Lavoro. Contributi Fvg stabilizzazione precari

Domande presentabili fino al 31 agosto

La Regione Friuli Venezia Giulia eroga contributi a fondo perduto per la trasformazione di contratti di lavoro precario (quali lavoro intermittente e a progetto, lavoro subordinato a tempo determinato, lavoro somministrato, apprendistato, tirocinio, collaborazione coordinata e continuativa) in contratti di lavoro subordinato a tempo indeterminato.

Condizioni e modalità di concessione ed erogazione dei contributi per l’anno 2021 sono stabilite dal decreto regionale n. 178/2020 e dal relativo regolamento.

SOGGETTI BENEFICIARI

A poter beneficiare del contributo sono le imprese, le cooperative e i loro consorzi, le associazioni, le fondazioni e i soggetti esercenti le libere professioni, con sede o unità operativa in Friuli Venezia Giulia.

DESTINATARI DELL’INIZIATIVA

L’iniziativa è rivolta a cittadini italiani, comunitari o extracomunitari, in regola con la vigente normativa in materia di immigrazione, che nei 5 anni precedenti alla trasformazione del proprio contratto abbiano prestato lavoro precario, anche a favore di diversi titolari, per un periodo complessivamente non inferiore a 360 giorni.

INIZIATIVE FINANZIABILI

Sono oggetto di incentivo:

-la trasformazione a tempo indeterminato del contratto di lavoro subordinato a tempo determinato, con scadenza entro 24 mesi da tale data;

-l’assunzione, con contratto di lavoro subordinato a tempo indeterminato, di personale che lavorava presso il richiedente in base ad un contratto di lavoro intermittente indeterminato o determinato, a progetto, di collaborazione coordinata e continuativa o di somministrazione;

-l’assunzione, con contratto di lavoro subordinato a tempo indeterminato, di personale somministrato, apprendisti o tirocinanti.

AMMONTARE DEL CONTRIBUTO

L’incentivo base è pari a 5.000,00 euro, a cui si sommano ulteriori 1.000,00 nel caso di soggetti provenienti da grave crisi occupazionale o che abbiano prestato lavoro precario per un periodo complessivamente non inferiore a 540 giorni.

PRESENTAZIONE DELLA DOMANDA

La domanda di contributo può essere presentata soltanto in forma telematica, utilizzando l’applicativo disponibile sul sito della Regione, cui si accede tramite Sistema Pubblico di Identità Digitale (SPID), Carta d’Identità Elettronica (CIE), Carta Nazionale dei Servizi (CNS).

L’istanza può essere presentata anteriormente all’assunzione o successivamente alla stessa, purché entro il giorno 15 del mese successivo a quello in cui l’assunzione stessa si è verificata ed entro il 31 agosto 2021.

A sottoscrivere e inoltrare la domanda possono essere il legale rappresentante, il titolare di un’impresa individuale, un libero professionista, il procuratore interno all’impresa oppure un soggetto esterno delegato tramite formale procura.

Queste e molte altre informazioni utili sono disponibili alla pagina dedicata sul sito della Regione.

Si tratta, insieme ai contributi per le assunzioni a tempo determinato e indeterminato di soggetti disoccupati, di una misura molto importante con la quale l’Amministrazione regionale vuole favorire l’occupazione e sostenere famiglie e lavoratori.

Cosa ne pensate? Fatemelo sapere con un commento, vi risponderò molto volentieri.

Vi invito anche a mettere Mi Piace alla mia pagina Facebook, a seguirmi sul mio profilo Twitter e a iscrivervi al mio canale Telegram.