Regione Friuli Venezia Giulia ha esteso anche al 2022 il Bonus Trasporto in Sicurezza, introdotto con la Legge di Stabilità 2021. Tale Bonus prevede l’erogazione di una somma pari a 100,00 euro a favore di donne in gravidanza, ultrasettantenni e persone con disabilità, da utilizzare per il pagamento del servizio taxi e noleggio con conducente (NCC).

Il Bonus in oggetto verrà erogato attraverso una Carta di pagamento elettronica prepagata, non ricaricabile ed utilizzabile esclusivamente per il servizio di trasporto.

PRESENTAZIONE DELLA DOMANDA

La domanda per il Bonus può essere presentata, esclusivamente online sul sito della Regione, a partire da oggi ed entro le ore 14:00 del 30 giugno. L’accesso richiede il possesso delle credenziali SPID, CIE o CRS.

Nel caso di errata compilazione di una domanda già inoltrata, il richiedente deve ripresentare una nuova istanza e comunicarlo all’indirizzo tpl@regione.fvg.it.

Una volta trasmessa la domanda, il richiedente riceverà una email di conferma dell’avvenuta presentazione dell’istanza. Sempre via email, il beneficiario riceverà una comunicazione di avvenuto accoglimento della domanda. A ciò seguiranno due distinte comunicazioni postali, una contenente il PIN di attivazione della carta e l’altra la carta stessa. Ricevuta la prepagata, il beneficiario dovrà recarsi personalmente presso un Ufficio Postale e procedere con la sua attivazione.

Coloro che abbiano già beneficiato del Bonus nel 2021 e siano in possesso della relativa carta prepagata, qualora ammessi al contributo anche per il 2022, riceveranno l’importo sulla prepagata già in loro possesso.

TERMINI DI UTILIZZO DEL BONUS

Il Bonus concesso nel 2021 potrà essere utilizzato entro il 31 dicembre 2022, mentre il Bonus concesso nel 2022 potrà essere utilizzato nei dodici mesi successivi alla data di caricamento del contributo sulla carta prepagata.

Queste e molte altre informazioni utili sono disponibili alla pagina dedicata sul sito della Regione.

In questo momento di particolare difficoltà, il Bonus Trasporto in Sicurezza si configura come un piccolo ma importante aiuto previsto dall’Amministrazione regionale a supporto delle future mamme e delle persone più fragili.

Cosa ne pensate? Fatemelo sapere con un commento, vi risponderò molto volentieri.

Vi invito anche a mettere Mi Piace alla mia pagina Facebook, a seguirmi sul profilo Twitter e a iscrivervi al canale Telegram.

COVID. In FVG Bonus taxi e NCC per categorie fragili

Domanda presentabile online fino al 21 giugno

All’articolo 6, commi 20 e seguenti della L.R. 26/2020, la Regione Friuli Venezia Giulia ha previsto il Bonus Trasporto in Sicurezza, una somma pari a 100,00 euro erogata a favore di donne in gravidanza, ultra settantenni e persone con disabilità residenti sul territorio regionale, da utilizzare per il pagamento del servizio taxi e di noleggio con conducente (NCC).

CARATTERISTICHE DELLA CARTA

Ai soggetti beneficiari del Bonus viene consegna una Carta di pagamento elettronica prepagata. La Carta contiene un blocco, pertanto il beneficiario non può usufruirne per usi diversi rispetto al pagamento del servizio taxi o NCC né ricaricarla.

PRESENTAZIONE DELLA DOMANDA

La domanda per il Bonus deve essere presentata in forma telematica e per compilarla è necessario accedere all’applicativo disponibile sul sito della Regione, attivo fino alle ore 18:00 del 21 giugno, tramite credenziali SPID o Carta Regionale dei Servizi (CRS).

Ciascun richiedente può presentare un’unica domanda.

ACCETTAZIONE DELLA DOMANDA E CONSEGNA DELLA CARTA

I beneficiari del Bonus Trasporto in Sicurezza riceveranno una prima comunicazione di accettazione della domanda via e-mail e, in seguito, una comunicazione cartacea da parte del soggetto emittente, contenente le modalità di ritiro e di attivazione della Carta.

Entro 15 giorni dall’attivazione, sulla Carta sarà caricato l’importo di 100,00 euro da spendere per il pagamento di servizio taxi e NCC, nel limite di 10,00 euro a corsa entro il 31 dicembre 2021. L’importo residuo, non coperto dalla Carta, resta a carico del beneficiario.

Queste e molte altre informazioni utili sono disponibili alla pagina dedicata sul sito della Regione.

In questo momento di particolare difficoltà, si tratta di piccolo ma importante aiuto previsto dall’Amministrazione regionale a supporto delle future mamme e delle persone più fragili.

Cosa ne pensate? Fatemelo sapere con un commento, vi risponderò molto volentieri.

Vi invito anche a mettere Mi Piace alla mia pagina Facebook, a seguirmi sul mio profilo Twitter e a iscrivervi al mio canale Telegram.